ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

venerdì 18 luglio 2014

Alle Volpi non piace il caldo? : commissariamolo!

Firenze, 16 luglio. Grande successo del convegno sui Francescani dell’Immacolata  

Nell’incontro è stata presentata la rivista di apologetica teologica “Fides Catholica”, fondata da p. Serafino M. Lanzetta ed è stato fatto il punto sulla persecuzione che perdura contro i Frati Francescani dell’Immacolata. Un pubblico numeroso e attento ha seguito gli interventi dei relatori e ha dato vita in chiusura a un appassionato dibattito.

di Vinicio Catturelli

zcnvgfi1607Firenze, la città più calda d’Italia: l’altro ieri, mercoledì 16 luglio, 34 gradi all’ombra, un’afa mozzafiato, eppure presso la “Sala Collezioni” della Regione Toscana i posti erano “esauriti” e oltre sessanta persone seguivano attentamente gli oratori, nella giornata di solidarietà con p. Stefano M. Manelli, p. Gabriele M. Pellettieri e la maggioranza dei frati rimasti fedeli all’Immacolata e ai carismi dei pari fondatori , che hanno fatto il punto sull’”affaire” dei francescani dell’Immacolata e hanno presentato la rivista di apologetica teologica “Fides Catholica” fondata da p. Serafino. Lanzetta,  che nel suo primo editoriale del 2006 specificava che :
“…ispirandoci a papa Benedetto XVI …vorremmo far risuonare nelle pagine che comporranno la rivista, sempre quel modo di teologare che non invecchia mai perché innestato nel solco della ‘bimillenaria tradizione della Chiesa’, senza correre il rischio che la parola di Dio ‘venga fatta a pezzi dai continui cambiamenti delle mode’”

Il giovane Guido Scatizzi, che ha presieduto impeccabilmente il Convegno,  dopo aver brevemente, rievocato le fasi del “triste e tristo” Kommissariamento, portato a compimento con metodi staliniani, dell’Ordine dell’Immacolata, ha ringraziato l’ospite Giovanni Donzelli, Capo Gruppo di FdI alla Regione Toscana, che aveva voluto che questa manifestazione si fosse tenuta in una prestigiosa Sede istituzionale, quindi ha letto le adesioni tra cui quella di Julo Loredo, dell’Ufficio della TFP (Tradizione-Famiglia-Proprietà) e del Direttore della nostra testata :
“… Sono vicino e grato a tutti voi, che con la vostra presenza all’incontro testimoniate l’affetto e la solidarietà per i fondatori, p. Stefano Manelli e p. Gabriele Pellettieri. Proprio ieri abbiamo pubblicato su Riscossa Cristiana un articolo di Alessandro Gnocchi, in cui si denuncia l’ennesima cattiveria consumata ai danni di p. Manelli, al quale è stato vietato di recarsi, lo scorso 13 luglio, a Nembro, in provincia di Bergamo, per celebrare la Santa Messa in occasione dell’anniversario della nascita della sua diletta mamma, Serva di Dio come il padre. Una famiglia di veri cristiani che hanno generato nel vero Amore tanti figli a gloria di Dio e che di sicuro da Lassù stanno pregando per quanto sta subendo il loro figlio Stefano, figlio spirituale del Santo Padre Pio e fondatore di una famiglia francescana che dalla sua nascita ha dato frutti meravigliosi di santità e di testimonianza di Fede. Anche noi dobbiamo pregare, per i Francescani dell’Immacolata e anche per i loro persecutori, perché finalmente si ravvedano e cessi questa scandalosa vicenda. Ma dobbiamo anche agire, ed è esattamente quello che state facendo anche oggi, relatori e pubblico, con questa testimonianza di affetto e di solidarietà… Dobbiamo continuare a denunciare questo scandalo perché la Verità non ammette il silenzio; dobbiamo continuare a denunciare, proprio perché amiamo la Santa Chiesa, e ora la vediamo straziata dalla confusione, dall’onda montante del relativismo, dalla presunzione dei modernisti, dalla rabbiosa repressione operata da chi, sapendo che difende la menzogna – e quindi è privo di argomenti – ha come unico argomento la prevaricazione.
La Chiesa non ha mai vissuto un momento così buio, perché ora è la stessa Fede cattolica a essere messa in discussione. Non nascondiamoci la realtà, triste e dolorosa. Tuttavia sappiamo che le porte degli inferi non prevarranno, e con questa fiducia, col Santo Rosario stretto in mano, siamo tutti, ognuno con i suoi mezzi, chiamati alle armi. A noi la battaglia, a Dio la gloria. Viva Cristo Re!”  (Paolo Deotto)
.
Dopo il saluto del Consigliere Donzelli, che ha ribadito la sua disponibilità a seguire questo “caso” , in quanto “la politica non si deve interessare solo dei problemi dell’edilizia e della viabilità come abbiamo fatto nella discussione di oggi in Consiglio Regionale… ma anche di questi problemi che toccano l’animo nostro…”, ha parlato l’Avvocato Ascanio Ruschi, che ha ricordato il radicamento dei frati francescani dell’Immacolata nel difficile clima ecclesiale fiorentino e anche l’attività del parroco di Ognissanti, p. Serafino M. Lanzetta, dei suoi studi teologici, non ultimo il libro : “Il Concilio Vaticano II : un Concilio pastorale” (Cantagalli Ed.) e dei suoi Convegni come quello sull’esistenza del’Inferno, per ribadire i “Novissimi”, sugli errori teologici di Karl Ranher, sull’ermeneutica conciliare della continuità. Pertanto “non va disperso il seme gettato dai francescani dell’Immacolata e dall’Ordine ispirato ai Carismi di padre Stefano M. Manelli e di padre Gabriele M. Pellettieri. E’ stata poi la volta del Direttore di “Controrivoluzione”, Pucci Cipriani, che ha ricordato il cattolicesimo toscano che si ispira alla Tradizione (Papini,  Domenico Giuliotti, Tito Casini, Federico Tozzi ecc) per cui “La rivista ‘Fides Catholica’ si pone in continuità con quelle riviste che fecero grande il cattolicesimo toscano: “Il Frontespizio” che fece la fronda al Fascismo e dalle cui colonne Petrus Magister (Piero Bargellini) difendeva le insorgenze dei “Viva Maria”, attaccati dal fascista “Il Bargello”, “L’Ultima” , anagramma di umiltà, che vide sulle sue pagine gli scritti di Giorgio La Pira, Attilio Mordini, Adolfo Oxilia (che fu Presidente Onorario di “Una Voce”), Tirinnanzi… ma anche “Città di Vita” con il francescano p. Raniero Sciamannini e che vive ancora sotto la direzione di p. Massimiliano Rosito e la “Rivista di Ascetica e Mistica”, diretta dal nostro caro amico, il domenicano p. Tito S. Centi… una Tradizione viva che si rifaceva alla Chiesa di sempre, contro ogni compromesso, la Tradizione, appunto, vita e giovinezza della Chiesa… e non la falsa tradizione che ha in Firenze un importante centro che viene tenuto in vita in quanto tace sulla dottrina ed è funzionale al modernismo, insomma una “riserva indiana” che, talvolta, manda qualcuno a fare scorrerie per mettere confusione nelle file della Tradizione…”
Infine, applauditissimo, Carlo Manetti curatore del volume : “Un caso che fa discutere: i francescani dell’Immacolata” (edito da Fede & Cultura) che ha ricordato come questo “Kommissariamento” dell’Ordine faccia parte di una più ampia guerra pilotata e condotta da coloro che si ispirano all’eresia , condannata da San Pio X, del Neomodernismo… dimostrando anche come, per sopprimere e annientare l’unico Ordine fiorente della chiesa, si sia calpestata anche ogni norma del Diritto Canonico. Secondo il dottor Carlo Manetti “si vorrebbero far confluire i pochi frati rimasti nell’Ordine dei francescani dell’Immacolata (la maggioranza dei frati è rimasta fedele a p. Stefano M. Manelli ) nell’Ordine dei cappuccini da quale proviene il Kommissario p. Volpi…”
Carlo Manetti ha concluso ribadendo che “dobbiamo rimanere fedeli alla Fede di sempre (“tradidi quod et accepi”) anche di fronte a questi episodi inqualificabili, opera di uomini fallibili… che non mirano neanche a un potere reale ma che si accontentano di appagare il proprio orgoglio nel sapere di poter sottomettere e umiliare altre e ben più grandi persone…”
Al termine, Guido Scatizzi ha moderato gli interventi in un serrato e appassionato dibattito.
Tra gli altri intervenuti erano presenti: S. E. il dottor Renato Santilli, Presidente aggiunto della Suprema Corte di Cassazione, il Marchese dottor Giovanni Fossi, i Docenti Universitari Alessandro Giorgetti e Francesco Dal Pozzo d’Annone, i Consiglieri Regionali Marina Staccioli (FdI) e Chiurli (Gruppo Misto), il Direttore di “Imola Oggi” Armando Manocchia (che ha annunziato un Convegno su Oriana Fallaci che si terrà il 15 settembre p.v. a Firenze), delegazioni del Comitato dell’Immacolata da Roma (Maddalena Capobianco), da Livorno (Piero Mainardi) e dal Bosco Ai Frati nel Mugello (Lucia Donato Lapucci).
L’abbonamento alla rivista “Fides Catholica” (2 numeri di trecento pagine, euro 20,00) si può sottoscrivere con versamento sul cc. postale n.70272836 intestato a Casa Mariana Editrice . Per informazioni:  cm.editrice@gmail.com
Gli interventi degli oratori verranno pubblicati su Riscossa Cristiana.

.
zzcnv2
 da sinistra: Pucci Cipriani, Guido Scatizzi, Carlo Manetti, Ascanio Ruschi  (clicca sulla foto per ingrandirla)

3 commenti:

  1. Ma quale pubblico numeroso! Erano i soliti quattro gatti che si riciclano di qua e di là per far finta che ci sia stato un presunto successo! Svegliatevi!

    RispondiElimina
  2. non è il numero che fa la verità , neppure la giustizia. anche sotto la croce erano i più che gridavano , crufige , ma le pare avessero ragione ?

    RispondiElimina