ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

sabato 15 agosto 2020

Nello scafo della Barca di Pietro

IL PAPA E L’AMBIGUA TEOLOGIA ECUMENICA DEL MIGRANTISMO.


Carissimi Stilumcuriali, ieri abbiamo ricevuto questa riflessione da parte di un amico di Stilum Curiae, e ci è sembrata così pertinente e interessante che abbiamo voluto farvene parte. Buona lettura, e continuiamo con coraggio. 

§§§

La nascita della società zombie

Siete disposti a fare da cavie?


I vaccini possono celare dannose insidie che andrebbero valutate con maggior serietà.
Lo dimostrano le tante storie dolorose di bambini e adulti, sia civili che militari, morti o gravemente danneggiati. In merito ci sono svariate sentenze e c’è stata una Commissione parlamentare d’inchiesta sull’uranio impoverito (*a fine post il pdf) che ha riguardato anche la somministrazione vaccinale nei militari.
Al di là del dramma delle persone ammalatesi, ciò che indigna è l’assoluta mancanza di controlli e farmacovigilanza, strumenti indispensabili al corretto svolgersi della pratica medica e a garantire la miglior tutela possibile sul piano della salute.

La discesa nel Maelström

Nel Canada malato di eutanasia. Tra cifre spaventose e proposte horror


Almeno 771 canadesi malati nel corso del 2019 hanno chiesto e ottenuto di essere uccisi con un’iniezione letale a causa della loro situazione di solitudine.
Il dato sconvolgente è contenuto nel primo rapporto annuale del governo sull’eutanasia, che in Canada è legale dal 2016.

Il virus della divisione

Vaccini per l’anima
 
https://thumbs.dreamstime.com/z/fondo-della-cultura-del-virus-delle-cellule-con-divisione-cellulare-ed-il-nucleo-103276619.jpg(immagine aggiunta)

Memor esto congregationis tuae, quam possedisti ab initio […] et animas pauperum tuorum ne obliviscaris in finem (Ricordati della tua comunità, che hai acquistato fin dall’inizio […] e non dimenticare le anime dei tuoi poveri sino alla fine; Sal 732.19).
Se la Chiesa militante fosse un fiume, chi lo osservasse dall’alto di una montagna non potrebbe fare a meno di osservare che, in un punto preciso del suo corso, esso è stato deviato di proposito.

Ella si addormentò nel Signore

Assunzione della Beata Vergine Maria e questione della risurrezione della carne

L’assunzione, cioè l’elezione di una persona alla dignità divina, è uno degli aspetti della più generale risurrezione dai morti. Per singolare privilegio del Cielo, la Beata Vergine Maria non conobbe la corruzione della carne, ma è opinione comune della tradizione cattolica che Ella si addormentò nel Signore, conoscendo in tal modo la morte. 

Il momento prestabilito dalla provvidenza di Dio

La proclamazione del dogma dell’Assunzione di Maria


Era il 1° novembre 1950. Pio XII proclamava l’Assunzione di Maria al cielo in corpo e anima. Il video della Settimana Incom, il cinegiornale di quell’epoca pre-televisiva, ci fa rivivere  la giornata.

In molti sulla road map della perdizione!..

Garabandal, la road map del Cielo anticipo di Medjugorje

Purificare Garabandal dalla sua “leggenda nera”. Questo è lo scopo del film, in uscita stasera, sulle apparizioni mariane che tra il 1961 e il 1965 catalizzarono l’attenzione del mondo su un paesino di 300 anime nel nord della Spagna. Garabandal si presenta «come un anticipo di Medjugorje» con un avvertimento, un miracolo e un castigo.



venerdì 14 agosto 2020

E la vittoria fu più bella

La festa della Assunzione di Maria


https://www.radioromalibera.org/la-festa-della-assunzione-di-maria/

Fu Lei a vincere sulla Vistola, nel giorno dell’Asssunta

Perché stimano così poco la vita dopo la morte?

COSA CI MANCA PER LA RINASCITA


Capire cosa ci manca, primo passo per la rinascita. Come si è arrivati a un vero sdoppiamento del giudizio: una misura per sé per giustificare le proprie colpe e una per gli altri da mettere eternamente sul banco degli accusati 
di Francesco Lamendola  
  
 http://www.accademianuovaitalia.it/images/gif/000-NUOVI/0-18-doppia-personalita.gif

Nel quieto tramonto di una sera d’estate, quando i rumori dell’uomo si smorzano e svaniscono e comincia a levarsi il frinire dei grilli e lo stormir delle fronde,  si accendono le prime luci alle finestre, come lassù, in cielo, le luci senza tempo delle stelle lontane. Nel paesaggio raccolto come un presepe ai piedi delle montagne vicinissime, le cui cime si stagliano nette all’orizzonte là dove il sole s’è coricato, e coi campanili delle chiesette che svettano in cima alle colline, contemplando, come ogni sera, questo meraviglioso colpo d’occhio, che mai non cessa d’incantarci, abbiamo avuto la netta percezione di quale sia il nodo del problema che affligge questa nostra civiltà avviata anch’essa a tramontare, come già tante altre prima di lei. 

Prima di tutto, mi interessa la tradizione

Si vuole distruggere l’immagine di Dio nell’uomo. 
Intervista con l’iconografo Aleksandr Aleksandrovich Lavdanskij
Dal sito della parrocchia ortodossa russa di Torino (www.ortodossiatorino.net) riprendiamo l’intervista ad Aleksandr Aleksandrovich Lavdanskij, un famoso iconografo russo moderno. Lavdanskij, artista d’avanguardia di successo i cui dipinti furono attivamente venduti ed esposti in via Malaja Gruzinskaja 28 a Mosca, alla fine degli anni ’70 abbandonò la pittura secolare e iniziò a studiare l’iconografia. E dopo essere sopravvissuto a una caduta dalle impalcature durante il suo lavoro, decise di farsi battezzare… Nell’intervista con Pravoslavie.ru, Aleksandr parla del suo percorso creativo nella pittura di icone, di cosa sia l’iconoclastia moderna e spiega come le icone riguardino sempre il presente.
“L’obiettivo dell’ideologia contemporanea dominante è quello di distruggere l’immagine di Dio nell’uomo”

Una “religione” fondata sull’odio

Cristianofobia, contraddizioni del politicamente corretto

È una pia illusione pensare di cancellare l’odio per legge. Occorrono altri strumenti sul piano culturale e sociale per affrontare la questione. Perché l’odio cristianofobico non si può cancellare per legge mentre quello omotransfobico sì? Semplice, perché siamo ancora una volta di fronte all’eterna, insostenibile contraddizione del politicamente corretto. Sono duemila anni che i seguaci del Nazareno soffrono sulla propria pelle questa discriminazione. Basta vedere cosa accade ancora oggi a livello mondiale.




La cronaca ufficiale li archivia come fatti che non fanno più notizia, e se non fosse per pochi encomiabili giornalisti non se ne discuterebbe nemmeno più. Stiamo parlando degli atti sacrileghi contro luoghi e simboli religiosi cristiani da parte dei satanisti. Eppure, si tratta di un fenomeno purtroppo assai diffuso e in preoccupante aumento.

Quanto prossima sia la fine del nostro mondo

L’Aborto fai da te del Ministro Speranza. Più aborti e meno spese sanitarie. 

È una calda estate questa estate 2020, un’estate appesantita dalla mascherina che scalda l’alito e accorcia il fiato. Un’estate incupita dalla crisi economica, dall’incertezza per il domani, un domani che riguarda tutti, i genitori e i figli, gli anziani e i giovani. Eppure in questo clima assolato, incerto e gravido di timori per il futuro delle aziende e delle famiglie, un Ministro della Repubblica trova il modo per occuparsi di morte invece che di vita, annunciando “le nuove linee guida, basate sull’evidenza scientifica, (che) prevedono l’interruzione volontaria della gravidanza con metodo farmacologico in day hospital e fino alla nona settimana. È un passo avanti importante nel pieno rispetto della 194 che è e resta una legge di civiltà”.

La strada per gli inferni umani

La politica del paradiso e dell’inferno

Un articolo di Robert Royal che parla della ideologia della politica pubblicato su The Catholic Thing. Ve lo presentiamo nella traduzione di Riccardo Zenobi.

Al primo colpo di tosse autunnale

Caos scuola: bimbi con febbre "sequestrati" dallo Stato

«In caso di febbre, per il bambino a scuola chiamare i carabinieri e affidarlo non ai genitori, ma all'autorità sanitaria». A Lumezzane la misura “coreana” di un preside è stata cancellata dopo le proteste delle famiglie. Ma il dirigente dice di averla vista applicata anche in altre scuole e si è giustificato dicendo che i chiarimenti dell'Ast e del ministero sono arrivati tardi. Il caso dimostra il caos in cui versa la scuola a un mese dalla riapertura dei cancelli e conferma la mentalità ormai affermatasi dello Stato padrone dei figli. Come anche l'ex ministro Lorenzin ha ribadito. 




giovedì 13 agosto 2020

Non ragioniam di lor, ma guarda e passa”

Tanti ignavi e pochi traditori: la piaga del belpaese

Gli ignavi, sono quelle anime che non prendendo mai posizione nella vita, non avendo udito, veduto o parlato,  lasciano che  si compiano i piani del maligno, senza batter ciglio. Per Dante  essi non meritano né le gioie del paradiso né quelle dell’inferno. Stanno in un limbo che è l’anticamera dell’Inferno. Quasi a dire che senza di loro non se ne spalancano le porte. Loro e le buone intenzioni di cui sono lastricate le vie dell’inferno.

Cristo sta scomparendo dalla sua Chiesa

CRISTO È FUORI DALLA CHIESA DI BERGOGLIO.



La scristianizzazione è passata dalle narrazioni. Poi è arrivata alla Chiesa.

Un altro buon cattolico

Un sacerdote cattolico elogia le coppie dello stesso sesso con bambini definendole ‘famiglie sante’

Un prete cattolico che ammette apertamente di essere “gay” elogia le coppie dello stesso sesso che crescono figli come “famiglie sante”. Ha chiesto ai cattolici di mostrare rispetto per “le famiglie LGBTQ come comunità d’amore”.
Padre Bryan Massingale ha anche affermato che essere una parrocchia cattolica significa offrire ‘un’accoglienza stravagante’ alle ‘persone LGBTQ’.
Ne parla Calvin Freiburger nel suo articolo pubblicato su Lifesitenews, e che noi vi presentiamo nella traduzione di Annarosa Rossetto. 

Il professarsi cattolico non costituisce alcun problema

Joe Biden sceglie Kamala Harris, alleato di Planned Parenthood, come vice nella corsa alle presidenziali USA

L’ex vicepresidente Joe Biden, candidato alle presidenziali per il partito democratico, cattolico, noto per le sue posizioni di estrema sinistra, conferma e rafforza il suo sostegno alla lobby abortista, scegliendo come proprio vice Kamala Harris, un esponente sostenuto dalla multinazionale dell’aborto, Planned Parenthood,.
Il professarsi cattolico evidentemente non costituisce alcun problema per Joe Biden, come in generale per i dem statunitensi, anzi la notizia di questa decisione è stata resa nota solo poche ore dopo l’ammonimento pubblico pronunciato dal cardinale Raymond Burke (leggi qui), mentre è invece fondamentale pagare il debito di riconoscenza alla multinazionale abortista, che finanzia generosamente le campagne elettorali dei democratici. Il fatto che Kamala sia poi di colore, aiuta Biden ad essere vicino al movimento Black Lives Matter.
L’articolo è di Calvin Freiburger, pubblicato su LifeSiteNews; ve lo proponiamo nella traduzione di Wanda Massa.

Kamala Harris

Nulla cambierà

ARMA DELLA CULTURA MODERNA

La cultura moderna, arma di "distruzione di massa". Crea l’avatar di individui pronti ad essere catturati dalla matrice tecnologica "americana" che può imporre ovunque i suoi progetti, le sue guerra e i suoi giocattoli pericolosi 
di Roberto Pecchioli  

0 deco uomo mistero 400
  
A settembre si terranno in diverse regioni italiane le elezioni regionali. Per quanto difficile sia farlo comprendere agli italiani, saranno le più irregolari degli ultimi settant’anni. A causa dello stato d’emergenza dei dittatorelli al governo, avremo pochi comizi, scarsi incontri pubblici, partecipazione limitata, maschere, distanziamenti e il grottesco saluto avvicinando i gomiti. E’ saltata anche la trafila procedurale, la raccolta pubblica delle firme, in assenza della quale sono esclusi i movimenti nuovi e quelli più piccoli, impossibilitati a partecipare. La solita democrazia a misura di lorsignori: vince chi può occupare le ribalte televisive, inondare di “faccioni” e di slogan privi di senso i muri della città. Il resto è noia, cantava Franco Califano.

Canto del cigno?

Lettera aperta al Consiglio Permanente della Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile


Lettera aperta al Consiglio Permanente della Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile

“Errare è umano, ma perseverare nell’errore per superbia è diabolico” (Sant’Agostino)
Secondo quanto riferito dalla stampa, il Consiglio permanente della CNBB il 5 agosto discuterà la “Lettera al Popolo di Dio”, fatta trapelare da un’editorialista della Folha de S. Paulo e presumibilmente firmata da 152 vescovi.
La lettera è un forte attacco all’attuale governo, basato molto più su una posizione ideologica di sinistra che sulla dottrina sociale della Chiesa.

Il potere di frapporsi all’ordine satanico nel mondo

IL POTERE DEL VICARIO DI CRISTO: vanità o valore escatologico?

Statua-di-San-Pietro-bronzea-nella-Basilica-di-San-Pietro
 di Pierluigi Pavone
Sul sito del ilGiornale (leggi qui) è stata riproposta la notizia, risalente a qualche mese fa, circa la decisione di accorpare, nell’annuario pontificio, i vari titoli riservati al Papa – tra cui Vicario di Cristo – nella categoria dei titoli storici. La notizia aveva suscitato scalpore, critiche e perplessità, in merito all’aspetto formale, storico e onorifico.

Questo cerchio non verrà fatto quadrare

I satanisti e la provocazione sulla libertà di religione

Al potere politico si può chiedere: fino a dove sei disposto a riconoscere il diritto alla libertà di religione? Se il potere non sa rispondere sono grossi guai perché o sarà il potere stesso a decidere di volta in volta in modo arbitrario (e quindi totalitario) oppure accetterà tutto, anche le religioni sataniche per il solo fatto che esistono. La legittima autorità riesce ad usare la ragione politica a questo fine solo se rimane in contatto con la religio vera, ma così facendo lede il principio della libertà di religione, perché dà la preferenza ad una religione sulle altre. Ecco l’avvitamento in cui si cade volendo porre la libertà di religione e anche i suoi limiti.



mercoledì 12 agosto 2020

Il tempo di scegliere.

CONSOLARE GLI AFFLITTI OGGI?


Consolare gli afflitti è importante ma bisogna farlo in senso cristiano e non umanistico o laico: chi sono gli afflitti oggi? Gli italiani hanno perso la speranza? E' giunto il tempo di scegliere: o Gesù o l’impostore Bergoglio 
di Francesco Lamendola  

0 800 super uccelli corvi 
  
Le opere di misericordia, secondo la dottrina morale cattolica, sono quattordici: sette corporali e sette spirituali. Le opere di misericordia corporali sono: 1) dar da mangiare agli affamati; 2) dar da bere agli assetati; 3) vestire gli ignudi; 4) alloggiare i pellegrini; 5) visitare gli inferni; 6) visitare i carcerati; 7) seppellire i morti. Le sette opere di misericordia spirituale sono: 1) consigliare i dubbiosi; 2) insegnare agli ignoranti; 3) ammonire i peccatori; 4) consolare gli afflitti; 5) perdonare le offese; 6) sopportare pazientemente le persone moleste; 7) pregare Dio per i vivi e per i morti. La Chiesa ha sempre insegnato l’importanza di praticarle, se possibile, tutte; in ogni caso, sino al fatale Concilio Vaticano II, non ha mai perso di vista la superiorità delle cose spirituali su quelle materiali, secondo il vero insegnamento di Gesù:

La conseguenza logica di una civiltà senza Dio

COVID-19 E TORRE DI BABELE




C’è qualcosa di quasi biblico nel caos e nella confusione attuali. Per la sua immensa portata sfida la spiegazione o narrativa secolare. Non molto tempo fa, eravamo un popolo, eppure ora siamo frammentati in mille pezzi. È difficile da capire.

Timor Mortis

TeleMemento Mori


Giorno di S. Giuliano. Rilancio un argomento che prima di me ha trattato l'amico Massimo sul suo blog. La campagna dei media nei confronti del Covid è a dir poco depistante, sgomentevole e vergognosa. Non ci hanno lasciato in pace un solo giorno durante tutti questi giorni di calura. Se ci sono giovani al mare, vengono criminalizzati come portatori della nuova peste verso gli adulti e gli anziani. Se si vedono spiagge affollate, invitano a non frequentarle. E tutto mentre persistono i protocolli del distanziamento balneare: via l'asciugamano, prenotare la nuotata, state in ammollo e non sdraiatevi sul telo, e via rompendo e dissuadendo con ogni mezzo.  Voglio ricordare che la stampa (sia i canali tv che le testate giornalistiche) non si limita solo a fare da megafono della politica governativa, ma che è l'espressione stessa  della finanza e dei suoi interessi. 

La guardia forestale del pianeta

Papa Bergoglio e il Sinodo dell'Amazzonia. Misteri di un papa sempre più allineato...

Diego Fusaro

Santo Espiatorio

La festa patronale si fa ma senza il santo


Attratto dalla nostalgia delle origini, dell’antico e dell’infanzia, sono tornato al mio paese in Puglia per la festa patronale. Una festa importante perché il mio paese, Bisceglie, non ha solo un santo patrono ma ben tre, addirittura, un vescovo cristiano e due militi romani mandati per arrestarlo e convertiti alla fede, e poi martirizzati tutti e tre. Mauro il Vescovo, Sergio e Pantaleone i due militi convertiti, infedeli all’arma ma fedeli a Cristo. Il ritorno a casa non è solo il ritorno ai santi ma è un crocevia di rimpatriate famigliari o tra ex-compagni di scuola. Ho rivisto persino un compagno delle elementari che ricordavo ancora col fiocco in gola e ora sforna panzerotti in darsena.

L’errore va guardato in faccia

Humani Generis, l’errore va combattuto

Il 12 agosto 1950 Pio XII promulgava l’Humani Generis, un’enciclica “circa alcune false opinioni che minacciano di sovvertire i fondamenti della dottrina cattolica”. Si tratta di un documento di grande attualità, che dà le coordinate per un retto rapporto tra fede e ragione, e indica il compito di filosofi e teologi cattolici di fronte al pensiero moderno



E se glielo chiedi..

“Ministro, ma quale civiltà? La pillola killer mi ha cacciato in un atroce inganno”

«Mi avevano detto: “Sarà come una mestruazione, ma più abbondante”. Invece mi sono trovata a contorcermi dal dolore per i crampi e gli svenimenti. I denti battevano e dopo aver vomitato tutto ero disidrata. E quando ho espulso il mio bambino ero sul bidet e l'ho gettato nel water mentre le infermiere mi chiedevano se avevo finito. È stato atroce, ho avuto incubi per un anno e ora mi hanno trovato un fibroma». Il drammatico racconto alla Bussola di Natascia, modella vittima della pillola ammazza-bambini che avverte il ministro Speranza: «Farete abortire da casa perché è più comodo. Una dottoressa mi ha ingannata, con la RU 486 non c'è niente di sicuro, civile e indolore, se lei lo dice è perché non ha mai abortito». 




martedì 11 agosto 2020

Il solo che non ci abbandona

 Lo Stato di rovescio


Si chiama Stato di diritto – locuzione derivata dall’espressione Rechtsstaat, coniata dalla teoria giuridica tedesca del XIX secolo – quella forma di governo che sottopone se stessa alla legge attraverso la divisione dei poteri e la formazione di istituzioni di garanzia. Presupposto dello Stato di diritto è che l’esercizio arbitrario del potere venga contrastato con la regolazione dell’organizzazione e del funzionamento dei pubblici poteri, attraverso istituti normativi e modalità istituzionali.

"Se si avvicinano, commettono un sacrilegio”

Il cardinale all'attacco del dem: "Per lui non ci sarà comunione"

Le posizioni di Biden sull'aborto impedirebbero al candidato Dem di accedere all'eucaristia. Il cardinale Burke ne è certo. Ma Biden ha raccontato di aver ricevuto la comunione direttamente dal Papa


Il cardinale Raymond Leo Burke non concederebbe il sacramento della comunione a Joe Biden, che è il candidato dei Democratici per la Casa Bianca per le elezioni presidenziali di novembre.

Tutto questo Roma lo vede? Lo sente?”.

Cina due anni dopo. La realtà dei fatti


Il prossimo 21 settembre scade l’Accordo provvisorio che il Vaticano e la Repubblica popolare cinese hanno firmato due anni fa. L’Accordo, lo ricordiamo, tratta delle nuove nomine dei vescovi cinesi, tema che dovrebbe essere di pertinenza della sola Chiesa cattolica, senza ingerenze da parte dello Stato. Tuttavia, la libertà religiosa alla cinese è molto diversa dalla libertas Ecclesiae così com’è concepita in Occidente e il Partito comunista non esita a pretendere di avere il controllo totale sulla vita della Chiesa.
A due anni dalla firma dell’accordo, qual è la situazione reale in Cina?

Gemelli siamesi

MONS. ICS. MA QUANTO SI ASSOMIGLIANO BERGOGLIO E RONCALLI?

Carissimi Stilumcuriali, mons. Ics come molti altri prelati sta fuggendo l’opprimente calura di Roma e le oppressioni non solo climatiche del Vaticano cercando frescura fra i monti. E dal suo buon retiro fra pini e atei ci ha mandato qualche riflessione agostana….buona lettura. 

Il Papa, nei confronti di Cristo

"JORGE MARIO BERGOGLIO" Vicarius Christi il papa è dal momento che accetta l'elezione a Sommo Pontefice.





Vicarius Christi è un termine impiegato in diversi modi e con differenti connotazioni teologiche nel corso della storia. Un vicario è un dipendente che fa le veci del vero sovrano in alcune questioni di amministrazione di un regno, equivalente a «rappresentante» o «soprintendente». Il titolo è utilizzato nella Chiesa cattolica in riferimento al ruolo del Vescovo di Roma.

La prima traccia del concetto alla base della locuzione si ritrova nella Lettera ai Magnesiani (88 - 107 d. C.) di sant'Ignazio di Antiochia. In essa si recita: «Con la guida del vescovo al posto di Dio». Anche se sant'Ignazio non usa esplicitamente il termine in questione, ne esplicita l'idea.
Nel sinodo romano del 13 maggio 495 le connotazioni teologiche del titolo assumono un significato pastorale, evocando le parole del Cristo all'apostolo san Pietro in Gv 21:16-17: «Pasci le mie pecore... Pasci il mio gregge», con cui Cristo avrebbe fatto di san Pietro il suo Vicario e Pastore, affidandogli la responsabilità del suo gregge (cioè la Chiesa); ciò nella concezione che san Pietro fosse il primo Vescovo di Roma.
L'uso in riferimento ai papi nella Chiesa dei primi secoli era instabile; ne circolavano alcune varianti, come Vicario di Pietro, Vicario del Principe degli Apostoli o Vicario della Sede Apostolica. Questo titolo è utilizzato nel Messale Romano nelle preghiere di suffragio ai papi defunti e fu usato nel giuramento di obbedienza di san Bonifacio verso il papa Gregorio II. L'intitolazione come «Vicario di Cristo» per i papi divenne regolare solo dal XIII secolo, in seguito alle riforme del papa Innocenzo III, che reclamò la prerogativa di nominare i vescovi del Patriarcato latino. Nell'Annuario Pontificio, «Vicario di Gesù Cristo» è il terzo titolo ufficiale del Vescovo di Roma.Vorremmo a questo punto ricordare a Papa Francesco, se ancora Papa possiamo chiamarlo che il suo predecessore di venerata memoria il Papa Leone X condannò la tesi di Lutero, secondo cui il Papa «non è Vicario di Cristo» (n.25, Denz.1475). Chi è un vicario? Uno che agisce a nome di un superiore, in quanto, per incarico di questi, svolge tutte o in parte le sue funzioni, per cui fa le veci di un superiore e agisce al suo posto, in modo tale che ciò che decide il vicario, supponendo che svolga fedelmente l’incarico, viene con ciò stesso approvato e ratificato dal superiore; vale o ha vigore come se fosse deciso dal superiore. Il Papa è Vicario di Cristo solo per la Chiesa terrena; mentre in cielo il Capo è Cristo; e quando Cristo tornerà sulla terra alla fine del mondo, porrà termine alla serie dei suoi Vicari, non più necessari, perché Cristo governerà la Chiesa direttamente anche sulla terra. L’idea luterana ed ortodossa orientale di una Chiesa governata direttamente da Cristo mediante lo Spirito Santo, è un’ecclesiologia che dissolve la Chiesa terrena in quella celeste e con ciò stesso, per inevitabile ritorsione, a causa della confusione, riduce la celeste alla Chiesa terrena. 

Queste eresie perdono di vista la saggezza, con la quale Cristo ha voluto organizzare la sua Chiesa su questa terra, tenendo conto del fatto che la debolezza umana conseguente al peccato originale richiede che l’organizzazione comunitaria della Chiesa non possa essere lasciata alla buona volontà dei singoli, sia pure sotto la guida dello Spirito Santo, ma debba essere conservata, se occorre, anche con la coercizione, o quanto meno con atti esterni, da un’autorità visibile ed efficace. E questa è l’autorità del Vicario di Cristo, che «lega e scioglie» (Mt 16,19).
La Chiesa «invisibile» di Lutero, con la sua apparente spiritualità e libertà, fu una sua utopia dei primi anni, dopo i quali dovette rendersi conto che un potere coercitivo o quanto meno esterno era necessario, solo che ne istituì uno arbitrario di suo conio, trascurando quello legittimo voluto da Cristo.

Altra osservazione. Un vicario umano ha un certo spazio di manovra, una volta che svolge correttamente il suo ufficio. Ugualmente il Papa, nei confronti di Cristo. Il Papa deve saper distinguere con chiarezza ciò che lo vincola assolutamente a Cristo come suo Vicario, da ciò che Cristo lascia alla sua iniziativa, e quindi anche al suo rischio, considerando soprattutto l’enorme differenza delle circostanze nelle quali visse Cristo dall’ambiente storico nel quale vive ogni Papa. Da come un Papa sa utilizzare quelle circostanze e da come sa muoversi in esse egli dimostra come sa svolgere il suo mandato di Vicario di Cristo. In conclusione  Silvana De Mari su La Verità ha scritto quanto segue: "Se non è e non vuole essere il Vicario di Cristo, allora sarebbe corretto si trovasse un nuovo lavoro. E invece no. Bergoglio continua a farsi considerare papa. Il fatto che non sia più Vicario di Cristo permette alla parola Cristo di non comparire, cioè permette che Cristo sia lasciato fuori dalla scena, sia lasciato fuori dalla storia, una storia che Bergoglio preferisce scrivere da solo". Noi aggiungiamo che Bergoglio può abolire tutti i titoli che vuole, questo non fa altro che rafforzare la nostra idea su di lui, di un papa privo di fede e uomo iracondo che gli piaccia oppure no, come Vicario di Cristo verrà Giudicato da Nostro Signore sia che appaia sull'annuario pontificio, o che non appaia più.

Viene prima il sacrificio o il banchetto?

Padre Serafino Lanzetta: Il modo di ricevere la S Comunione
     
   Corrispondenza Romana
https://youtu.be/UE6Gg7KX8mQ

Comunione sulla mano? Le premesse dell'attuale sbandamento eucaristico

I fraudolenti nel nono cerchio dell’Inferno

Concilio Vaticano II / Monsignor Viganò risponde a padre Weinandy


Cari amici di Duc in altum, nell’ambito del dibattito sul Concilio Vaticano II monsignor Carlo Maria Viganò ha inviato una risposta al padre Thomas Weinandy, il quale in un suo scritto aveva condiviso le preoccupazioni dell’arcivescovo sostenendo tuttavia di essere in  difficoltà nell’indicare il Vaticano II come causa diretta dell’attuale situazione.

lunedì 10 agosto 2020

Ubi Petrus?

 Ubi Ecclesia ibi Petrus. Il Papa e la Chiesa oggi


Ritorniamo sul tema del Papa in relazione alla Chiesa, con altre domande... C'è un munus spirituale e uno di governo? Benedetto XVI è il vero papa? Cosa succederebbe se Benedetto XVI venisse a mancare?

https://www.youtube.com/watch?v=ij6xmAcows8

Il Papa, chi è costui? Tanti se lo chiedono, tanti vi rispondono

Verso il Cristo Emerito

Vaticano, svolta del Papa nell'annuario: scompare "vicario di Cristo"

Nell'annuario pontificio del 2020 manca l'espressione "vicario di Cristo". Critiche da parte dei tradizionalisti per l'ultima scelta di Papa Francesco

Papa Francesco è un pontefice che guarda più alla sostanza che alla forma, ma per molti cattolici l'adesione allo schema formale è sinonimo di rispetto della dottrina.

L'ultima polemica, in ordine di tempo, riguarda la mancata presenza del titolo "vicario di Cristo" nell'edizione del 2020 dell'annuario pontificio.