ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

domenica 12 febbraio 2017

Termometri e febbri

“ESCLUSIVO: la mia fonte in Vaticano mi ha rivelato la vera causa delle dimissioni di Benedetto XVI” di Fra Cristoforo


ESCLUSIVO: la mia fonte in Vaticano mi ha rivelato la vera causa delle dimissioni di Benedetto XVI” di Fra Cristoforo
Il giorno 11 Febbraio 2017 sono 4 anni esatti dalla rinuncia di Papa Benedetto XVI. In tutto questo tempo si è parlato moltissimo di questo fatto storico. Vi suggerisco diverse letture su inchieste di Antonio Socci in merito, che credo sia l’unico che in questi anni abbia fatto oneste indagini, approfondite e accurate, per cercare di dare una spiegazione a quell’evento.
Leggete qui (http://www.antoniosocci.com/benedetto-xvi-ultimo-papa-puo-risponde-quello-non-vi-detto-sul-libro-ratzinger/).. E anche qui (http://www.antoniosocci.com/esplosive-dichiarazioni-mons-gaenswein-ce-un-ministero-allargato-benedetto-xvi-ancora-papa-comepossibile-cosa-ce/). Nel blog di Antonio trovate tantissimo materiale in merito.
Ripeto, credo che Socci sia stato l’UNICO IN ASSOLUTO ad occuparsi in modo approfondito di questa anomalia.
Evito di citarvi altri giornalisti, perché è stato scritto di tutto e di più, ma senza alcun fondamento, dimostrazione, e quindi senza nessuna verità.
Antonio Socci aveva parlato di possibili dimissioni di Benedetto XVI giá diversi mesi prima. Evidentemente anche lui era a conoscenza di qualche sentinella, che lo informava sul “termometro” della Sede di Pietro.
Per Ratzinger non è stato un Pontificato facile. E’ stato sempre attaccato non solo dalla stampa laica, ma soprattutto da chi fomentava quella stampa: I Prelati che hanno sempre voluto e cercato una “chiesa arcobaleno”. Si è parlato anche della famosa “mafia di San Gallo”  (http://www.lanuovabq.it/it/articoli-la-mafia-di-san-gallo-era-gia-nota-13940.htm), che in poche parole avrebbe preparato la destituzione di Benedetto XVI, e l’elezione di Bergoglio.
Ma lasciatevi dire una cosa. Non fu né vatileaks, né la mafia di San Gallo, né il discorso di Ratisbona, né malattia, né altro motivo, che hanno fatto “dimettere”  Papa Ratzinger (metto tra virgolette “dimettere” perché non è stata una dimissione la sua).
Benedetto è un Papa forte. Non gliene importava niente dei pettegolezzi curiali, dei finocchi vaticani, e tantomeno del suo stato di salute e della stampa laica. Lui è un Papa che tira dritto per la sua strada. E sapeva benissimo cosa stava facendo.
Tant’è che – come poi rimarcó Socci – come mai ha sempre l’abito bianco? Come mai fa dichiarazioni chiarissime (ma che per alcuni sono ambigue) dove parla del Suo Ministero “che continua”?!
ECCOVI LA RISPOSTA. So che quello che sto per dire potrà essere preso sottogamba. Ma vi assicuro che è la verità. Sentite.
Prima del mese Aprile 2012, Benedetto NON AVEVA ALCUNA INTENZIONE DI DIMETTERSI. ANZI! Lui è un Papa che AMA LA VERITA’. E PER LA VERITA’  SAREBBE MORTO.
NEL MESE DI SETTEMBRE 2012 BENEDETTO RICEVETTE UNA LETTERA PROVENIENTE DALLA GERMANIA.
DA QUEL MOMENTO CONFIDO’ AI SUOI INTIMI L’INTENZIONE DI DIMETTERSI.
ORA IO SFIDO CHIUNQUE; E DICO CHIUNQUE A CONTRADDIRE QUELLO CHE STO DICENDO. So di dire il vero purtroppo. E so che non verrò MAI contraddetto in merito perché QUESTA E’ LA VERITA’.
Papa RATZINGER DOPO QUELLA LETTERA PROVENIENTE DALLA GERMANIA COMINCIO’ A MEDITARE SERIAMENTE LE SUE DIMISSIONI.
Non so dirvi il contenuto della lettera. Forse solo il suo segretario particolare ne conosce il contenuto. MA SONO PRONTO, IN QUALSIASI SEDE A TESTIMONIARVI CHE QUELLO CHE VI DICO E’ VERO.
E qui torna in ballo LO SPIRITO SANTO. Con Socci.  Nel suo libro “NON E’ FRANCESCO” Socci dimostra in maniera inequivocabile che Bergoglio è stato eletto INVALIDAMENTE. E quindi, lo Spirito Santo, non ha fatto eleggere nessun’altro Papa. L’ultimo Papa, quello valido, è Benedetto XVI. Non ce ne sono altri. La sede di Pietro non è vacante. Ma il vero Papa, per volere misterioso di Dio, è ancora Benedetto. Bergoglio, come lui ha amato chiamarsi dal primo momento, è  da considerarsi SOLO Vescovo di Roma. 
QUESTA E’ LA VERITA’. E VI RIBADISCO che SFIDO CHIUNQUE A DIRMI CHE QUELLO CHE DICO NON E’ VERO. Lo aspetto al varco. Ma aspetto i curiali più influenti. Che sicuramente sanno di cosa parlo. Non l’Andrea Tornielli di turno. O il Marco Politi…ecc… Non voglio “leccacalzini”. Voglio i curiali.
Ha ragione Antonio Socci. Il Papa, colui che dobbiamo seguire nelle fede e nella morale, è  SOLO BENEDETTO XVI. 
Lui solo è Papa. Apriamo gli occhi. E preghiamo.
Fra Cristoforo


Le dimissioni di Benedetto XVI e Civitavecchia


In questo 11 Febbraio, Festa di Nostra Signora di Lourdes,  facciamo anche memoria di quelle strane “dimissioni” che esattamente quattro anni fa Sua Santità Benedetto XVI, Capo della Chiesa Cattolica e Successore di Pietro, annunciò.
Il Papa dichiarò che lo faceva “ben consapevole della GRAVITA’ di tale atto”

(ed i media mondiali, comandati dalla massoneria, all’unisono invece fecero passare per NORMALE la sua scelta! Ed anzi plaudendo ad essa, parlando ipocritamente e falsamente della “grande umiltà” di quel grande Pontefice che fino a poco prima avevano sempre descritto come il male assoluto. Ricordiamo quella terribile prima pagina del Manifesto il giorno della sua elezione col vergognoso titolo “Il pastore tedesco”).

E Sua Santità dichiara di essere “pervenuto alla certezza” di non poter più “esercitare in modo adeguato il ministero petrino”.

E’ così chiaro quanto dice il Papa.

Ed inoltre vanno ricordate le parole della veggente di Civitavecchia. E quella è  una mariofania che è sempre stata osteggiata e messa sotto silenzio. Ancora oggi. Persino il Cardinale Bertone, Segretario di Stato, sminuì gli eventi prodigiosi di Borgo Pantano in televisione, a “Porta a Porta”…

Ebbene alla Veggente  la Madonna le ha rivelato che [PAROLE TESTUALI] “il Santo Padre purtroppo non comanda come vorrebbe comandare, sono più i cardinali che decidono più che lui”.

Tutti possiamo ascoltare le parole della veggente. Il video è disponibile sul sito  YouTube (oltre che su quello della Rai CLICCA QUI ) L’intervista a Jessica Gregori è dell’8 giugno 2012 e  viene trasmessa dalla Rai il 21 marzo 2013 nella trasmissione “La storia siamo noi”.

Per comodità dei lettori viene qui riportato il video dell’intera puntata. Dura poco meno di un ora ed è veramente molto interessante (soprattutto alla luce di quanto è poi accaduto nella Chiesa, inclusa la sordina posta agli eventi di Civitavecchia dopo la morte di Monsignor Girolamo Grillo). Le parole riguardo Benedetto XVI sono al minuto 56.

Featured Image -- 942

Nessun commento:

Posta un commento