ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

martedì 10 aprile 2018

A gambe levate...!

Via dall’omelia – 0 – Le ragioni per cui


La parte dei miei lettori che ancora frequenta la messa lo sa. Ci sono celebrazioni dalle quali scapperesti a gambe levate, e se rimani è solo perché il Santissimo Sacramento ti aspetta subito dopo. Nei casi peggiori, “subito” è un eufemismo. Certe omelie le prendi come penitenze, e non dubiti che ti servano a scontare un buon numero di anni di purgatorio. Almeno quanto ti sembrano durare.

D’altro canto ci sono chiese che la domenica sono piene come uova, e non perché l’edificio sia sottodimensionato. Conosco non poche persone che si fanno chilometri per andare in quella certa parrocchia, da quel particolare sacerdote, quando magari hanno la parrocchia sotto casa.
Ci si potrebbe domandare perché. Viene in aiuto un articolo che ho trovato qualche giorno fa: “I 9 motivi che oggi allontanano la gente dalla Chiesa“.
E’ un ex parroco tedesco che parla. Ha rinunciato ad essere tale, perché ci sono una serie di cose che non funzionano nella Chiesa. Tra le quali lui elenca:
-si sconsacrano troppi edifici di culto
-intraprendere la carriera di sacerdote è sconsigliabile perché non ci sono prospettive, per di più con il celibato e la promessa di obbedienza
-negli organismi parrocchiali si fanno discussioni sterili
-si deve cambiare sì, ma più lentamente
-le promesse battesimali non sono mantenute, bisognerebbe fare un catecumenato più lungo
-la prima comunione è uno show
-il matrimonio è frettoloso
-i capi della Chiesa sono troppo sfarzosi
-la Chiesa dovrebbe essere un vero “centro servizi” per i fedeli e non solo.
Mi sono detto: in effetti, ecco perché si abbandona la Chiesa. Per sacerdoti come questo, che concepiscono la Chiesa come un centro servizi, si lamentano dei fedeli, non vedono prospettive, trovano il cristianesimo troppo difficile e, alla fine, non parlano di Cristo.
Per quale accidente di motivo uno dovrebbe entrarci? Ha aspettato troppo a lasciare il posto da parroco, questo. Chissà quanti danni ha fatto.
Nei prossimi giorni esamineremo maggiormente nei particolari alcune delle ragioni per cui si scappa dalla messa, con l’aiuto di un esperto del ramo.