ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

sabato 30 aprile 2016

Tu dixisti.


Cappuccetto rosso e il lupo in Vaticano : l'appello di don Elia


L'attuale leadership  vaticana riesce a turbare continuamente la mia sensibilità di provincialotto semplice ed ignorante. 
Mi ha anche scioccato il recente invito in Vaticano del candidato democratico alla Presidenza USA Bernie Sanders che ha pure incontrato per "un saluto", come previsto, Papa Francesco nella hall dell'albergo Santa Marta dove, guarda caso, il politico aveva preso alloggio dopo essere stato invitato a tenere un Conferenza in Vaticano.

Rimando all'illustre mittente l'invito di trovare uno psichiatra anche se davvero io ho pensato e penso tuttora "...che fare un saluto - ad un candidato alla Casa Bianca, invitato chissà perchè in Vaticano- sia immischiarsi in politica" . 
Tu dixisti.

L'incontro del Papa con Bernie Sanders (che ha portato anche sfortuna o sfiga -come dicono i ragazzi- al candidato americano...) era stato previsto nei minimi particolari,  riscontrabili anche in diversi articoli della stampa USA :  non ci facciamo certo imbambolare dalle parole di uno stizzoso , illuminato Papa che pensa di avere dei sudditi oltre che obbedienti anche cretini.
La meravigliosa realtà di un cristiano che San Paolo descrive così bene «E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto lo Spirito che rende figli adottivi, per mezzo del quale gridiamo: “Abbà! Padre!”» replica dall'infelice battuta papale che considera i suoi sudditi come dei babbei: "Se qualcuno pensa che fare un saluto sia immischiarsi in politica, beh, farebbe meglio a trovare uno psichiatra".
E' la forza del Battesimo che ci rende davvero figli in Gesù, morto e risorto, "secondo la ricchezza della sua grazia. ... abbondantemente riversata su di noi con ogni sapienza e intelligenza":  non ha limiti, confini o etichette e  ci fa gioire dei carismi di persone libere e intelligenti  messi a servizio di un'unica causa, quella del Vangelo e dell'annuncio di Gesù, via, verità e vita per l'uomo. 
Con la speciale configurazione in Cristo  che ci viene dal Battesimo noi chiediamo all'organizzazione vaticana: " Perchè è stato invitato dentro le sacre mura il candidato alla Casa Bianca Bernie Sanders sostenitore del completo "diritto" della donna ad abortire e favorevole al (ri) finanziamento al colosso sanitario Planned Parenthood? " ( leggere uno specifico articolo QUI ) 
Noi siamo figli non più schiavi neppure dell'attuale, illuminata leadership vaticana che pretende di avere degli sudditi di serieB pronti a credere alle balle. 
Con la forza e la libertà che ci viene dal Battesimo aderiamo "in corde" all'appello che oggi Don Elia ha lanciato su Chiesaepostconcilio  QUI.


Dobbiamo difendere la nostra casa dall'attacco dei lupi.
Non l'abbiamo potuto fare fino in fondo circondando con il nostro corpo l'attaccato Papa Benedetto XVI perchè nessuno dei chierici,ce lo ha fatto percepire in tempo! 
Ora han : "... mutato padrone. Un servo obbediente di violenta passione!" ( Cfr. Andrea Chenier, di Umberto Giordano).



L'appello di Don Elia è stato riassunto un fedele con queste significative parole che riporto QUASI integralmente.   :

"Don Elia ha stamane lanciato un appello
Bisogna aderire tutti in massa all'appello di Don Elia e metterlo in pratica il piu' possibile.
Questa e' l'ora delle tenebre e nello stesso tempo l'ora della lotta per la fede, quella vera, insegnata dalla Chiesa per venti secoli... . Perche' veniamo cresimati quali "soldati di Cristo" se poi non combattiamo per Cristo? 
Il Regno di Cristo non e' di questo mondo ma per entrarvi bisogna combattere duramente in questo mondo. 
E qui si tratta di riconquistare la Gerarchia alla fede non di lottare per possessi temporali; e' una lotta per la salvezza delle anime, compresa la nostra.
L'appello di Don Elia si rivolge giustamente alla sfera privata e a quella pubblica. 
Privata, nel senso dell'azione che come individui privati (noi e le nostre famiglie) possiamo svolgere nell'ambito della realta' ecclesiale immediata (la parrocchia). 
Ci invita a contestare i parroci fedifraghi, a non dargli piu' un quattrino, a disertare le loro chiese, trasformate gia' da essi in un deserto della fede. 
... 
E bisogna sostenere i sacerdoti rimasti comunque fedeli (e incitarli anche loro alla lotta per la fede).
Nella sfera pubblica ci invita ad andare a Roma, in una data da destinarsi, per consacrarci alla S.ma Vergine. 
Chi potra' andarci, si consacrera' a Colei che schiaccia le eresie, che vengono tutte dal Serpente.  ...".
Maria Madre della Chiesa prega per noi !

1 commento:

  1. Ma sì, perché non credere che il papa e il (politicamente) sinistrissimo Sanders si sono incrociati quasi per caso, alle 6 del mattino in Santa Marta, scambiandosi un fugace saluto? Che il papa, ovviamente, ha concesso, come egli stesso ha detto, per 'educazione'.

    Dev'essere lo stesso 'quasi per caso' che ha fatto incontrare almeno quattro volte il papa e il signor Scalfari sempre in Santa Marta, casa diventata più affollata della Stazione Termini all'ora di punta, dove transitano - sempre per caso - personaggi italiani e stranieri sempre curiosamente e politicamente sinistri che anch'essi, vedi la coincidenza, incrociano il pontefice e si scambiano doni non programmati.

    Ad altri, quelli a cui il caso non concede questo privilegio perché di opposta visione politica e di fede, pubbliche e ripetute bastonature (e queste di sicuro non per caso. Della serie: ogni riferimento a cose o persone è volutamente puntuale...).

    RispondiElimina