ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

sabato 18 gennaio 2014

Spot di nuova teologia fondamentale!


Il Papa incontra i dipendenti Rai «Voi testimoni dei cambiamenti»
    Rai, Francesco ai dipendenti: grazie a voi tutti possono vedermi

Il Papa riceve i dipendenti di viale Mazzini: «La Rai è un servizio al bene comune»

Gremita l’Aula Nervi: «Non abdicate per nessun motivo alle vostre responsabilità»

ROMA - «La vostra professione, oltre che informativa, è formativa, è un servizio pubblico, cioè un servizio al bene comune». Sono le parole che Papa Francesco ha rivolto ai dipendenti della Rai e alle loro famiglie che sabato mattina hanno affollato l’Aula Nervi (capace di contenere ottomila persone) in occasione dell’udienza per il 90° anniversario dell’inizio delle trasmissioni radiofoniche e il 60° di quelle televisive.
«NON ABDICARE ALLE RESPONSABILITA’» - «Tutte le professionalità che fanno parte della Rai - ha proseguito il Pontefice -, dirigenti, giornalisti, artisti, impiegati, tecnici e maestranze sanno di appartenere ad un’azienda che produce cultura ed educazione, che offre informazione e spettacolo, raggiungendo in ogni momento della giornata una gran parte di italiani. È una responsabilità a cui chi è titolare del servizio pubblico non può per nessun motivo abdicare». Il Papa ha quindi invitato i dipendenti di viale Mazzini a tenere alto il livello etico della comunicazione cercando di trasmettere«speranza»ed «evitando disinformazione, diffamazione e calunnia che fanno tanto male».
ENTUSIASMO - Papa Francesco è stato accolto con grande entusiasmo dai dipendenti del servizio pubblico radiotelevisivo. «La grande famiglia della Rai è qui numerosa per stringersi a Lei», lo ha salutato la presidente Anna Maria Tarantola. Attraversando la sala, il Pontefice ha stretto mani e baciato bambini, ricevendo anche diverse lettere e biglietti che gli venivano consegnati man mano che procedeva verso il palco.

Nessun commento:

Posta un commento