ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

venerdì 12 dicembre 2014

Ognuno dà quel che ha..!


" Figlia mia carissima, ti scrivo questa lettera per dirti che ti vogliamo tanto bene. 
Sono ormai più di 10 anni che tu sei stata chiamata da Gesù per essere sua sposa, io e il papà siamo quasi vecchi, i tuoi fratelli ormai sono degli uomini. 
Tanta acqua è passata sotto i ponti, ma l'amore per te non è diminuito anzi, ogni giorno va aumentando, i nostri pensieri vanno spesso a te, e ci chiediamo: come starà, avrà freddo, mangerà, si vorranno bene tra sorelline? 
Tanti pensieri affollano la nostra mente, ma uno solo prende il sopravvento su tutti: fatti santa figlia mia, sii degna sposa del tuo Signore, abbraccia la croce come Lui l'abbracciò, non scansarla, non sfuggirla, ma amala come l'hanno amata i bambini di Fatima, ricordi? 
Volete accettare tutte le sofferenze che il Buon Dio vorrà mandarvi per riparare le offese che gli uomini gli fanno e per la conversione dei poveri peccatori?” 
I piccoli risposero “Sì, lo vogliamo”. 
Ecco figlia mia anche tu e le tue consorelle con il vostro Fiat in questo momento particolare e doloroso per l'istituto santo dove sei stata chiamata da Gesù sarai, anzi sarete, come Francesco, Giacinta e Lucia, tre pastorelli, per salvare le pecorelle del Signore. 
Questo “Natale di passione” sia la porta per il Paradiso per tutte Voi e per tante anime. 
Ti abbracciamo, anzi Vi abbracciamo tutte e tutti con le Sante braccia della Vergine Immacolata. 
Santo Natale figlia benedetta.

La tua mamma e il tuo papà ".

Fonte : Cordialiter 

http://traditiocatholica.blogspot.de/2014/12/francescane-dellimmacolata-lettera-di.html

Suor Cristina porta a Papa Francesco il suo cd

Suor Cristina, la suora orsolina che ha vinto "The Voice" divenendo una delle cantanti italiane più popolari del momento, ha partecipato questa mattina all'Udienza Generale in piazza San Pietro e ha poi potuto salutare personalmente il Papa. A Francesco ha anche regalato una copia del cd che ha inciso nelle scorse settimane. Le immagini mostrano un dialogo fitto e i sorrisi reciproci. 

"Per la mia congregazione - ha detto suor Cristina Scuccia all'Osservatore Romano - la testimonianza del Papa è più che mai una guida fortissima. E lo è anche per la mia missione speciale, che vuol essere un servizio a Dio e alla Chiesa attraverso la musica, vissuto con lo stile di 'uscire' per andare verso tutte le periferie che questo tipo di comunicazione fa incontrare".

La religiosa orsolina canterà al Concerto del 13 dicembre i cui proventi saranno destinati al progetto "Ninos de plomos" (Bambini di piombo) che vuole tutelare, con la Fondazione Don Bosco nel mondo, i bambini e i ragazzi di Lima e Calca, in Perù, dalla violenza, dalla droga e appunto dalla contaminazione del piombo. Al concerto di Natale, che sarà registrato sabato nell'auditorium della Conciliazione, per essere trasmesso dalla Rai alla vigilia canterà tra gli altri anche Chiara Galiazzo, che salutando il Papa non ha potuto nascondere la sua emozione.
http://www.avvenire.it/Spettacoli/Pagine/suor-cristina-regala-cd-canzoni-papa-francesco-vaticano.aspx

2 commenti:

  1. come si può pensare di poter espiare x tutti quelli che sono nel peccato se anche chi è consacrata ragiona,ammira e si comporta come le donne di malaffare ? sarà un miracolo se si rende conto dell'offesa fatta a Dio si pente e salva se stessa!!! poveri noi !

    RispondiElimina
  2. Non scoraggiamoci, Anonimo. Iddio è grande, Gesù Cristo Nostro Signore è grande, la Madre Santissima è grande. Loro vendicheranno tutti i torti, raddrizzeranno tutto ciò che è storto. Disse Gesù a Suor Benigna: un'ora sola di Paradiso, farà scordare tutte le sofferenze, fossero pure le più orribili.

    RispondiElimina