ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

domenica 5 febbraio 2017

"Tante frecce d'oro che raggiungono il Cuore di Gesù"




LA VERGINE DELLA RIVELAZIONE: UN MONITO CONTRO LE ERESIE


Il 12 aprile 1947 in una grotta, (presso la località delle Tre fontane in Roma, ove San Paolo subì il martirio) la Madre di Dio si presenta ad un protestante con il titolo di Vergine della Rivelazione, e converte questo uomo violento e anticlericale, con le stesse parole con cui Gesù si rivelò a S. Paolo sulla via di Damasco: “Tu mi perseguiti, ora basta …”.

L'uomo, il trentaquattrenne Bruno Cornacchiola, cristiano avventista, era in quel momento impegnato a scrivere un discorso contro i Dogmi Mariani.
Era diventato direttore della gioventù missionaria avventista. In questa veste cercava di educare i giovani a rifiutare l'Eucaristia, non ritenendo reale la presenza di Cristo in essa; a rifiutare la Madonna, in quanto considerata non Immacolata; a rifiutare il Papa. (il 9 dicembre 1949, in chiusura della celebrazione della «Crociata della bontà» in piazza San Pietro, Bruno confessò al Santo Padre, Pio XII, che dieci anni prima era stata sua intenzione ucciderlo.) Aveva proposto alla moglie di rinnegare il cattolicesimo e diventare protestante, ma lei si oppose, rimandando tale decisione fino a quando entrambi non avessero compiuto i "primi nove venerdì del mese".


Quel sabato 12 aprile, Bruno si era recato con i suoi tre figli nei dintorni dell'abbazia trappista delle Tre Fontane per preparare il discorso da pronunciare l'indomani. I figli Isola, Carlo e Gianfranco, di 10, 7 e 4 anni videro per primi l'apparizione: inginocchiati davanti ad una grotta mormorarono uno dopo l'altro: "Bella Signora...".

Erano le 16. Bruno si avvide dei figli, li raggiunse, cercò di farli alzare, ma non ce la fece perché erano divenuti pesantissimi. Pensando ad un incantesimo, impaurito, invocò l'aiuto del Signore. Improvvisamente, due mani candidissime, trasparenti, gli sfiorarono gli occhi facendo cadere da essi come un velo che prima lo accecava. Allora vide una luce magnifica, splendente e gli apparve la "Bella Signora" che gli disse:

"Io sono Colei che sono nella Trinità Divina: sono la Vergine della Rivelazione... Tu mi perseguiti. Ora basta!
Rientra nell'Ovile santo, corte celeste in terra. Il giuramento di Dio è e rimane immutabile. I nove venerdì del Sacro Cuore che facesti, amorevolmente spinto dalla tua fedele sposa, prima di entrare nella via della menzogna, ti hanno salvato!".

Ancora nel 1947 durante una visione, gli disse, anticipando di tre anni e mezzo la proclamazione del dogma dell'Assunzione al Cielo di Maria, fatta da Pio XII il 1° novembre 1950:
"Il Mio corpo non poteva marcire e non marcì. Mio Figlio e gli angeli mi vennero a prendere al momento del Mio trapasso".

"Si preghi assai e si reciti il Rosario quotidiano per la conversione dei peccatori, degli increduli e per l'unita dei Cristiani. Recitate il Rosario! Perché le Ave Maria che voi dite con Fede e Amore sono tante frecce d'oro che raggiungono il Cuore di Gesù."

La Vergine cara continua a parlare: "Molti dei miei figli Sacerdoti si spoglieranno nello spirito, internamente, e nel corpo, esternamente, cioè gettando i segni esterni sacerdotali. Le eresie aumenteranno. Gli errori entreranno nel cuore dei figli della Chiesa. Vi saranno confusioni spirituali, vi saranno confusioni dottrinali, vi saranno scandali, vi saranno lotte nella stessa Chiesa, interne ed esterne. Pregate e fate penitenza.

(Tratto da "Amatevi". Bollettino dell'Associazione S.A.C.R.I. Numero 9, maggio 2013)

I messaggi inediti

Il contenuto della prima apparizione non era stato reso noto e si trova negli archivi del Sant’Uffizio, Cornacchiola ne aveva fatto una fotocopia, depositata negli archivi della sua associazione, dalla quale il giornalista e scrittore Salvatore Gaeta riporta nel suo libro "Il Veggente" i principali brani sinora inediti. Ne riportiamo alcuni.

(12 aprile 1947): “I pastori del gregge non fanno il loro dovere. Troppo mondo è entrato nella loro anima per dare scandalo al gregge e sviarlo dalla via."

"L'Eucarestia sarà un giorno dissacrata e non più creduta la presenza reale di mio figlio. False ideologie e false teologie!"

" Vi saranno giorni di dolori e di lutti. Dalla parte d’oriente un popolo forte, ma lontano da Dio, sferrerà un attacco tremendo, e spezzerà le cose più sacre e sante."

"L’ira di satana non è più mantenuta; lo Spirito di Dio si ritira dalla terra, la Chiesa sarà lasciata vedova, sarà lasciata in balìa del mondo."

L’apparizione del 21 febbraio 1948 recita: “Questo dico ai miei figli sacerdoti: voi state diventando del mondo, spogliandovi del sacro per dissacrare e abbandonare il sacerdozio. Il mondo ha sete di verità, ma voi non gli date più l’acqua che disseta”.

Apparizione del 15 agosto 1958: “Vi sarà un fortissimo terremoto, che scuoterà tutto il globo terrestre. Non andate in giro, né mettetevi a dormire se siete in peccato mortale, ma confessatevi e pentitevi di averlo fatto, e non fatelo più. Il sole si oscurerà, le stelle cadranno, ma non intendete ciò soltanto nella parte materiale del pensiero: c’è la parte interpretativa e spirituale e saranno i soli dei superbi e le stelle degli orgogliosi che cadranno. Fuori della Chiesa cattolica, apostolica e romana non c’è salvezza."

Particolarmente interessante è quella del 24 febbraio 1968: “Satana regna oramai in tutti i posti più alti di comando. Satana entrerà nei posti guida della Chiesa. Le tentazioni saranno terribili, il mondo vivrà in una confusione tale che gli eletti stessi sosteranno nel dubbio! Non c’è scampo, tutti vivranno momenti terribili di guerra, distruzione e di caos politico, religioso e culturale. Quanti errori e quante eresie serpeggiano in ogni nazione, in ogni convento."

Una delle più toccanti è quella del 28 aprile 1986. Cornacchiola si trova in piazza San Pietro e la Madonna gli dice: “Anche se chi dà un ordine ti sembra che sbagli, tu sei tenuto ad obbedire, a meno che quest’ordine tocchi la fede, la morale e la carità. Allora No!”

Il 1° gennaio 1988 il veggente riceve una rivelazione che dischiude le porte del futuro: “Avete degli esempi, Sodoma e Gomorra: non si pentirono, non fecero penitenza e conoscete quello che la giustizia ha fatto di loro. Se non vi convertirete ferro e fuoco scenderà sopra di voi. Quello che voi chiamate pace non è altro che inganno perché manca la conversione e tutto si sta preparando per una satanica guerra.”

Il 13 marzo del 2000: “la salvezza non è riunire tutte le religioni per farne un ammasso di eresie e di errori...”

La Chiesa, pur non avendo ancora riconosciuto ufficialmente le Apparizioni delle Tre Fontane, le ha sempre manifestamente sostenute. La competente Autorità Ecclesiastica non solo permise il culto alla Vergine della Rivelazione, ma affidò la cura della Grotta ai Padri Francescani Conventuali, e in seguito lo stesso Vicariato di Roma iniziò i lavori di sistemazione generale del luogo.

(Nella foto la statua della Vergine Maria, posta all'interno della grotta delle Tre Fontane.)
https://gloria.tv/photo/MgorXLwZ9cEx4xowByWy6sQCE

Nessun commento:

Posta un commento