ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

martedì 20 giugno 2017

È sicuramente un fatto


di Hikmet Durgun
La Santa Sede afferma l’inconciliabilità della fede cristiana con la Massoneria. Pertanto ai fedeli cattolici, a maggior ragione ai preti e ai sacerdoti, è vietato farsi iniziare all’Arte Reale, ma diverse rivelazioni confermano l’infiltrazione massonica nella Chiesa.
La Chiesa condanna da sempre la Massoneria, che quest’anno compie 300 anni. È da citare fra tutte l’Enciclica di Leone XIII, Humanum genus, del 20 aprile 1884. Inoltre la Congregazione per la dottrina della fede il 26 novembre del 1983 ha ribadito la sua condanna nella “Dichiarazione sulla massoneria”.
Il Papa sottolinea il pericolo della crescita del populismo nel mondo

Che la fede cristiana sia incompatibile con la Massoneria è chiaro, molta meno chiarezza vi è invece sugli intrecci che esistono fra le due sfere e la probabile affiliazione di diversi sacerdoti alla Massoneria. Ebbene, quali legami intercorrono fra la Massoneria e la Chiesa? La Massoneria è penetrata in Vaticano? Sputnik Italia ne ha parlato con Don Ennio Innocenti, già Segretario della Commissione Ecumenica del Vicariato di Roma, Cappellano dell’Arciconfraternita Aurigarum e Membro del Presbiterio della Patriarcale Basilica Vaticana.

— Don Ennio, non ho trovato il suo libro sulla Massoneria “Inimica vis” in libreria, vorrei sapere se lei ritiene fondata la voce dell’infiltrazione massonica nella Chiesa.
— È sicuramente un fatto, fin dalle origini, specialmente nelle Chiese protestanti e fu proprio per quel canale che la Massoneria anglosassone penetrò anche l’aristocrazia russa fin dal ‘700.
— Lei pensa che la Massoneria sia entrata anche nella Chiesa Ortodossa?
— È ben fondata la voce che il Patriarca Atenagora di Costantinopoli fosse filomassone.
— Questo vale anche per la Chiesa Cattolica?
— Certamente. Nella prima edizione di questo libro io pubblicai un elenco di mille preti massoni del ‘700 e dell”800, elenco autenticato dall’autografo del Gran Maestro del Grand’Oriente, Giordano Gamberini.
— E nel ‘900?
— Questo lo dimostrai nella seconda edizione di questo libro.
— Le risulta che anche al presente questa infiltrazione esista?
— È notorio che il Papa abbia espresso preoccupazione per questa infiltrazione nell’Ordine religioso del Cavalieri di Malta.
— Come spiega questo fatto?
— I cavalieri di Malta hanno permesso l’accesso ai protestanti e questo ha favorito la penetrazione massonica.
— Le risulta che vi sia analoga infiltrazione oggi in Vaticano?
— Nel libro lei troverà la documentazione che il Cardinale Oddi, ormai defunto, era scopertamente filomassone.
— Oltre l’ordine di Malta ci sono altri ordini religiosi analogamente inquinati?
— È tra i gesuiti che esiste da tempo un atteggiamento di simpatia con i massoni.
— Questo si può dire anche dell’episcopato?
— Senza dubbio, dove più dove meno.
— Dov’è che l’infiltrazione è più sicura?
— Nell’episcopato del Continente americano.
— Su che cosa si fonda questa sua sicurezza?
— Me ne hanno fatto certo le confidenze di due nunzi pontifici, ma la cosa era probabile da tempo.
— Si spieghi meglio.
— Il vescovo Mendez Arceo di Cuernavaca del Messico fece pubblica apologia della Massoneria nell’Aula Conciliare del Vaticano II e vari amici mi hanno testimoniato la pratica frequentazione massonica in chiese cattoliche del Nord America.
— Come spiega il fenomeno?
— Personalmente attribuisco la filomassoneria al trascendentalismo teologico di marca tedesca. Ne viene un soggettivismo evidentemente parente del soggettivismo massonico.
Tradotto da Tatiana Santi
per Sputnik News

5 commenti:

  1. Ma di quale papa stiamo parlando?Mi sono forse perso qualche puntata della telenovela "un bergoglio in vaticano"?Il "sommo "pontefice ha espresso in maniera inequivocabile la sua posizione su tante situazioni attuali,ma non mi risulta che abbia mai preso una posizione netta di condanna nei confronti della massoneria...la stessa si è congratulata quando il suddetto è "salito" al soglio pontificio!!Tuttoggi dopo quattro anni di pontificato i gonnellini continuano a provare una grande simpatia nel vescovo di Roma quasi fosse un suo affiliato?Se la chiesa di oggi ha un problema di infiltrazioni massoniche,la più grave sta proprio nel fatto che è riuscita(con l'aiuto di satana)ad occuperne il vertice,ma solo temporaneamente.Non sarà forse un caso se esiste una commisione nata per infliggere la scomunica a tutti i mafiosi(e magari anche a coloro che vengono accusati di concorso esterno in associazione mafiosa e di questo può essere accusato chiunque) e toglierla di nascosto a chi aderisce a qualsiasi organizzazione massonica?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che affiliato, appartiene alla cosca degli Illuminati,
      inoltre i suo stemma dicet et docet.
      E finiamola una buona volta di chiamarlo "Papa" il che significa "Vicario di Cristo"! e se proprio non se ne può fare a meno, "Sommo Pontefice della massoneria mondiale", come lo era il nefando e osceno gen. Pike 'fratello' dell'altrettanto osceno delinquente Mazzini.

      Elimina
  2. Ma costui è finalmente il papa dei loro desideri...solo chi non vuol vedere non se ne accorge.

    RispondiElimina
  3. Un consiglio per tutti anche per Sputnik (una testata russa):
    leggetevi il libro di Pierre Virion "La sinagoga di Satana" e
    "La Lista Pecorelli" l'editore di "OP" (la trovate su Google) in seguito ammazzato.
    La massoneria è entrata ufficialmente nella Chiesa con il cavallo di Troia del modernismo nell'800. Se poi qualcuno volesse allargare il proprio orizzonte si procuri il libro" MASSONERIA e SETTE SEGRETE" ED. CONTROCORRENTE. Con questo notevolissimo scritto, l'autore, Epiphanius, fa un escursus storico-politico che parte dallo gnosticismo cabbalistico 'ante litteram' ai giorni nostri.
    La galleria dei personaggi citati è sorprendente, ma anche agghiacciante, in altre parole conoscendo il passato si comprende il presente. Buone letture.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovo i tuoi consigli interessanti.
      Anche don Luigi Villa ha toccato questi scabrosi argomenti e leggendo
      di certi avvenimenti da lui descritti si vorrebbe non fossero veri...

      Elimina