ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

mercoledì 8 febbraio 2017

Per la “par condicio”

“Voglio celebrare i 454 anni dalla conclusione del Concilio di Trento. Posso?” di Fra Cristoforo


(Trento può essere visto come il coronamento di tutte le aspirazioni riformistiche della Chiesa e nel contempo espressione del rinvigorimento interiore della Chiesa cattolica e della sua riconquistata fiducia in sé.
D’altro lato dobbiamo considerarlo come risposta alla multiforme sfida della riforma protestante. Esso precisò, chiarì, ma cementò anche il contrasto confessionale e fornì le formule di fede alla controriforma).
(G. Winkler, op. cit., p. 545)
Tra una cronaca e l’altra questa mattina ho avuto un’ illuminazione. Ci stanno spallando ogni giorno – dico – ogni santo giorno (e non se ne può più veramente) con questi 500 anni della riforma di Lutero.
Ci sarebbe da parlarne giorni e scrivere enciclopedie intere sulla barzelletta di questa pseudoricorrenza. Cioè, celebrare 500 anni di Lutero è come celebrare i 2000 anni di Nerone, il giubileo della  morte di Stalin
o celebrare il
trigesimo  delle ideologie diaboliche di Pannella (che oltrettutto hanno già fatto leggete qui ->)
https://www.riscossacristiana.it/la-morte-di-pannella-e-le-intollerabili-scandalose-dichiarazioni-di-padre-federico-lombardi-di-paolo-deotto/).
Correggetemi se sbaglio. Perché se mi dimostrate che sbaglio sono pronto a fare un passo indietro.
Ma carissimo Bergoglio, visto che hai avuto tanta voglia di celebrare i 500 anni della “feccia luterana” e, visto che tu sei uno per il  “politicamente corretto”, per la “par condicio”, per l’amore universale, per l’unione delle
religioni, per i figli dei fiori, per appoggiare chi ha le chiappe chiacchierate e via dicendo…Perché non ci fai un regalo?
In contemporanea ai 500 anni di Lutero, ti chiediamo di CELEBRARE ANCHE I 454 ANNI DALLA CHIUSURA DEL CONCILIO DI TRENTO (1563), che fu il Concilio più azzeccato della storia della Chiesa.
Il Concilio di Trento fu la “difesa” VERA che la Chiesa mise in atto per le  anime dal veleno protestante. Se lo Spirito Santo non avesse ispirato il Concilio di Trento, oggi ,caro Bergoglio, tu forse non eri in Vaticano ma magari facevi il cameriere in una osteria argentina.
Perché se non fossi stato prete, caro Vescovo di Roma, come uomo vali molto poco. Se io fossi un imprenditore uno come te non lo assumerei manco morto. Mi faresti fallire in 2 giorni.
Ma ora sei DOVE SEI GRAZIE AL CONCILIO DI TRENTO. E ALLORA, OLTRE A CELEBRARE LUTERO, CELEBRA ANCHE I 454 ANNI DI QUESTO GRANDE CONCILIO CHE TI PERMETTE DI AVERE UN POTERE DI CUI NON DEVI ABUSARE, PERCHE’ TI VERRA’ CHIESTO CONTO.
La Chiesa ha avuto tanti Papi. Tu sei il 266esimo. Ma nessun Papa della storia, bravo o cattivo che fosse, si è MAI PERMESSO DI CAMBIARE UNA VIRGOLA DEL VANGELO DI CRISTO.
CAMBIA ROTTA. ORGANIZZA per quest’anno 2017 anche LA CELEBRAZIONE DEL CONCILIO DI TRENTO -TI CONVIENE- (guarda quanti fedeli c’erano in Piazza San Pietro l’altro giorno -> http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2017/02/piazza-san-pietro-nella-giornata-per-la.html)
E se non lo fai tu lo faremo NOI! Si NOI! Quelli che tu chiami “vecchie calzette”, ”tradizionalisti”, ”topi di sacrestia”.
Lo CELEBRIAMO NOI IL GRANDE CONCILIO DI TRENTO CHE OGGI CI PERMETTE DI VEDERE I TUOI ERRORI, LE TUE ERESIE. IL CONCILIO DI TRENTO, che oggi ci permette di fare ancora Adorazione Eucaristica, di celebrare il Corpus Domini e di celebrare il Santo Sacrificio (la Messa), come Dio ha comandato.
Io sento nella mia coscienza il dovere di ESALTARE QUESTO GRANDE CONCILIO CHE HA ANNIENTATO COMPLETAMENTE LA RIFORMA DI LUTERO CHE TU VUOI INVECE ESALTARE.
Ma sai che bella mossa sarebbe caro Bergolio? Celebrare il Concilio di Trento SAREBBE ANCHE METTERE INDIRETTAMENTE A TACERE QUEI 4 “FASTIDIOSI” CARDINALI CHE TI HANNO POSTO I “DUBIA”, PLACARE LE POLEMICHE DELL’ORDINE DI MALTA E DEI FRANCESCANI DELL’IMMACOLATA.
CON QUESTA MOSSA METERESTI A TACERE TUTTI. Ma non lo farai. Perché tu non sei Papa. Ma soprattutto perché il tuo orgoglio è più forte.
NON IMPORTA. LO FACCIO IO. ANZI, LANCIO QUESTA INIZIATIVA A TUTTI I NOSTRI LETTORI. OGNI SACERDOTE CHE LEGGE, CELEBRI UNA MESSA PERCHE’ RESTI SEMPRE ALTO L’INSEGNAMENTO DI QUESTO IMMENSO CONCILIO.
OGNI FEDELE CHE LEGGE, ASCOLTI UNA MESSA CON QUESTA INTENZIONE.
E FACCIAMOLO L’ 11 FEBBRAIO CHE E’ LA FESTA DELLA MADONNA DI LOURDES. PERCHE’ SOLO LA MADONNA, -LEI-, LA TUTTA PURA, PUO’ SALVARCI DA QUESTO INQUINAMENTO SPIRITUALE.
Nei prossimi giorni dovrò ritornare alle Cronache di Santa Marta. Ci sono tristi novità.  Non anticipo niente. Per oggi basta e avanza così.
Fra Cristoforo
“Voglio celebrare i 454 anni dalla conclusione del Concilio di Trento. Posso?” di Fra Cristoforo