ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

mercoledì 8 febbraio 2017

La sua banda suona il rock!


La banda del Papa



Gli italiani hanno un detto: “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”. Così, a questo punto del calamitoso pontificato di Jorge Mario Bergoglio, la lista dei suoi amici – quelli vicini al suo cuore, a cui ha rivolto una particolare attenzione – ci dirà chiaramente chi è lui:
una signora abortista, della sinistra radicale italiana, che si è vantata di aver praticato migliaia di aborti illegali con una pompa da bicicletta;

persone che vivono nell’adulterio, a cui ha consigliato di accedere alla Santa Comunione senza un cambiamento di vita e mettendo da parte gli avvertimenti contrari dati loro da qualche prete;

omosessuali dichiarati che vivono una “unione” basata sulla sodomia;

un prete noto omosessuale a cui ha assegnato l’incarico di dirigere la casa dove abita, come aveva già fatto a Buenos Aires; 

un prete attivista pro-omosessuali, a cui ha baciato le mani dopo aver concelebrato con lui;

- dei “transgender”, compresa una che ha mutilato se stessa per sembrare un uomo e che pretende di essere “sposata” con un’altra donna e che Francesco ha ricevuto in speciale udienza accompagnata dalla sua supposta fidanzata;

un prete spretato condannato per molestie sui ragazzi, che sotto Benedetto XVI era stato ridotto allo stato laicale e che papa Francesco ha reintegrato ignorando quanto stabilito prima dalla Congregazione per la Dottrina della Fede;

un vescovo che ha coperto un prete molestatore di bambini;

un noto cardinale modernista tedesco, il cui concetto di “misericordia”, sotto forma di ammissione alla Santa Comunione dei pubblici adulteri “risposati”, è stato promosso da Francesco fin dall'inizio del suo pontificato;

- un cardinale che partecipa alle messe coi palloncini e che fa il portavoce di Francesco riguardo all’Amoris Laetitia che apre alla Santa Comunione ai divorziati risposati;

ancora un altro cardinale notoriamente eterodosso, che ha coperto preti molestatori di bambini e che dopo essere caduto in disgrazia ha complottato per l’elezione di Francesco, e quindi successivamente è stato invitato da questi al Sinodo per la Famiglia;

un membro del Sovrano Ordine dei Cavalieri di Malta che ha curato la distribuzione di contraccettivi, che è stato allontanato dal Consiglio dell’Ordine quando ha rifiutato di dimettersi e, in flagrante violazione di leggi e regolamenti, è stato forzatamente reintegrato da Francesco dopo aver costretto il capo dell’Ordine a dimettersi;

- un giornalista ateo, capofila della sinistra, a cui ha rilasciato innumerevoli dichiarazioni scandalose, riportate dalla stampa;

- ogni sorta di incredibili chierici anglicani e luterani, comprese delle signore vescove;

un rabbino liberale e un capo musulmano;

- diversi ministri protestanti, con uno dei quali “batte il cinque”;

- un prete marxista che pensa che Fidel Castro fu un dono dello Spirito Santo e la cui sospensione ad opera di Giovanni Paolo venne ritirata da Francesco;

i teologi della liberazioneincluso Leonard Boff, che ha abbandonato il sacerdozio e si è sposato;

i teologi morali che dissentono dalla Humanae Vitae, incluso Bernard Häring, forse il più famoso dei dissidenti;

- i dittatori comunisti, compreso Fidel Castro e Raul Castro;

- i dittatori marxisti, incluso quello che gli regalato un “crocifisso” su falce e martello e che lui ha portato con sé a Roma;

gli ideologi radicali ambientalisti;

il promotore ateo del controllo delle nascite, che promuove la contraccezione, l’aborto e la sterilizzazione;

Barack Obama;

politici liberali, rock stars e incredibili attori hollywoodiani di sinistra, che disprezzano la Chiesa ma amano Francesco;

i promotori del Super Bowl e dello spettacolo intermedio di Lady Gaga;

- ogni cattolico divorziato e risposato, o coinvolto in attività omosessuale o che usa gli anticoncezionali o che non è un “rigorista” che pensa che i precetti negativi della legge divina e della legge naturale sono senza eccezioni;

- i protestanti liberali e gli apologisti musulmani in generale.

Quest’elenco, apparentemente esaustivo, non è affatto completo, ma può essere sufficiente. D’altronde, è molto più facile elencare quelli che non sono amici di Francesco:
- i cattolici ortodossi, inclusi i cardinali e i vescovi che egli ha licenziato, gli ordini tradizionali che ha distrutto e i tanti giovani che sono devoti alla tradizione liturgica della Chiesa;

- i politici conservatori o populisti – soprattutto Donald Trump, contro cui ha appena lanciato un attacco malamente velato nel suo ultimo video papale (leggi: manifesto).

Allora, che cosa sappiamo di Francesco sulla base degli amici di Francesco?
Sappiamo quello che ha detto Antonio Socci con spietato candore: che con la fine del regime di Obama, la caduta di Hillary Clinton e l’insorgere del populismo occidentale, Francesco è “il solo punto di riferimento per la sinistra internazionale priva di un capo”, mentre dai fedeli cattolici egli è “sempre più percepito come un politico e un corpo estraneo” nella Chiesa.
Credo che l’espressione “corpo estraneo” dica tutto.
 

di Christopher A. Ferrara


Pubblicato sul sito della rivista americana The Remnant

Nessun commento:

Posta un commento