ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

mercoledì 3 agosto 2016

Sogni o sei desto?

Ecumenismo senza freni. San Pio X appare in sogno per condannare gli errori della chiesa di oggi

1° Un assurdo Mea Culpa- 2° Una breve esperienza personale di dolore e penitenza per raggiungere la salvezza- 3° San Pio X avvisa oggi sul pericolo dell’ecumenismo e apostasia- 4° Vi lascio la pace vi do la mia pace, non quella che dà il mondo io do a voi

Untitled-1-720x141° UN ASSURDO MEA CULPA

VATICAN - DECEMBER 08: An image is seen as it is projected on St. Peters Basilica's front side during the show Fiat Lux : Illuminating Our Common Home within the Roman Catholic Churchs yearlong Jubilee of Mercy at the Vatican on December 8, 2015. One of the aim of the show is to show solidarity with COP21 talks in Paris. (Photo by Alvaro Padilla Bengoa/Anadolu Agency/Getty Images)
Un’ immagine proiettata sulla Basilica di San Pietro in occasione dell’apertura del Giubileo straordinario della Misericordia. Lo spettacolo FIAT LUX, finanziato dal FMI ha visto macchiare la storica sede di Pietro rivendicazioni con immagini inneggianti al neo-paganesimo (la religione degli Illuminati) in totale disprezzo a Cristo e proprio l’8 Dicembre giorno dell’Immacolata Concezione.
Com’era prevedibile gli attentati comunemente definiti di matrice islamica hanno avuto il ruolo di rafforzare i legami tra Cristianesimo e Islam. Con l’uccisione di padre Jacques Hamel la massoneria ha ottenuto ciò che voleva: l’accelerazione per la completa disfatta del Cristianesimoda sempre nel suo mirino, grazie ai suoi numerosi agenti in Vaticano che seppur (tra)vestiti con abito talare, il loro unico obiettivo è la collaborazione con i superiori incogniti per la distruzione dell’Opera che Cristo ha fondato con la Sua Morte in Croce, attraverso un sincretismo religioso dal sapore fortemente anticristicoPer la prima volta durante una Messa in Italia è stato cantato un versetto del Corano dall’altare, mentre i cattolici recitavano il Credo, un delegato della moschea di al-Azhar del Cairo ripeteva sottovoce una preghiera islamica per chiedere la pace. E’ accaduto nella chiesa di Santa Maria in Trastevere e in diverse chiese d’Italia, durante la cerimonia in ricordo del sacerdote Jacques Hamel di Rouen ucciso dai due diciannovenni franco-algerini.(clicca qui)  È stata, infatti, la CEI a sposare l’iniziativa definendola “un grande gesto”  Inutile spiegare a questi ecumenisti che la Santa Messa è il “mysterium fidei”, ossia il Rinnovamento del Sacrificio di Cristo. Fino a non molti decenni fa persino i catecumeni potevano assistere solo alla liturgia della Parola, ma non alla Liturgia Eucaristica. Quindi non esiteremo a definire queste iniziative ulta-ecumeniche vera e propria Apostasia!

san-tommaso-d-aquinoCon la revisione della dottrina cattolica riguardo l’insegnamento sul giudaismo in occasione del Concilio Vaticano IIla Chiesa accettava le infondate accuse dei suoi nemici che la volevano responsabile dell’antisemitismo che sfociò nella Shoah (…). Con le recenti funzioni che hanno visto canti e versi coranici durante le celebrazioni eucaristiche, la Chiesa si sta addossando assurdamente la colpa degli attentati terroristici, come se fosse Cristo il responsabile del terrorismo islamico e non i governi che da anni addestrano e finanziano eserciti in medioriente, mentre in Europa vengono assoldati e mandati disadattati, scapestrati e malati di mente a compiere stragi. Noi italiani, in particolare, dovremmo essere ancora memori della strategia della tensione che vedeva il coinvolgimento di Gladio, (organizzazione clandestina della NATO... ). Se possedessimo una più acuta memoria storica, ci sarebbe più facile comprendere che il fondamentalismo islamico oggi svolge solo un ruolo di manovalanza nell’opera di destabilizzazione in medioriente e introduzione di leggi speciali ai danni della libertà dei cittadini in Europa e della multiculturalizzazione.
13902649_1116070685105110_340045871519301003_nLe aperture ecumeniche della Chiesa non sono eventi avvenuti spontaneamente. L’assalto e la revisione di molti dei suoi insegnamenti divini sono degli eventi pianificati a tavolino da parte di coloro il cui unico obiettivo è quello di fonderla prima al protestantesimo e poi con le altre false credenze dei vari popoli in vista della fondazione di un’unica Religione Mondiale. Un lavoro che va ad oltranza da ormai trecento anni. Nel 1785 alcuni magistrati ispezionarono una casa a Landshut di proprietà di Xavier Zwack, consigliere della reggenza dell’Ordine degli Illuminati, fondato da Johann Adam Weishaupt e primo reclutatore di nuovi adepti della setta. L’anno successivo fu la volta del castello di Sanderstorf. Grazie a queste ultime ispezioni la giustizia bavarese venne in possesso dell’archivio segreto degli Illuminati e di un insieme di documenti e di carte programmatiche in cui vennero alla luce gli obiettivi delle società segrete:
1 )Abolizione delle monarchie e di ogni altro governo legale;
2) Abolizione della proprietà privata;
3 )Abolizione del diritto di eredità privata;
4) Abolizione del patriottismo e della lealtà militare
5) Abolizione della famiglia, cioé del matrimonio come legame permanente e della moralità familiare; permesso di libero amore; l’educazione dei figli verrà affidata alle comunità;
6) Abolizione di tutte le religioni.
Sei punti che riassumono in materia inquietante il programma che poi si attuerà con la Rivoluzione Russa e l’instaurazione del Comunismo, ideato e finanziato dalla massoneria. Proseguendo con lo scatenamento dell’immoralità e della lussuria a partire dalla rivoluzione culturale del ’68 che ha introdotto divorzio, aborto; in tempi recenti i matrimoni gay uteri in affitto e molto altro vedremo in un prossimo futuro.
13266059_189653618096693_6042402912393966314_nMa i lavori procedono instancabilmente. Nel 1893 – La Società Teosofica patrocina un Parlamento Mondiale delle Religioni che si tiene a Chicago. Lo scopo di questo Congresso interreligioso, il primo incontro ecumenico della Storia, è di introdurre in Occidente concetti induisti e buddisti come la credenza nella reincarnazione. Il processo di sovversione (tutt’ora in atto) decollerà finalmente conil Concilio Vaticano II (conclusosi nel 1965), voluto fortemente dal giudaismo e dalla massoneria, in cui viene rivista l’intera dottrina cattolica dalla quale proviene quella che viene la nuova dottrina  insegnata oggi giorno. Il Concilio Vaticano II, con la rinuncia al dovere dell’evangelizzazione in favore di un ecumenismo sempre più depravato che negherà Gesù Cristo come Unica Via, Verità e Vita per il raggiungimento della salvezza eterna, segnerà il primo passo fondamentale per l’apertura delle porte del naturalismo e dell’ateismoproprio come papa Pio XI aveva avvisato nell’enciclica Mortalium Animos del 1928. Un Concilio ricordiamo che non ha carattere di infallibilità dato il suo totale cambio di rotta dalla dottrina bimillenaria tradizionale che da oltre 55 anni insegna un’infinità di errori e di aberrazioni, prima tra tutte l’insegnamento della cosiddetta “libertà di coscienza”
pio-xii-la-societa-di-oggiNel 1993, Un secondo Parlamento Mondiale delle Religioni si riunisce a Chicago in occasione del 100º anniversario del primo Convegno. Come durante il precedente incontro, si cerca di riunire tutte le religioni del mondo in un’«unica cosa armoniosa», ma si tenta anche di farle amalgamare attraverso gli elementi originali delle loro credenze comuni. Le religioni tradizionali monoteistiche, come il cristianesimo, sono considerate incompatibili con l’«illuminazione individuale», e devono essere quindi drasticamente modificate. Che bisogno aveva quindi il Figlio di Dio di incarnarsi e comandare agli apostoli di annunciare ovunque la Lieta Novella se già prima del Suo Avvento esistevano già le religioni? E’ chiaro che oggi i prelati, citando sempre opportunisticamente le novità del portate avanti dal Concilio si sono abbandonati completamente ai piaceri del mondo abbandonando la via dolorosa del sacrificio e della corona di spine considerata ormai un inutile fardello, per potere tranquillamente continuare sulla via dei propri errori nel benessere, nell’abbondanza e nella bieca illusione che tutto ciò sia gradito a Dio, adesso con il pretesto l’emergenza del terrorismo islamico.
SAN-AGOSTINOLa nuova dottrina cattolica che prevede la Libertà di Coscienza (com’era prevedibile) risulterà estremamente funzionale per il raggiungimento prima la completa ateizzazione dei popoli e in seguito per la rivelazione della Pura Dottrina Luciferiana, la religione degli Illuminati, esattamente come preconizzato nel 1870 da quello che ancora oggi è considerato il papa della massoneria, Albert Pike, nella sua famosa lettera al 33° Giuseppe Mazzini.
“Noi scateneremo i nichilisti e gli atei e provocheremo un cataclisma sociale formidabile
che mostrera’ chiaramente, in tutto il suo orrore, alle nazioni, l’effetto dell’ateismo assoluto, origine della barbarie e della sovversione sanguinaria. Allora ovunque i cittadini, obbligati a difendersi contro una minoranza mondiale di rivoluzionari, questi distruttori della civilta’, e la moltitudine disingannata dal cristianesimo, i cui adoratori saranno da quel momento privi di orientamento alla ricerca di un ideale, senza più sapere ove dirigere l’adorazione, riceveranno la vera luce attraverso la manifestazione universale della pura dottrina di Lucifero rivelata finalmente alla vista del pubblico, manifestazione alla quale seguirà la distruzione della Cristianità e dell’ateismo conquistati e schiacciati allo stesso tempo!”

2° UNA BREVE E PERSONALE ESPERIENZA DI DOLORE E PENITENZA PER RAGGIUNGERE LA SALVEZZA

SAN-TOMMASO-MOROLa messa ecumenica alla quale abbiamo di recente assistito mi ricorda molto una scena che vidi in sogno anni fa. Avevo già da alcuni anni abbandonato la via del peccato e i piaceri del mondo quando Dio come fece con San Paolo mi fece cadere da quel maledetto cavallo che per anni mi aveva mantenuta salda sulla via dell’errore e dell’auto-idolatria. Avevo da alcuni anni abbracciato la fede, quella Cattolica, dopo essermi liberata da terribili conseguenze dovute al mio interesse nella New Age e filosofie orientali che oggi vanno molto di moda. Interessante notare come soltanto nel Nome di Gesù e NON nel nome di Maometto di Krishna o di Buddha io potei essere liberata da quelle entità che cominciarono ad opprimermi una volta essermi decisa di sbarazzarmi di loro. Accettando la penitenza, e il dolore che provavo per aver tradito Gesù Cristo e per aver recato un male immenso alla mia vita, camminavo già alcuni anni come serva inutile, ultima tra gli ultimi, nella Grazia di Dio che per mezzo del Sangue preziosissimo di NS Gesù Cristo mi aveva perdonato e liberato, quando sentii la necessità di volerlo servire in modo particolare. Non sentivo di avere la vocazione, al chè decisi di partire per il medioriente per portare il mio modesto contributo a beneficio di miriadi di nostri fratelli cristiani che vengono sgozzati e massacrati barbaramente in quei territori. Ma non venni considerata idonea per quella missione. In seguito cercai di diventare un membro più attivo in uno di quei gruppi accolti in seno alla Chiesa (di cui preferisco evitare fare il nome) definiti erroneamente Una Nuova Primavera nella Chiesa. Gruppi che si definiscono cattolici, ma ora dopo molti anni di studio e per una grazia particolare ho compreso che si tratta solo di realtà settarie e aggressive, portatrici di istanze e programmi personali, non affatto destinate alla totalità dei cattolici. Per Grazia di Dio riuscii a liberarmi anche di quella impostura che si definiva in linea con la Chiesa Cattolica, e fu da lì che compresi la terribile mano oscura che lavora all’interno della Chiesa e che ha come fine ultimo la sua completa fusione nell’immenso mare magnum delle eresie, delle false ideologie e delle false credenze.

3° SAN PIO X AVVISA OGGI SUL PERICOLO DELL’ECUMENISMO E APOSTASIA

san-pio-xDopo aver chiesto in preghiera luce e verità dall’alto, per poter servire al meglio la Verità una di quelle notti feci un sogno così vivido che sembrava realtà. Sognai la Chiesa dove mi reco quotidianamente. Lo scenario era cupo; tutto era avvolto da un’immensa oscurità. Mi si avvicinò un uomo vestito di bianco come il papa. Non lo avevo mai visto prima. Era una figura elegante, nobile che emanava una luce radiosa. Era alto, capelli bianchi all’indietro occhi azzurro cielo, guance rosee e un’espressione che emanava una pace indescrivibile. Mi si avvicinò e mi strinse forte in un abbraccio paterno davanti a quella Chiesa. Ma appena si scostò volse il suo sguardo verso la Chiesa, si rattristò e svanì. Mi svegliai improvvisamente e realizzai dopo qualche minuto che era soltanto un sogno chiedendomi chi potesse essere quel papa. Mi riaddormentai, e il sogno riprese esattamente da dove era stato interrotto. A questo punto dopo che il papa radioso era scomparso dalla mia presenza, mi decido ad entrare in Chiesa. Era l’orario della messa feriale. Appena entrata, vidi che non c’era più l’altare. Intuì che in un futuro il Sacrificio che viene offerto quotidianamente sui nostri altari potrebbe essere abrogato in un imprecisato futuro, ma all’epoca del sogno ciò era ancora impensabile. Vi erano numerosi sacerdoti ad officiare quella bizzarra liturgia in cui, dall’ambone, venivano lette delle strane letture che non avevo mai letto sulla Bibbia. Riconobbi soltanto uno di quei sacerdoti: era (ed è) un prete dalle idee ultra progressiste; un forte sostenitore della libertà senza la verità. Talmente traviato dalle false teologie da arrivare ad elogiare pubblicamente Marco Pannella il giorno della sua morte per aver avuto il merito di essere stato vicino ai carcerati nel corso della sua vita (!!). Nel sogno chiedevo disperata alle persone presenti se l’orario della messa fosse stato spostato, ma nessuno rispondeva alla mia domande. Sin da subito mi chiesi chi potesse essere quel papa che avevo visto nel sogno. Avevo pensato potesse trattarsi del Beato Pio IX, lo avevo visto sui libri di storia diversi anni prima, la pettinatura e il colore dei capelli era simile a quella del papa radioso, ma non era lui. Infine, dopo aver cominciato a studiare la triste storia dell’infiltrazione massonica all’interno della Chiesa, mi imabettei inevitabilmente in una foto di San Pio X, riconobbi definitivamente in lui quella meravigliosa figura. Era proprio lui! E non poteva essere altri che lui. San Pio X, fu infatti il papa che forse più di tutti cercò di ostacolare la caduta della Chiesa nel baratro. Emise una serie di condanne e scomuniche contro tutti i ribelli che già sotto il suo pontificato agli inizi del Novecento, avevano cominciato un’opera di sovversione all’interno della Chiesa. Opera che però fu grandemente ostacolata e ostruita dal papa santo che oggi gode ogni beatitudine in Cielo e che tutt’oggi continua a pregare per la liberazione del male annidatosi all’interno della Chiesa.

4° VI LASCIO LA PACE, VI DO LA MIA PACE. NON LA PACE DEL MONDO IO DO A VOI

url
Il tradimento della Chiesa spalanca le porte ai nemici
«Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi». (GV 14, 27)
E’ molto triste constatare che oggi siano proprio i suoi consacrati ad aver intrapreso la corruzione più grande. La maggior parte di essi infatti sta lavorando instancabilmente per il seppellimento della Santa Chiesa di Dio, per la pace che impongono i potentati e non quella di Dio, rifiutando ogni monito e ogni avvertimento che la Provvidenza cerca di farci pervenire ancora oggi, negando persino a Dio la Sua Giustizia  e il Suo diritto ad esercitarla. Un Dio costruito secondo le loro convenienze e quindi disposto ad accettare prostituzioni spirituali; perversioni; omicidi (aborto); ribellioni; adulteri; sodomie e vizi di tutti i tipi. Un Dio la cui Parola viene abilmente strumentalizzata per sostenere il Piano Kalergi, ossial’invasione migratoria che porterà alla definitiva cancellazione dei valori europei fondati sulla cultura greco-romana-cristiana. Sintesi delle Scritture e duemila anni di storia della Chiesa oggi è “Costruite ponti e non muri” Amen!Proseguendo così testardamente nella via dell’errore che porterà inesorabilmente il mondo e la Chiesa ad un castigo esemplare.
«Tu hai rotto un giogo di legno ma io, al suo posto, ne farò uno di ferro. Infatti, dice il Signore degli eserciti, Dio di Israele: Io porrò un giogo di ferro sul collo di tutte queste nazioni perché siano soggette a Nabucodònosor, re di Babilonia».(Geremia 28,14)
Redazione Antimassoneria- antimassoneria.altervista.org Copyright © 2016
ARTICOLI CORRELATI
Adesso l’èlite chiede la testa dei cristiani in terra d’Europa. Cosa succederà al mondo e alla Chiesa?
La Chiesa ecumenica ed interreligiosa. La chiesa che vuole la massoneria
Isis, avvelenamento dei cibi e dell’aria e molto altro nei diari del veggente delle Tre Fontane
Obbedienza e infallibilità papale. Cosa insegna veramente la dottrina cattolica?
Dalla visione di Leone XIII ai moniti inascoltati dei profeti di sventura

 "Accogliere i migranti islamici? Non invitate i lupi tra le pecore"

L'arcivescovo Gyula Márfi: "L'Europa riscopra le radici cristiane". Senza si crea un vuoto che viene colmato dai migranti



Dietro c'è una volontà di conquista". A lanciare l'allarme è l'arcivescovo Gyula Márfi che, in una intervista al Timone, ha invitato Bruxelles a riscoprire le proprie radici cristiane per non consegnare l'Europa all'islam"Se buttiamo via tutto questo, non ci resta niente - avverte - la nostra cultura perde il suo senso".
Secondo l'arcivescovo Gyula Márfi, il problema vero male dell'Europa è l'abdicazione ai nostri valori morali. In questo caso, spiega, "la sessualità, l’amore, l’affetto e la vita si distaccano gli uni dagli altri" e "si crea non solo un vuoto ideologico ma anche demografico". Vuoto che viene colmato dai migranti e, in modo particolare, dai musulmani. "Non ho mai disonorato i musulmani ma la loro morale è completamente diversa dalla nostra - precisa l'arcivescovo di Veszprém - quello che per noi è un peccato, per loro è una virtù. Ciò che secondo noi non è una colpa così grave, per loro è un peccato mortale". E fa un esempio: per i musulmani ingannare un kafir (un miscredente) è un atto particolarmente buono. "Dobbiamo considerare questo, senza giudicarli - continua - essuno vuole fargli del male, neanche io li odio, anzi gli voglio bene e li rispetto. Prego per loro tutti i giorni. Non è colpa loro se vogliono occupare l’Europa, ma è colpa nostra".
Nell'intervista Márfi fa notare che il jihad impone ai musulmani di espandersi nel mondo. Sono, infatti, chiamati a rendere dar al islam, cioè territorio islamico, la maggior parte della terra, introducendo la shariʿah"Il fatto che adesso c’è una pressione così forte sull'Europa, non può essere un caso, ma certamente c'è una volontà di conquista - spiega - per questo li appoggiano le banche arabe. Non li fanno entrare in Qatar o negli Emirati Arabi Uniti, ma gli danno i soldi e li incitano ad emigrare da noi". Per l'arcivescovo ungherese l'immigrazione non ha solo cause, ma anche scopi. Come per esempio la destabilizzazione dell’Europa e dell'Eurozona.
papa Francesco che, in più di un'occasione, ha spiegato che nell'immigrato cacciato c'è Cristo, l'arcivescovo Márfi replica usando le parole di Gesù che disse "siate miti come le colombe", ma anche "siate intelligenti come i serpenti""Solo perché vogliamo bene ai lupi, in quanto creazioni di Dio, non li facciamo entrare tra le pecore, anche se arrivano in veste di pecore - conclude - al Santo Padre non conviene dichiarare certi pensieri in maniera forte perché allora i musulmani possono vendicarsi sui cristiani del Medio Oriente".