ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

giovedì 24 novembre 2011

Lo Yoga, il Dalai Lama, Laura Bush e la Magia Nera

Traggo dal sito dell’agenzia ADN Kronos la seguente notizia (1):

''Lo Yoga? È satanico'', anatema di padre Amorth sulla disciplina indiana

L'esorcista: ''Praticarlo porta al male come leggere Harry Potter''. Il prelato se la prende infatti anche con il maghetto più famoso del mondo: ''Sembra innocuo ma porta alla magia e, quindi, porta al male''

Già C.G. Jung nella sua prefazione al libro d’oro, metteva in guardia gli occidentali a praticare discipline orientali che, a suo parere, non appartenevano alla nostra cultura e soprattutto alla nostra forma mentis ed alle nostre tradizioni; dalle ricerche di Corrado Malanga si evince come pratiche di meditazione profonda possano favorire l’ingresso dientità estranee alla nostra psiche. Non conosco bene lo yoga e non posso esprimermi in merito, devo notare però che la sua diffusione in Europa, a partire dall’Inghilterra, è una vicenda tutta da riconsiderare perché ricca di episodi interessanti. Credo che a queste discipline si debba il più profondo rispetto ma che chi le pratica debba per necessità approfondire tutti gli aspetti che le riguardano. Ogni rituale, ogni parola o litania sottendono la concentrazione in dimensioni eteree da noi poco conosciute. Nessuna di queste pratiche può dirsi quindi totalmente innocua, a meno che non se ne sia compresa in profondità storia, scopi e metodologia.
L’affiliazione a gruppi che praticano la reiterazione automatica di mantra o rituali, può portare a delle conseguenze notevoli, non tutte piacevoli. Occhio quindi. Non dimentichiamo poi che Laura Bush è una delle maggiori finanziatrici del Dalai Lama (un personaggio che non mi ha mai convinto)…una forse parente del satanista A. Crowley e moglie di uno dei maggiori sostenitori della Guerra Preventiva e del Nuovo Ordine Mondiale, sostiene un pacifico religioso tibetano? La proliferazione del buddhismo in Europa, le sue affiliazioni con movimenti di estrema destra e le ingenti risorse di cui dispone dovrebbero infatti far riflettere a lungo il praticante. 
Ricordiamoci che abbiamo a che fare con una guerra senza quartiere in cui le sette, le pseudo religioni, la stregoneria e la magia nera occupano un ruolo fondamentale. Linguaggi e pratiche astruse filtrano nella realtà, modificandone il senso e la sua percezione.

Nessun commento:

Posta un commento