ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

venerdì 22 maggio 2015

Ave, Hallah?

DIALOGO CATTO-ISLAMICO: 

L’ASTICELLA SI ABBASSA SEMPRE DI PIU’?





Alle 21,30 del 18 maggio 2015, in Piazza del Duomo a Milano, davanti a una folla di decine di migliaia di persone, il principe della Chiesa di Cristo S. Em. il card. Scola celebra lo sprezzante scioglimento ufficiale dell’identità cristiana nell’acido della confusione delle fedi e dell’ossessionante equivoco del dialogo interreligioso, di fatto ormai dogmaticamente spacciato come la quintessenza della missione ecclesiale.

Nel bel mezzo della poesia-preghiera “Ave Maria” (rallégrati, Maria!) cantata con angelico talento da Tania Kassis, due muezzin intonano la loro ipnotica cantilena invocando “Allah u akbar”.

Ci scusiamo del nostro apparente analfabetismo nel leggere i segni dei tempi ma, noi che rifiutiamo l’accerchiamento modernista di considerare il magistero preconciliare come un ferro vecchio e il 1965 come anno zero della Chiesa, rabbrividiamo di fronte a una simile mescolanza di voci.
Quelle, con tutto rispetto per l’islamicamente corretto, sono pur sempre invocazioni a noi tragicamente familiari, che riecheggiano l’esecuzione sommaria di crudeli sentenze di morte e lugubri gorgoglii di gole tagliate di nostri fratelli barbaramente decollati per fede.
Forse che negli ovattati appartamenti del card. Scola non sia percettibile la stessa eco che fa sussultare i nostri timpani sgomenti?

All'arcivescovo di Milano a titolo di correzione fraterna non sarà inutile consigliare la lettura della mirabile confutazione elaborata dal suo predecessore, il vescovo Ambrogio, della “Relatio Symmachi”, estrema voce della miscredenza e del paganesimo agonizzante, con cui il senatore pagano Simmaco aveva proposto al Senato l’approvazione della legge sulla più assoluta libertà religiosa di ogni culto e divinità.

Preso atto con dolore dell’eversivo sgretolarsi della colonna di verità quale è stata per venti secoli la nostra antica Chiesa degli anatemi, quella della “Pentecoste” manzoniana che “soffre, combatte e prega”, vediamo oggi profilarsi all’orizzonte una novità in linea col dinamismo dei tempi.

Il Papa felicemente regnante, se gli verrà canonicamente attribuito il merito del miracolo di Emma Bonino, specialista alla lettera in ostetricia, improvvisamente guarita dal cancro al polmone dopo l’incontro con lui in Vaticano, altro che “santo subito”, potrà vedersi beatificare addirittura in vita.
Satana creerà una contro-Chiesa che è la scimmia della Chiesa, perché lui, il Diavolo, è la scimmia di Dio.
Avrà tutte le note e le caratteristiche della Chiesa, ma in senso inverso e svuotata del suo contenuto divino fosse un corpo mistico dell’Anticristo che sarà in tutte le apparizioni che assomigliano al corpo mistico di Cristo…Poi sarà verificato un paradosso: le tante accuse che gli uomini del secolo scorso hanno respinto nella Chiesa, sono le ragioni per cui accettano l’anti-chiesa.

(Venerabile Mons. FULTON SHEEN 1895–1979)
  • padre Elia Schafer

6 commenti:

  1. Che dire.... ma sti modernisti della malora non possono tranquillamente fondare un'altra setta oppure, se preferiscono, si aggreghino pure ad un comunità musulmana, si convertano, facciano quel caspiterina che desiderano ma perché continuano a triturare gli zebedeia chi vuol rimanere cattolico... tanto già sono apostati, fatto trenta facciano trentuno...evaporino... poi potranno ballare, pregare rivolti verso la mecca nelle moschee dei loro amichetti, baciare e leggere il corano tutte le volte che vogliono, organizzare festini nelle logge massoniche, raduni con protestanti, giocare e fare spettaccoli da baraccone con pretesse e affini... fora dai ball....non siete cattolici fatevene una ragione....nemici come prima e ognuno per conto proprio.. perché proseguire con ste sceneggiate, suvvia!

    RispondiElimina
  2. dalla A alla Z22 maggio 2015 23:12

    fora dai ball....non siete cattolici fatevene una ragione....nemici come prima e ognuno per conto proprio.. perché proseguire con ste sceneggiate, suvvia!

    Commento meraviglioso che avrei voluto scrivere io.Grazie!!!

    RispondiElimina
  3. Questa è una delle tante vigliacche sceneggiate che ormai ci fanno la disgrazia di propinarci in nome della falsa pace, alla faccia di Nostro Signore Gesù Cristo , della Santissima Trinità, e di tutti i martiri torturati e uccisi dai loro sodali .. Cattolici di tutta la terra uniamoci e preghiamo la Trintà Santissima che ci dia la forza di reagire secondo Verità, che verranno tempi assai difficili grazie ai traditori di Gesù. Chiediamo aiuto alla Vergine Immacolata con il Santo Rosario. jane

    RispondiElimina
  4. Eeeeh no! Troppo facile così! Altro che andarsene! Ma lo sapete cos'è la massoneria? Lo capite che la maggior parte del pretame e vescovame e pure il papame, sono a libro paga della Loggia? Questi sono messi lì per mandare tutto a p****ne! Siamo passati dal Papa col Triregno al papocchio trifunzione : rotazione, rotazione scalpello e scalpello. Un tassellatore demolitore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le infiltrazioni massoniche sono iniziate da lunga data, sicuramente da oltre mezzo secolo. ed ora hanno il controllo completo, al punto da chiedersi quanti sono i preti/vescovi/cardinali rimasti fedeli a Cristo piuttosto di quelli fedeli a Satana/Lucifero...
      Alex

      Elimina
  5. Che quadro desolante, sia sul versante civile, politico, che su quello religioso. Sul primo la fanno da padroni la finanza speculativa, massonica, distruttrice di intere nazioni, interi continenti, il laicismo pervertito e pervertitore, il neocolonialismo delle multinazionali, il piano Kalergi per l'invasione ed il meticciato in Europa. Sul secondo versante i modernisti, massoni, comunisti, protestanti di fatto ed ecumenisti suicidi, che stanno letteralmente distruggendo quel poco che resta del Cattolicesimo, cercando di sradicare completamente le radici cristiane della nostra Europa. Ci sarebbe di che disperarsi, se non sapessimo che entrambi saranno sconfitti dall'Immacolata. Eh si, perché è piaciuto al Suo divin Figlio, NSGC, concedere a Lei l'onore di schiacciare la testa al serpente infernale, per ricacciarlo negli abissi infernali, assieme a tutti i suoi servitori (i primi ed i secondi testè citati). Non ci resta quindi che pazientare e pregare, rimanendo saldi nella fede. Forza e coraggio, quindi, Laudetur Jesus Cristus

    RispondiElimina