ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

mercoledì 10 maggio 2017

La giornata non sarà assolata?

RIPRENDE   LA PUBBLICAZIONE DELLA RIVISTA 
Divinitas 
9 maggio 2017
Dopo l'Appello a favore della pubblicazione della nuova Rivista  
Divinitas Verbi - Quaderni di Epistemologia Teologica
che avrebbe dovuto costituire la continuazione della vecchia prestigiosa rivista
Divinitas diretta da Mons. Brunero Gherardini

ci giunge notizia - oggi 9 maggio 2017 - che 
Divinitas
 riprenderà le pubblicazioni con un nuovo Direttore.

La notizia ci arriva dal Dott. Rodolfo Abati, che ci trasmette copia di una lettera firmata da Mons. Brunero Gherardini e inviata ai vecchi abbonati di Divinitas.
Lo stesso Dott. Rodolfo Abati ci ha fatto pervenire una sua nota.

Pubblichiamo entrambi i documenti, che possono essere anche scaricati in formato pdf.

Come apparirà chiaro anche ai nostri lettori, in questa questione qualcosa non ha funzionato come avrebbe dovuto. Non è nostra intenzione entrare nei particolari, che peraltro non conosciamo, tranne quanto scritto in questi documenti, ma riteniamo sia il caso di far notare che nel primo Appello si parla di “diritti” trasmessi a Mons. Livi, nel gennaio 2016, con una “scrittura privata”, mentre nella presente notizia si parla degli stessi “diritti” trasmessi a Mons. Schmitz, nel giugno 2016, con “atto notarile”.  C'è da pensare che questo spieghi perché la nuova rivista annunciata abbia preso il nome di Divinitas Verbi: si tratterebbe di due riviste diverse.
Se a questo si aggiunge che la lettera di Mons. Gherardini non porta alcuna data - quella del 22 novembre ci è riferita qui dal Dott. Abati - siamo portati a considerare che ci troviamo di fronte a qualcosa che ha tutta l'aria di un mezzo pasticcio. Peccato!

L'unica cosa che ci tocca aggiungere, per dovere di onestà, è che queste due nuove iniziative sembra proprio che non nascano sotto buoni auspici. Noi facciamo gli auguri ad entrambe, ma se il buon giorno si vede dal mattino, è molto probabile che la giornata non sarà assolata.



Nota del Dott. Rodolfo Abati
(la nota in formato pdf)

Finalmente la notizia che moltissimi di noi aspettavano dal 2015, quando ci giunse la lettera che per vari motivi la pubblicazione di Divinitas era momentaneamente sospesa. Inutile nasconderlo: la paura era che la sospensione preludesse a una soppressione.

Invece con l’allegata lettera, che Mons. Brunero Gheradini firmò in mia presenza lo scorso 22 novembre nel suo appartamento in Vaticano, abbiamo la gioia di comunicare che la Rivista riprenderà la pubblicazione ed è affidata nelle mani sicure di chi può garantire continuità e fedeltà all’intuizione di Mons. Antonio Piolanti. La lettera mi fu consegnata dopo che il 27 giugno 2016 Mons. Gherardini aveva firmato l’atto notarile con il quale cedeva la proprietà e la direzione della Rivista al suo successore.

Il nuovo proprietario e direttore di Divinitas ne è stato per lunghi anni collaboratore e, grazie al suo prestigioso interessamento, ne ha garantito, economicamente, la pubblicazione negli ultimi dodici anni di vita. Anch’egli allievo di Mons. Piolanti, amico di Mons. Gherardini, collaboratore per decenni di Divinitas è certamente il sacerdote che può raccogliere così importante eredità e portare nuovamente la Rivista a essere voce autorevole “di ricerca e critica teologica”.

In questi giorni la lettera di Mons. Gherardini sta arrivando a tutti i “vecchi” abbonati: speriamo che a questi, molti se ne aggiungano. La voce di Divinitasè quantomai necessaria in questo momento storico della nostra Santa Madre Chiesa.

Rodolfo Abati 

Lettera di Mons. Brunero Gherardini
(la lettera in formato pdf)

Ill.mi abbonati di DIVINITAS,

il fondatore della rivista, Mons. Antonio Piolanti, ha voluto dare a questa pubblicazione sin dall’inizio della sua esistenza una linea teologica in armonia con il dato della Rivelazione Divina e il Magistero perenne della Santa Chiesa. Nei lunghi anni della sua direzione, la rivista ha potuto salvaguardare quest’orientamento che fu sempre un punto d’onore per la Scuola Romana di cui l’illustre Rettore della Pontificia Università Lateranense, e poi Prelato Teologo della Pontificia Accademia Teologica Romana, fu un rappresentante tanto brillante quanto deciso. Egli, però, con la sua rara maestria e stupefacente erudizione teologica, non ha soltanto vigilato sullo spirito chiaramente cattolico di DIVINITAS, ma ha potuto anche entusiasmare i suoi numerosi discepoli per la continuazione di questo spirito, fondato sulla conoscenza profonda della scienza teologica e della tradizione ecclesiastica.

Quando Mons. Piolanti mi chiese di continuare la pubblicazione della rivista con tutti i suoi diritti legali, mi sentii di conseguenza insieme onorato o obbligato a mantenere lo stesso orientamento. Questo proposito ha permesso di unire autori di tutto il mondo, in parte già invitati dal mio venerato predecessore, in parte incoraggiati da me, in una collaborazione teologica contrassegnata dallo stesso desiderio di combinare il rigore scientifico con la fedeltà all’insegnamento della Chiesa e i Suoi grandi dottori, e in particolare a San Tommaso d’Aquino.
Questa nova series di DIVINITAS ha voluto proseguire il tentativo di concordare la philosophia et theologia perennis con la discussione della situazione teologica attuale, per mantenere ciò che rimane valido e per scartare ogni tentativo di annacquare o di diminuire la limpidezza della verità rivelata. La fedeltà di molti abbonati individuali e istituzionali alla rivista ha mostrato sufficientemente la necessità di compiere ciò che, nel mondo teologico, con poche eccezioni, doveva ormai essere qualificata come una lacuna tra la mole delle pubblicazioni accademiche.

Con il passare del tempo, però, varie ragioni mi hanno costretto a sospendere durante l’anno scorso la pubblicazione della rivista per poter meglio riflettere sul suo avvenire e per poter eventualmente trovare un successore per portare avanti la tradizione teologica romana plurisecolare ivi espressa con sempre rinnovato vigore e con una particolare attenzione al livello scientifico dovuto. Sono lieto che Mons. Rudolf Michael Schmitz, da anni direttore amministrativo e autore di DIVINITAS, abbia potuto finalmente accettare di diventarne anche l’editore. Sulla scia di Mons. Piolanti, di cui ha fatto la conoscenza durante i suoi studi romani, Mons. Schmitz, al quale ho ceduto anche i diritti della rivista, continuerà a radunare degli autori sicuri ed esperti per approfondire questioni perenni e attuali intorno alla dottrina cattolica con la stessa attenzione alla conformità con il dato rivelato ed il Magistero ecclesiastico che da sempre è stata osservata dai suoi due predecessori.

Sono lieto di poter così annunciare la continuazione della nostra rivista e la raccomando con confidenza agli abbonati. La ripesa sarà effettiva con il primo fascicolo che apparirà nel 2017. Ringrazio della pazienza e della fedeltà di tutti gli abbonati e istituzioni accademiche in corrispondenza con la nostra rivista e mi rallegro della sua continuazione per preparare un avvenire sempre più proficuo per la grande e sana tradizione teologica della Santa Chiesa di cui DIVINITAS è sempre stata e sarà la fedelissima propagatrice.

Mons. Brunero Gherardini
Direttore onorario

Mons. Rudolf Michael Schmitz
Vicario Generale dell'Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote

http://www.unavox.it/Documenti/Doc1034_Riprende_pubblicazione_Divinitas_9.5.17.html

Nessun commento:

Posta un commento