ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

venerdì 23 febbraio 2018

They are worried

ROMANA VULNERATUS CURIA CI SCRIVE DAGLI USA. CI DICE: I CATTOLICI YANKEE SI STANNO STUFANDO. PREPARANO QUALCOSA.

Romana Vulneratus Curia (RVC per amici e nemici di Stilum Curiae) è in viaggio. Ma ha voluto renderci partecipi delle sue esperienze oltreoceano. Collegate, naturalmente, alle vicende della Chiesa. Ecco il suo messaggio.
“Caro Tosatti, sono RVC in visita “apostolica” negli Stati Uniti d’America. Negli ambienti (rimasti) cattolici che si preoccupano della sopravvivenza della nostra santa chiesa, si parla molto della cacciata dal consiglio dello IOR di Mary Ann Glendon, ex ambasciatrice Usa presso la Santa Sede ed ex Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze, quella di cui il vescovo argentino Sanchez Sorondo è Segretario Generale e “deus ex machina”. Ovviamente i commenti hanno un valore di verità in funzione della provenienza e dei possibili pregiudizi verso il Pontificato, gli affari finanziari della Santa Sede e così via, perciò potrebbero esser anche un po’ ritoccati.

Le partecipo comunque due indiscrezioni, che ho ridimensionato nel tono, che potrebbero interessare i suoi lettori italici.
La prima è che alcune istituzioni cattoliche americane si sono stancate di veder dissipare in questo modo sia il patrimonio dottrinale, sia quello finanziario; e stiano preparando un’azione che, sempre come indiscrezione, mi dicono sarà piuttosto incisiva. Come si dice, o meglio come si diceva quando si parlava latino, siamo al “redde rationem”, cioè alla resa dei conti, almeno per quanto riguarda Ior, Apsa, ecc.
La seconda è più complessa per me da valutare. In una cena in un locale di midtown (a Manhattan) mi son trovato come vicino di tavolo un ex ambasciatore russo di origine ebraica, ora in pensione ma piuttosto lucido e consapevole. Mi sussurra all’orecchio (ed io mi son trascritto su un foglietto subito dopo): “But what do you think of the current Jesuit pontificate? We are worried for two reasons. First: until yesterday were you Catholics our lifesaver in case of danger, tomorrow? Second: Catholic education, which we do not naturally observe, but which we benefit from, what will the end be?”.
“Ma che cosa pensa del pontificato gesuita in corso? Noi siamo preoccupati, per due ragioni. Primo: fino a ieri eravate voi cattolici, i nostri salvagente in caso di pericolo. Domani? Secondo: l’educazione cattolica, che noi naturalmente non osserviamo, ma da cui traiamo benefici, che fine farà?”.

MARCO TOSATTI
http://www.marcotosatti.com/2018/02/23/romana-vulneratus-curia-ci-scrive-dagli-usa-ci-dice-i-cattolici-yankee-si-stanno-stufando-preparano-qualcosa/

Nessun commento:

Posta un commento