ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

lunedì 18 giugno 2018

Il totalitarismo della mediocrità

AL FONDO DEI "VERI CRISTIANI"


Un tradimento senza precedenti e "perfido" perché intenzionale: l’esperienza sommamente traumatica dei cattolici delle ultime generazioni che si son visti crollare il mondo addosso con questa "falsa chiesa" eretica e apostatica 
di Francesco Lamendola  

 0 paglia bergoglio

Che cosa c’è al fondo, ma al fondo vero e proprio, di un determinato essere umano? Per saperlo, evidentemente, bisogna che cadano tutti i veli, dal primo all’ultimo: solo così si arriva a vedere, o almeno a intravedere,  il fondo e a scoprire di che pasta si è fatti. Se resta al suo posto anche un solo velo, se rimane sul viso anche una sola maschera, non lo vedremo e non lo sapremo mai; perché la tendenza istintiva di ciascuno è quella di coprirsi, e così di nascondersi, di camuffarsi e di passare per ciò non è. Lo fanno tutti, ma specialmente le persone da poco; e la società di massa è la società delle persone da poco che si contano, misurano la loro forza e impongono le loro regole a tutti e ovunque, tagliando le vette, colmando le buche, in modo da ottenere una uniformità apparente, che esse chiamano democrazia, mentre è solo il totalitarismo della mediocrità. Ma come si fa a lasciar cadere tutti i veli che coprono le persone, in modo da poterle vedere e giudicare per ciò che realmente sono, e non per ciò che tentano di apparire?

Falsificando il Vangelo

CI SIAMO ALLONTANATI DA TE


Abbiamo fatto il male, ci siamo allontanati da Te. Una perversione mentale e spirituale: perchè il neo-cattolico moderno, "adulto" preferisce autocensurare la propria intelligenza, sensibilità e perfino "la propria coscienza"? 
di Francesco Lamendola   

 0 croce telefonino negra
  
Noi moderni, e anche noi cristiani moderni, abbiamo, in generale, una strana pretesa: che le nostre azioni non abbiano delle conseguenze logiche e necessarie, non solo di tipo individuale, ma anche collettivo, quando esse vanno non solo contro la legge morale stabilita da Dio, ma anche contro la stessa legge morale naturale. La cultura moderna ci ha ormai persuasi che le azioni individuali, purché non vadano contro la legge dello Stato, non riguardano che il singolo individuo; pertanto la quasi totalità delle persone è fermamente convinta che le scelte morali riguardano esclusivamente la coscienza soggettiva, sono cioè un fatto privato nel quale gli altri non devono permettersi entrare, tanto meno di giudicare.

Su questa strada, tutta in salita..

Matteo Salvini incontra il cardinale Burke: "La Chiesa mi dice di andare avanti"

Il ministro dell'Interno sente l'ala più tradizionalista del Vaticano dalla sua parte sul tema dei migranti


ANSA

Papa Francesco oggi ha invitato a "non lasciare in balìa delle onde chi lascia la sua terra affamato di pane e di giustizia". Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, sente tuttavia il Vaticano, almeno una sua 'ala', quella più tradizionalista, dalla sua parte sul tema migranti. Da parte di esponenti della Chiesa, ha detto oggi, "qualcuno mi ha contattato, ovviamente non farò i nomi neppure sotto tortura, per chiedermi di andare avanti sulla strada cominciata. Questo, al di là del fatto che si sia credenti o non credenti, mi fa piacere perché il diritto a migrare va contemperato con quello di non emigrare".

Che il papa abbia detto qualcosa di cattolico?

http://images.famigliacristiana.it/2017/10/famcristionline_20171021145925211_2272043.jpg

Parole chiare sulla famiglia? Purtroppo no

Un amico mi dice: «Sarai contento ora che Francesco ha parlato a favore della famiglia formata da un uomo e una donna. Non è quello che voi “tradizionalisti” gli chiedete?».
La mia risposta è molto semplice: non sono contento. E per diversi motivi.
Il primo motivo è che se si è arrivati al punto da segnalare come novità e motivo di soddisfazione il fatto che il papa abbia detto qualcosa di cattolico significa che qualcosa non funziona.
Il secondo motivo è che quelle parole pronunciate a braccio contengono errori e alimentano equivoci.

Dai Gesuiti ci guardi Iddio..!

Germán Arana, il gesuita che mal consigliò Francesco


La prima testa a saltare, nell'opera di ricostruzione della gerarchia cattolica del Cile messa in moto da papa Francesco, è stata la più prevedibile: quella di Juan de la Cruz Barros Madrid, rimosso da vescovo di Osorno.
C'è però qualcosa che non quadra, in questa operazione e nei suoi antefatti.
La foto sopra ne è un indizio. È stata scattata nella cattedrale di Osorno il 21 marzo del 2015, il giorno del turbolento ingresso in diocesi di monsignor Barros, fatto segno di pesanti accuse d'indegnità ma difeso strenuamente dal papa. E chi c'è accanto a lui, in abiti liturgici e con l'atto della nomina in mano, mentre attorno infuria la contestazione? Un gesuita non cileno ma spagnolo, Germán Arana, amico e guida spirituale di Barros ma soprattutto confidente tra i più intimi di Jorge Mario Bergoglio.

Sì, ma..Sì, ma...

DOTTRINA E PASTORALE
"No aborto, famiglia una sola", dice il Papa. Sì, ma...

Se padre Martin parlerà di integrazione, di accoglienza, di accompagnamento e di discernimento la dottrina non verrà formalmente negata ma verrà messa da parte con un “sì, ma”. Ma mettere da parte la dottrina e fare come se essa non fosse vuol dire cambiarla (senza dirlo).


Papa Francesco, come riportato da la NBQ ieri, parlando al Forum delle famiglie italiano, ha ribadito che la famiglia è una sola ed è formata da un uomo e un maschio e da una femmina, con la negazione di altri tipi di famiglia compresa quella cosiddetta omosessuale. La dichiarazione del Papa è stata messa in relazione con l’annunciata partecipazione come relatore del gesuita padre James Martin, sostenitore delle famiglie arcobaleno, al prossimo forum Mondiale della Famiglia atteso a Dublino, come se Francesco lo avesse sconfessato.

Bis in die..


Le parole di Francesco al Forum Famiglia vanno lette bene, perchè…

«Anche un orologio rotto segna l’ora giusta… Due volte al giorno!» ma….
Ieri il mondo mediatico e le tifoserie bergogliose, sono andate letteralmente in visibilio e sapete perché? Perchè il Papa Francesco ha formulato, finalmente, un vero pensiero cattolico. A parte il fatto che è pazzesco dover – mediaticamente – esultare se un Papa dicesse cose dottrinalmente corrette (a questo siamo arrivati che ciò che dovrebbe essere normale, è diventata la notizia del giorno, lo scoop…), ma ci domandiamo onestamente: quanti hanno letto i due Discorsi tenuti dal Papa? Uno a braccio, perché ha voluto improvvisare, e l’altro ufficiale che è stato consegnato, entrambi qui.

domenica 17 giugno 2018

Quello che sta accadendo oggi

Fornicazione attuata fra le 2 Bestie apocalittiche



Se qualcuno non fosse ancora convinto o continuasse a vivere la propria vita come se non stesse accadendo nulla di particolare intorno a lui, deve sapere che siamo in piena Apocalisse, e che i Segni dal Cielo ci sono tutti per chi ha occhi e Spirito aperti.

"Repubblica TV" riporta: Un violento temporale ha colpito Roma nella notte tra il 7 e l'8 giugno. Una serie di fulmini si è abbattuta sulla capitale: uno di questi ha centrato la cupola di San Pietro, causando un blackout ad uno dei simboli più celebri della città. Il video è stato girato dal giornalista Rai, Alessandro Poggi."

Ma in questo fine settimana non c'è stato solo questo segno eclatante a manifestare il severo dissenso del Cielo contro la Chiesa apostata e traditrice, ma anche la riunione organizzata da Don Minutella a Verona per consacrare al Cuore Immacolato di Maria ben oltre 1300 persone giunte da tutt'Italia e persino dall'estero (tanto che ha dovuto essere aggiunta un'altra sala provvista di schermo, e ancora non del tutto sufficiente, perché c'erano molte persone in piedi), onde proteggerle dall'enorme inganno in corso.