ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

lunedì 15 agosto 2016

La società senza fede e speranza

Le stragi e i massacri degli ultimi vent’anni hanno qualcosa in comune, ma non la pistola.


1°La detenzione di armi da fuoco per legittima difesa è immorale?- 2° I neocons vogliono diarmare i cittadini- 3° Le tristi conseguenze del disarmo dei popoli- 4° Tragiche conseguenze dell’uso di psicolfarmaci- 5° Verità nascoste- 6° Lo stretto legame che unisce gli autori di stragi e massacri agli psicofarmaci- 7° La società senza fede e speranza: un pericolo per tuttiUntitled-1-720x14

schiavizzare i popoli1° LA DETENZIONE DI ARMI PER LEGITTIMA DIFESA  E’ IMMORALE?

Con la crescente escalation di violenza e insicurezza che minano il quieto vivere dei cittadini nell’ultimo anno è stato registrato un aumento esponenziale di acquisto di armi da fuoco in Italia. Dopo gli ultimi fatti di sangue, il tema delle armi da fuoco nelle mani dei cittadini è tornato al centro del dibattito politico. Anche se in Italia ottenere un porto d’armi non è così facile,sono sempre più i cittadini che non rinunciano ad avere un’arma in casa per sentirsi più sicuri da aggressioni, furti e violenze. Affrontare un argomento del genere è spesso molto difficile in tutti gli ambienti, anche in quello cattolico: la maggior parte dei cristiani sono infatti convinti che tenere un arma in casa sia qualcosa di immorale, a causa della credenza (falsa) che la dottrina della Chiesa preveda una sorta di pacifismo, anche nei confronti di chi vuol nuocere ai nostri danni. Un concetto a dir la verità sconosciuto nella storia del Cristianesimo. Leggiamo quindi per intero il passo n° 2264 del Catechismo della Chiesa Cattolica relativo alla difesa del dono della vita, in cui si evince chiaramente la legittimità della difesa personale

«L’amore verso se stessi resta un principio fondamentale della moralità. È quindi legittimo far rispettare il proprio diritto alla vita. Chi difende la propria vita non si rende colpevole di omicidio anche se è costretto a infliggere al suo aggressore un colpo mortale: « Se uno nel difendere la propria vita usa maggior violenza del necessario, il suo atto è illecito. Se invece reagisce con moderazione, allora la difesa è lecita […]. E non è necessario per la salvezza dell’anima che uno rinunzi alla legittima difesa per evitare l’uccisione di altri: poiché un uomo è tenuto di più a provvedere alla propria vita che alla vita altrui ». (1)
La vita è quindi un dono prezioso che Dio ci ha donato, ed è quindi un dovere difendere la propria e quella di persone che ci stanno al nostro fianco da qualsiasi minaccia.

2° I NEOCONS VOGLIONO DISARMARE I CITTADINI

url-2
Coloro che sostengono il disarmo dei cittadini
Tuttavia il diritto fondamentale alla propria difesa personale è stato negli ultimi tempi messo in discussione. La polemica è partita proprio dagli USA, uno di quei paesi che fino ad alcuni decenni fa considerava indiscutibile il diritto di possedere un’arma da fuoco. Così si esprimeva George Washington a tal riguardo:
«Un popolo libero non solo dovrebbe essere armato e disciplinato, ma dovrebbe avere abbastanza armi e munizioni per mantenere il suo status di indipendenza da qualsiasi tentativo di essere oggetto di abuso anche da parte del proprio governo». -George Washington-
Ma i tempi sono cambiati. Politici, intellettuali e giornalisti USA allineati con l’èlite del male si sono schierati per muovere guerra contro la detenzione di armi da parte dei cittadini americani. Secondo le loro argomentazioni, sarebbe la facile detenzione di armi da fuoco la causa della massiccia escalation di massacri, sparatorie ed eventi sanguinosi negli Stati Uniti. Nei precedenti capitoli abbiamo parlato circa il progetto MK Ultra e la necessità da parte del governo di innescare violenze chaos, false flag per sottomettere sempre più i cittadini alla menzogna chiamata “verità ufficiale” e alla necessità di abrogare molti punti non negoziabili della Costituzione di cui gli americani tanto vanno fieri, ma che oggi i potentati ritengono essere un intralcio verso i loro piani di dominio assoluto del controllo delle masse.  (2)
url-1Molti ricorderanno le lacrime di coccodrillo in diretta TV di Obama per le stragi causate dall’eccessiva facilità di possedere un porto d’armi in USA (!) Il premio Nobel per la pace è tornato a picconare contro le la detenzione di armi dei cittadini soprattutto dopo la strage di Orlando quando Omar Mateen un cripto-gay che -secondo la propaganda mainstream- non accettava la sua condizione (!!) ha fatto fuoco in un locale gay che lui stesso frequentava uccidendo 49 persone. In realtà com’è risultato ovvio sin da subito, Mateen era una cavia designata del progetto governativo MK Ultra; un altro dei tantissimi tiratori designati, accusati di essere terroristi di Daesh (dopo l’inevitabile morte, che segue di rito…). In questo caso la grancassa mediatica non ha potuto far altro che ricordare il vademecum dei suoi padroni, ossia: quanto la non accettazione della propria omosessualità possa portare all’adesione a fondamentalismi religiosi (…); quanto le religioni siano complici di atteggiamenti criminali, e quanti danni possono compiere tali soggetti se questi detengono un’arma da fuoco. Che dire tre piccioni con una fava: meno religioni; più sodomia; zero armi…
Peccato che Obama, nei suoi patetici discorsi, non annoveri mai l’infinità di vittime in tutto il mondo causate dalla sua politica, dallo scatenamento di guerre assurde per rovesciare governi legittimi, né le tragiche conseguenze dovute all’impegno per il mantenimento dell’egemonia del dollaro che causa milioni di morti nei paesi deboli non in grado di competere con il “dollaro forte”. E che dire dei miliardi che il suo governo stanzia alla clinica degli orrori, la Planned Parenthood? L’obiettivo di disarmare il popolo è stato tra l’altro abbracciato in toto dalla sua probabile succeditrice alla Casa Bianca, la sanguinosissima Killary Clinton che afferma che il disarmo della nazione sarà uno dei primi provvedimenti che porterà a compimento, forse anche prima di innescare una rovinosissima guerra nucleare contro Iran e Russia.

3° TRISTI CONSEGUENZE DEL DISARMO DEI POPOLI

hitlerNon è un caso infatti che la negazione del diritto del cittadino di possedere un’arma sia sempre il primo provvedimento preso da qualsiasi regime totalitario. Qualche esempio? Gli effetti del disarmo nel 1911, causarono la morte di oltre un milione e mezzo di armeni in Turchia. Stalin portò via le armi dal popolo nel 1929, causando 20 milioni di morti. Pol Pot disarmò i suoi cittadini nel 1956. Subito dopo uccise due milioni di cittadini. Mao Zedong dopo aver debitamente disarmato i suoi, nel 1935, una volta che questi rimasero senza nessuna difesa ne uccise 20 milioni. Gli stessi effetti si ebbero in Cambogia, in Uganda ed in qualsiasi altro paese dove la detenzione di armi fu messa al bando. Anche Adolph Hitler aveva ben intuito la necessità di un popolo privo di difesa personale per il raggiungimento dei propri scopi. I risultati sono più che noti. Tuttavia oggi la propaganda vuol convincere le masse che la causa di stragi e sparatorie siano ascrivibili alla detenzione di armi negli USA. La realtà è però molto diversa.

4° TRAGICHE CONSEGUENZE DELL’USO DI PSICOFARMACI

PISTOLATuttavia c’è un qualcosa che tutti i cittadini improvvisatisi killer d’assalto hanno in comune e non solo in America. Il comune denominatore è infatti l’uso selvaggio di psicofarmaci. Non sorprendetevi se nessuna centrale del mainstream ne ha mai fatto menzione. E’ stato appurato ormai empiricamente che tutti i killer d’assalto hanno fatto uso di Prozac, Zoloft, Zyprexa Seroquel e altre sostanze tossiche che stanno prendendo piede in tutto il mondo nonostante gli USA rimangano tutt’oggi il paese dove l’assunzione di queste sostanze rimane una fra le più alte al mondo insieme all’altissimo tasso di omicidi e suicidi. E’ stato dimostrato che tutti gli autori di massacri, omicidi, suicidi o comportamenti violenti ne facevano uso, o ne avevano fatto uso prima di compiere i loro crimini. Gli effetti collaterali degli psicofarmaci, infatti sono tantissimi. La terribile verità circa gli effetti degli psicofarmaci viene nascosta ai pazienti e persino agli stessi medici, i quali debbono affidarsi alle ricerche e alle valutazioni contenute nella pubblicazioni curate dalle stesse aziende dei suddetti farmaci. Secondo la FDA (l’agenzia statunitense di controllo dei farmaci) gli antidepressivi possono causare ideazioni e comportamenti suicidi, peggioramento della depressione, ansia, attacchi di panico, insonnia, irritabilità, ostilità, impulsività, comportamento aggressivo, episodi psicotici e violenza. Secondo i produttori, alcuni antidepressivi causano anche ideazioni omicide. Molta gente, dopo avere fatto uso prolungato di antidepressivi, non riesce più a provare emozioni normali.
psicofarmaci 2Gli psichiatri prescrivono farmaci antipsicotici come Zyprexa e Seroquel per un ampio spettro di disturbi: dalla schizofrenia al disturbo bipolare, dalle allucinazioni alla depressione psicotica, autismo o qualsiasi altra cosa immaginabile, persino il “disturbo pervasivo dello sviluppo” – un’idea geniale che ha fatto impennare le vendite di antipsicotici perché vengono prescritti a bambini vivaci o aggressivi o agitati! In realtà, è poco noto che questi farmaci sono utili a stordire elefanti, non a curare disturbi psichiatrici. Gli effetti avversi di questi farmaci non sono tuttavia limitati al peggioramento del tuo stato emotivo e al causare psicosi e violenza. Vi sono anche effetti collaterali di tipo fisico, tra cui sanguinamento anomalo, difetti di nascita, attacchi cardiaci, crisi epilettiche e decesso improvviso.
Questi farmaci furono sviluppati, in origine, per curare i cosiddetti schizofrenici, ma l’industria farmaceutica ha avuto una brillante idea per aumentarne la diffusione presso un mercato molto più ampio: utenti insoddisfatti degli antidepressivi. In America, dove è ammessa la pubblicità dei farmaci, ci sono anche gli spot in TV: “se il tuo antidepressivo non funziona, non incolpare il farmaco: potresti avere il disturbo bipolare!”. Col tempo, queste sostanze possono insorgere tristezza profonda, rabbia e aggressività. Mentre tentano d’inibire la ricaptazione di serotonina, gli antidepressivi possono anche impedire il loro rilascio, e anche quello di un altro composto importante per il cervello noto come dopamina. Le aree del cervello deputate al rilascio e alla ricaptazione di questi neurotrasmettitori sono maledettamente simili (dopotutto lavorano sulla stessa molecola): un farmaco antidepressivo non è abbastanza intelligente da capire su quale dei due deve lavorare. E quindi fa ciò che farebbe un qualsiasi farmaco stupido: li blocca entrambi. Rimuovendo serotonina e dopamina dal cervello, chi fa uso prolungato di antidepressivi non riesce a provare trovare pace, e serenità. Piuttosto, chi vive nell’inferno degli psicofarmaci, viene sommerso da una valanga di pulsioni negative e distruttive. Se non si riesce a provare più alcuna pulsione verso il bene e a trovare felicità nella vita, cosa impedisce a queste anime senza pace d’impiccarsi o di sterminare i compagni di scuola? (3) Questo è il motivo per cui chi prende questi farmaci si ritrova con quello sguardo fisso e vitreo: vittime dell’incantesimo psichiatrico.

5° VERITA’ NASCOSTE

Ma la verità è stata occultata. Molteplici studi scientifici, rigorosamente documentati e attendibili, sono stati soppressi, così come i documenti interni provenienti da alcune aziende farmaceutiche che hanno omesso le informazioni che indicano gli effetti collaterali non dichiarati dei farmaci SSRI (Selective Serotonin Re-uptake Inhibitors) incluso il suicidio e altri comportamenti violenti.
Mother-fantasised-killing-kids-antidepressants-900x350Sono miriadi le testimonianze di ex pazienti che dopo aver sperimentato il trattamento hanno riportato gravi distrurbi psichici. Recentemente una mamma inglese di nome Katinka Blackford Newman, (foto a destra) intervistata da  ITV’s This Morning afferma di aver subito un grave peggioramento del suo stato durante il trattamento con gli psicofarmaci, culminato con allucinazioni, atteggiamenti aggressivi e psicosi che la portavano spesso a desiderare di uccidere i suoi figli. (4)
Vi basti visitare il sito www.ssristories.com che ha documentato oltre 4500 “crimini mainstream” riferendo casi l’uso di potenti farmaci di tanti comuni cittadini che diventano improvvisamente dei mostri. Pubblichiamo in seguito un elenco che riporta i nomi dei farmaci di cui hanno fatto uso i vari autori di stragi e massacri degli ultimi vent’anni in USA. L’elenco è stato compilato e pubblicato da John Noveske, fondatore e proprietario di Noveske Rifleworks pochi giorni prima di essere misteriosamente ucciso in un incidente d’auto(5) Noveske non è l’unico beninformato sugli effetti di nefaste sostanze ad essere stato eliminato. C’è anche il caso del vincitore del premio Pulitzer per il giornalismo Gary Webb, che ha documentato un’operazione della CIA per il controllo mentale negli anni ’80 e che fu trovato morto da due colpi di pistola alla testa. Ufficialmente l’ipotesi di chi pretendeva che Webb si fosse suicidato è stata scartata.
In alto Frank Olson
In alto Frank Olson
C’è il caso di Frank Olson, un micro biologo che stava lavorando per la CIA sugli esperimenti del famigerato programma di ricerca per il controllo della mente MK ULTRA. Dopo che Olson espresse il desiderio di abbandonare la ricerca sul programma (come racconta il figlio Eric) è stato ritrovato morto in seguito ad un volo dal decimo piano dallo Statler Hotel di New York nel 1993. (6) Il caso fu bollato ovviamente come suicidio, ma la famiglia di Olson è riuscita ad ottenere la riesumazione della salma del malcapitato che venne nuovamente esaminata in una seconda autopsia da James Starrs, professore di diritto e della scienza forense presso il National Law Center presso la George Washington University. La squadra di Starr ha concluso che il trauma contusivo alla testa e le lesioni al torace non erano ascrivibili alla caduta, ma gli erano state inflitte nella stanza prima della caduta.

6° LO STRETTO LEGAME CHE UNISCE GLI AUTORI DI STRAGI E MASSACRI AGLI PSICOFARMACI

PSICOFARMACI 4Lasciamo, quindi ai singoli lettori di trarre liberamente le proprie considerazioni circa le sorti di Noveske autore di questa lista.
Eric Harris 17 anni (ha usato prima Zoloft poi Luvox) e Dylan Klebold di 18 anni in Colorado, hanno ucciso 12 studenti e 1′ insegnante, e ne hanno feriti altri 23, prima di uccidersi entrambi. Le cartelle cliniche non sono mai stati messe a disposizione del pubblico.
Jeff Weise, 16 anni, prendeva 60 mg  di Prozac (tre volte la dose media di partenza per gli adulti!) Quando uccise suo nonno, la fidanzata di suo nonno e molti altri studenti a Red Lake Minnesota. 10 morti, 12 feriti. Poi si è sparato.
Cory Baadsgaard, 16 anni, Wahluke (stato di Washington), usava Paxil (che gli dava allucinazioni) quando ha preso un fucile tenendo in ostaggio 23 suoi compagni di liceo. Baadsgaard non ha nessun ricordo dell’evento.
Chris Fetters, 13 anni, ha ucciso sua zia durante il trattamento con il Prozac.
PSICOFARMACI 6Christopher Pittman, 12 anni, uccise entrambi i suoi nonni durante l’assunzione di Zoloft.
Mathew Miller, 13 anni, si è impiccato nella sua stanza da letto dopo aver preso Zoloft per 6 giorni.
Kip Kinkel, 15 anni, (Prozac e il Ritalin) ha sparato ai suoi genitori mentre dormivano, poi si recò a scuola e ha aperto il fuoco uccidendo 2 compagni e ferendone 22, poco dopo l’inizio del trattamento Prozac.
8 Luca Woodham, 16 anni (faceva uso di Prozac) ha ucciso sua madre e poi due studenti, ferendone altri sei.
Torey Adamcik and Brian Draper di Pocatello, ID erano sotto l’effetto di Zoloft, causando l’uccisione delle sorelle Cassie e Jo Stoddart
10 Michael Carneal, 14 anni faceva uso di Ritalin, quando ha aperto il fuoco su alcuni studenti durante un incontro di preghiera al liceo di West Paducah, Kentucky. Tre adolescenti uccisi, altri cinque sono rimasti feriti.
11 Jeffrey Franklyn un giovane di 17 anni di Huntsville, Alabama sotto effetto di Ritalin, uccise i suoi genitori e ferì tre dei suoi fratelli con un’ascia.
12 Andrew Golden e Mitchell Johnson, di 11 anni e 14 anni, della Westside Middle School  (Arkansas), facevano entrambi uso di Ritalin, quando massacrarono quattro studenti, un insegnante, causando il ferimento di altre 10 persone.
13 TJ Solomon, 15 anni, (Ritalin) studente di scuola superiore a Conyers, in Georgia ha aperto il fuoco ferendo sei dei suoi compagni di classe.
14 Rod Matthews, 14 anni, (Ritalin) ha colpito a morte con una mazza da baseball un suo compagno.
15 James Wilson, 19 anni, di Breenwood, Carolina del Sud, faceva uso di diversi psicofarmaci, quando con un revolver calibro 22 in una scuola elementare uccise due giovani ragazze, causando il ferimento di altri sette bambini e due insegnanti.
16 Elizabeth Bush, 13 anni, faceva uso di Paxil. E’ stata responsabile di una sparatoria a scuola in Pennsylvania
17 Jason Hoffman 18 anni faceva uso di Effexor e Celexa, quando ferì cinque persone con una pistola a El Cajon, California
18 Jarred Viktor, 15 anni, dopo cinque giorni di trattamento con Paxil, ha accoltellato 61 volte la nonna.
19 Chris Shanahan, 15 anni faceva uso di Paxil, quando di punto in bianco uccise una donna.
20 Jeff Franklin, di Huntsville, AL, faceva uso di Prozac e Ritalin, quando uccise i suoi genitori usando una mazza, un’ ascia, e un coltello da macellaio, poi ha attaccato i suoi fratelli minori e la sorella.
21 Neal Furrow faceva uso di Prozac e diversi altri psicofarmaci. Fu protagonista di una sparatoria in una scuola ebraica.
Solving Mental Problems22 Kevin Rider, 14 anni, faceva uso di Prozac quando è morto con un colpo di pistola alla testa. Inizialmente, il caso era stato archiviato come suicidio, ma due anni più tardi, l’indagine sulla sua morte è stata riaperta come un possibile omicidio. Il primo sospettato, -anche lui quattordicenne- stava prendendo Zoloft e altri antidepressivi SSRI.
23 Alex Kim, 13 anni, si è impiccato poco dopo che la sua dose diLexapro, di cui faceva uso, era stato raddoppiata.
24 Diane Routhier prendeva Welbutrin per problemi di calcoli biliari. Sei giorni dopo, dopo aver subito molti effetti negativi del farmaco, si è sparata.
25 Billy Willkomm, studente dell’Università della Florida e lottatore di wrestling, fu trovato impiccato nella sua casa di Gulf Shore Boulevard nel luglio 2002. Faceva uso di Prozac, sin all’età di 17 anni.
26 Kara Jaye Anne Fuller-Otter, 12 anni, usava Paxil quandosi è suicidata. I genitori di Kara hanno detto “…. quel maledetto dottore! Gli avevamo detto che Kara sviluppava una sorta di reazione al Paxil …”
27 Gareth Christian, 18 anni, di Vancouver, usava Paxil quando si suicidò nel 2002. Il padre di Gareth, non riuscendo ad accettare la strana morte del figlio si è anche lui suicidato.
28 Julie Woodward, 17 anni, usava Zoloft quando si impiccò nel garage di casa sua.
29 Matthew Miller aveva solo 13 anni quando cominciò ad a consultare uno psichiatra a causa delle sue difficoltà a scuola. Lo psichiatra gli diede dei campioni di Zoloft. Sette giorni dopo, la madre lo trovò morto, appeso ad un nastro di un gancio di lavanderia.
30 Kurt Danysh, 18 anni, usava Prozac, quando uccise il padre con un fucile da caccia. Ora da dietro le sbarre della prigione, scrive lettere, cercando di mettere in guardia il mondo sulla pericolosità dei farmaci SSRI.
31 Woody __, 37 anni, si suicidò dopo aver assunto Zoloft per 5 settimane. Usava il farmaco per problemi di una semplice insonnia! Non era mai stato depresso, né mostrava sintomi di malattia mentale. Poco prima della sua morte, il suo medico aveva suggerito di raddoppiare la dose del farmaco.
32 Un bambino di 10 anni di Houston, ha sparato e ucciso i genitori Antonio e Dawn Armstrongs dopo che il dosaggio diProzac del bambino era stato aumentato.
33 Hammad Memon, 15 anni, ha sparato e ucciso un compagno di scuola media. A Memon era stato diagnosticato l’ADHD, un disturbo evolutivo dell’autocontrollo che include difficoltà di attenzione e concentrazione. Anche a causa di una banale depressione adolescenziale stava prendendo Zoloft e altri farmaci.
34 Matti Saari, un ragazzo di 22 anni, uccise 9 studenti e un insegnante, causando il ferimento di un altro studente, prima di suicidarsi. Saari assumeva SSRI e benzodiazepine.
35 Steven Kazmierczak, di 27 anni, ha sparato e ucciso cinque persone ferendone altre 21 prima di suicidarsi in un auditorium della Northern Illinois University. Secondo la sua fidanzata, il giovane, faceva uso massiccio di Prozac, Xanax e Ambien. Risultati tossicologici hanno mostrato che aveva ancora tracce di Xanax nel suo sistema.
36  Pekka-Eric Auvinen, 18 anni, (Jokela High School di Tuusula, Finlandia) stava prendendo antidepressivi prima di uccidere otto persone e ferirne altre 10, presso. Dopo aver causato il massacro Auvinen si è suicidato.
37 Asa Coon di Cleveland, 14 anni, con addosso una maglietta raffigurante Marilyn Manson e in mano una revolver calibro 38, sparò a due insegnanti e due studenti prima di togliersi la vita. Le documentazione del tribunale mostrano che Coon faceva uso di Trazodone.
38 Jon Romano, 16 anni, in cura per depressione, ha sparato con un fucile da caccia a un insegnante nella sua scuola superiore di New York.
urlAbbiamo sopra riportato soltanto 38 casi di killer che hanno insanguinato l’America negli ultimi 20 anni. Sono soltanto i casi che sono stati riportati dai media mainstream, ma nessuno ha avuto il coraggio di puntare il dito sulla causa che ha armato le braccia di queste persone, nonostante questa sia ormai una verità non più così nascosta.
Non esiteremo ad affermare che la totalità degli autori di stragi e massacri sono armati da massicce dosi di psicofarmaci, ciò è ormai dimostrato in modo empirico. Ricerche da parte di esperti sono tutt’ora in corso per scoprire quali farmaci abbia usato Jared Lee Loughnerdi, 21 anni, che ha ucciso 6 persone causando il ferimento di altri 14 a Tucson, Az.
E ancora: quali farmaci usava James Eagan Holmes, di 24 anni, che ha ucciso 12 persone e causato il ferimento di altri 59 a Aurora Colorado?
Quali farmaci usava Jacob Tyler Roberts, il killer di Clackamas Or di 22 anni, che ha ucciso 2 persone ferendo una terza?
Quali farmaci usava Adam Peter Lanza di Newtown Ct, il giovane di 20 anni, che ha ucciso 26 persone e ferito altri due? (7)

7° LA SOCIETA SENZA FEDE E SPERANZA: UN PERICOLO PER TUTTI

Un remake dell'opera di Edvard Munch "L'Urlo"Pazzi, esaltati e armati? L’evidenza dimostra che la maggior parte di loro non si trovava affatto in stato di malattia mentale: insonnie; lutti in famiglia; divorzi; delusioni d’ amore; mancanza di concentrazione nello studio; timidezza e difficoltà nel socializzare ecc. Comuni difficoltà della vita quotidiana che spingono milioni di cittadini (non solo americani..)  ad assumere pasticche i cui effetti si rivelano spesso così deleteri da arrivare a spingere alle azioni che abbiamo visto sopra.Non più aiuto in famiglia, non più consigli di un direttore spirituale, né tanto meno preghiera, fede, speranza e pazienza. Psichiatri e pasticche. Questa la ricetta di morte che prescrivono i dirigenti della nuova società liberata dal confessionile e dal vivere cristiano. Come abbiamo visto non è la pistola l’oggetto che hanno in comune gli autori dei massacri e omicidi più efferati che hanno insanguinato gli Stati Uniti. Zoloft, Prozac, Ritalin, Paxil.. Ecco ciò che hanno in comune.  Come abbiamo visto una mente distrutta da droghe e psicofarmaci può anche armarsi di asce e mazze da baseball per compiere crimini efferati persino contro le persone più care. Anche in Italia -seguendo l’onda americana- è aumentato esponenzialmente l’uso di antidepressivi e psicofarmaci, non a caso sono aumentati anche gli omicidi di genitori, mogli, familiari, fidanzate ecc. Ma non aspettatevi di sentir parlare al telegiornale delle vere cause di questi strani delitti. Vi parleranno di crimini compiuti per odio razziale; misoginia (“femminicidio”); della pericolosità della detenzione di armi da fuoco e dei benefici della SOCIETA LAICA massonica. Guai a mettere in pericolo gli interessi delle multinazionali del farmaco. E guai a parlare della distruzione della mente che gli Illuminati operano a danno dei popoli che devono rimanere disarmati sul piano materiale, psicologico e spirituale per essere perfetti cittadini inermi e inebetiti del Nuovo Ordine Mondiale massonico.
-Redazione Antimassoneria- antimassoneria.altervista.org © Copyright 2016
bibliografia e webografia
ARTICOLI CORRELATI
Programmazione DELTA. Il segreto dei terroristi di qualsiasi fede o etnia
Programmazione Monarch e controllo mentale: il lato oscuro delle stelle
La Danimarca il paese più felice al mondo. Ma cosa scrivete?

Nessun commento:

Posta un commento