ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

sabato 4 maggio 2019

Si deve insistere?

LA BRECCIA E' APERTA !


La breccia è aperta: ora si deve insistere. Dubia, lettere ? Bergoglio non risponderà mai: la sua strategia è tacere e far finta di nulla. Egli è stato eletto pur essendo un gesuita e quindi non avendo titolo per diventare papa 
di Francesco Lamendola   
 0 pope espressione 300

Ormai abbiamo perfettamente compreso la strategia di Bergoglio quando si trova di fronte a qualche contestazione, a qualche domanda scomoda, a qualche situazione che può metterlo in imbarazzo e appannare la sua popolarità, costringendolo a uscire dalla sua voluta ambiguità e assumendosi con lealtà e chiarezza la piena responsabilità delle cose che fa e che dice (negare le verità della fede cattolica; contraddire il Magistero; glorificare abortisti e nemici della Chiesa; inginocchiarsi davanti agli uomini), delle cose che non fa e non dice (tacere sulle conseguenze del peccato, astenersi dal ribadire la dottrina su punti controversi come l'eutanasia o le unioni gay, non inginocchiarsi davanti al Santissimo, negare la benedizione ai cattolici che gliela chiedono), delle cose cui allude e poi si tira indietro, seminando gravissimi dubbi di fede nei credenti e insinuando che anche Maria, anche i Santi e perfino Gesù Cristo, in fondo, erano "umani", quindi hanno dubitato in alcuni momenti. 

La sua strategia consiste nel tacere, nel non rispondere, nel far finta di nulla. E già questo modo di fare configura, di per sé, il peccato di eresia: poiché il compito della Chiesa, e particolarmente del vicario di Cristo in terra, è quello di confermare le anime nella fede; mentre il non rispondere a interrogativi su questioni di fede, come nel caso dei Dubia dei quattro cardinali, configura il voluto disprezzo della propria missione di pastore e il deliberato ripudio del modello di Gesù Cristo, il quale non si stancava di spiegare le verità di fede, di confermare nella certezza quelli che lo ascoltavano, di estendere la predicazione a quelli che ancora non la conoscevano, e che mai si è rifiutato di svolgere questa cura pastorale alle anime, tranne in un solo caso, ben documentato, quello di Erode Antipa al quale era stato mandato, in catene, da Ponzio Pilato, nell'ultimo giorno della sua vita terrena. Anzi, il rifiuto di rispondere alle domande dei cattolici assume, in Bergoglio, la forma di un ulteriore peccato, quello di orgoglio, vista anche l'ostentazione di umiltà che egli sfoggia quando ciò, secondo lui, lo può mettere in buona luce, ad esempio baciando i piedi all'interlocutore; e senza considerare che Gesù non ha mai baciato i piedi ad alcuno, dunque un papa che fa più di quel che faceva Gesù agisce in modo temerario,  superbo e gravemente irrispettoso nei confronti di quel Re di cui è il servitore. 

http://www.accademianuovaitalia.it/images/BALDISSERA/0-cafarra-bergoglio.jpg
Il cardinale Caffarra (uno dei 4 autori dei Dubia) nell'ultimo incontro con Bergoglio prima della sua morte: il suo sguardo parla da solo!

Dunque, sappiamo tutti molto bene che Bergoglio non risponderà mai neppure alla lettera aperta ai vescovi che una ventina di studiosi cattolici e di sacerdoti hanno reso pubblica nella Settimana di Pasqua del 2019, accusando formalmente di eresia colui che si fa chiamare papa e che è stato eletto nel marzo 2013, dopo le dimissioni di Benedetto XVI. Egli è stato eletto pur essendo un gesuitae quindi non avendo titolo per diventare papa, e ha subito scelto il nome di Francesco, unico papa nel corso della storia che ha ritenuto consono e opportuno prendere per sé il nome del Santo più amato, più rispettato, più venerato nella Chiesa cattolica, e alla cui santità nessuno, finora, aveva avuto la presunzione di potersi paragonare, nemmeno alla lontana. Si pone, pertanto, la domanda su che si debba fare nella presente congiuntura della Chiesa cattolica. Se il papa è eretico, cosa che in molti pensavano e sussurravano ormai da parecchio tempo, in particolare della pubblicazione di Amoris laetitia, e se, per giunta, egli ha consapevolmente e tenacemente sostenuto e promosso dei vescovi e dei cardinali indegni, gravemente coinvolti nella piaga della sodomia e degli abusi sessuali che sta sconvolgendo tutto l'edificio della Chiesa, ponendoli in ruoli chiave o comunque di altissima responsabilità, comel’ormai famigerato McCarrick, allora sta minando la credibilità di essa e la sta esponendo anche a pesantissime conseguenze sul piano penale e finanziario, visti i risarcimenti astronomici da pagare alle vittime degli abusi, e pertanto è evidente che qualcosa deve essere fatto; che non si può in alcun modo consentire che tutto ricada nel silenzio e nell'omertà, come finora è avvenuto.

http://www.accademianuovaitalia.it/images/BLUE-SFUMATI/0-con-mcormick.jpg
Bergoglio con McCarrick: egli sta esponendo la Chiesa a pesantissime conseguenze sul piano penale e finanziario, visti gli astronomici risarcimenti da pagare alle vittime degli abusi!

Siamo peraltro pienamente consapevoli che il male fatto da Bergoglio alle anime è, purtroppo, incommensurabile: anche se vi si ponesse fine con un atto immediato, per anni, per decenni e forse per secoli, si ripercuoteranno le nefaste conseguenze della sua contro-pastorale. Gesù ha avuto parole durissime per chi osi dare scandalo anche solo a uno dei suoi “piccoli”: costui ha dato scandalo, continuativamente e deliberatamene, a centinai di milioni di anime, sia credenti che no. Ai credenti ha causato dolore, confusione, angoscia, disperazione; ai non credenti ha nascosto la luce della Verità, affermando che l’apostolato è una solenne sciocchezza e che lui, da parte sua, si guarda bene dal voler convertire il prossimo. Conosciamo personalmente il caso di alcuni santi sacerdoti, già anziani, che sono morti nel tormento e nella pena di vedere quel che sta accadendo nella Chiesa, senza saper che fare, senza sapere se fosse lecito o no resistere a un papa sempre più manifestamente eretico; siamo anzi certi che quell’angoscia ha affrettato la loro morte, così come pensiamo sia accaduto ai cardinali Caffarra e Mesiner, mai degnati da Bergoglio di un cenno di risposta, non diciamo ai loro Dubia formali (insieme a Burke e Brandmüller), ma neppure alla loro rispettosa richiesta di essere ricevuti in colloquio privato.

http://www.accademianuovaitalia.it/images/0-AFORISMI/0-AFORISMA_JESUS_-_MACINA.jpg

Come se non bastasse, il signore vestito di bianco ha firmato con il Grande Imam di al-Azhar (di orientamento sufi),  quel documento di Abu Dhabi, di chiara ispirazione massonica, nel quale si afferma essere volontà di Dio l’esistenza e la convivenza delle diverse fedi, il che è una totale sconfessione della missione apostolica della Chiesa ed è quindi, di per se stesso, un atto di manifesta e gravissima eresia, essendo stata la Chiesa fondata da Gesù Cristo al preciso scopo di convertire il mondo e di far sì che si formi un unico gregge, sotto la cura di un unico pastore: Andate in tutto il mondo a battezzare e predicare il Vangelo: e chi crederà, sarà salvo, ma chi non crederà, sarà condannato, sono state le sue precise parole, nell’atto di separarsi dai discepoli per ritornare al Padre. Dunque, è palese che Bergoglio ha tradito scientemente, perfidamente e pervicacemente il mandato di Gesù Cristo: e il male da lui prodotto non potrà mai essere calcolato, dato che il male spirituale è per sua natura non quantificabile. Forse il mondo risentirà per una lunghissima stagione dei danni che egli ha prodotto. Senza contare che le prassi da lui introdotte e avvalorate, benché del tutto difformi dalla vera dottrina, dalla vera pastorale e della vera liturgia, saranno ben dure a morire perché egli, con astuzia infernale, le ha pensate e messe in opera con una sfrontata demagogia, sapendo di piacere alla maggioranza delle persone, perché si tratta di una prassi liquida, informe, permissiva, adattissima a chi vuol fare il comodo suo, salvando appena le apparenze di una certa quale osservanza religiosa. Come far capire ciò a questi cattolici traviati, tiepidi, infiacchiti e secolarizzati, a questi cattolici che si sono conformati in tutto e per tutto alla mentalità di questo mondo, contravvenendo alle raccomandazioni di Gesù, di san Paolo (Lettera ai Romani), di san Pietro, di San Giovanni e di tutti i papi, i teologi, i Padri e di Dottori della Chiesa, i Santi, Martiri, i Vergini e tutti quelli che hanno contribuito, per una parte grande o piccola, a realizzare il disegno di Gesù Cristo sulla terra, cioè edificare la sua Chiesa universale?

http://www.accademianuovaitalia.it/images/0-VATICANO/00-papa_emirati_1.jpg
Bergoglio ha firmato con il Grande Imam di al-Azha,  quel documento di Abu Dhabi, di chiara ispirazione massonica, nel quale si afferma essere volontà di Dio l’esistenza e la convivenza delle diverse fedi, il che è una totale sconfessione della missione apostolica della Chiesa ed è quindi, di per se stesso, un atto di manifesta e gravissima eresia, essendo stata la Chiesa fondata da Gesù Cristo al preciso scopo di convertire il mondo e di far sì che si formi un unico gregge, sotto la cura di un unico pastore: Andate in tutto il mondo a battezzare e predicare il Vangelo: e chi crederà, sarà salvo, ma chi non crederà, sarà condannato, sono state le sue precise parole, nell’atto di separarsi dai discepoli per ritornare al Padre. Dunque, è palese che Bergoglio ha tradito scientemente, perfidamente e pervicacemente il mandato di Gesù Cristo!

La breccia è aperta: ora si deve insistere

di Francesco Lamendola


continua su:

1 commento:

  1. In ogni caso il vero Papa è ancora Benedetto XVI in quanto non si è dimesso l'11 febbraio 2013 (infatti dopo tale data è rimasto Papa a tutti gli effetti) e poi il 28 febbraio 2013 non ha fatto alcunché che lo potesse far passare da essere Papa a essere ex-Papa. Di conseguenza Jorge Mario Bergoglio è ancora soltanto un Cardinale. Inoltre già da tempo si può facilmente inferire che il Cardinale Jorge Mario Bergoglio è caduto in eresia manifesta e molteplice.
    Potete trovare maggiori dettagli in quest'opera:
    Pace C. M., "Il vero Papa è ancora Benedetto XVI", Youcanprint 2017:
    https://books.google.it/books/about/Il_vero_Papa_%C3%A8_ancora_Benedetto_XVI.html?id=v2EIDgAAQBAJ&redir_esc=y
    oppure:
    https://www.youcanprint.it/religione/religione-cristianit-cattolica/il-vero-papa-ancora-benedetto-xvi-9788892646698.html

    RispondiElimina