ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

giovedì 10 marzo 2016

Di Gospa in Gospa ?

Nostra Signora di Anguera e Pedro a Rovereto
Sì! Noi c'eravamo, eravamo fra le oltre trecento persone (avete letto bene, 300 persone ed oltre) che la sera del 7 marzo 2016 hanno atteso di  ascoltare Pedro, il veggente di Nostra Signora di Anguera. Ascoltare non gli estremi di un sensazionalismo ridotto alle apparizioni, ma ascoltare un catechista - come ama definirsi con santa ragione Pedro - istruito dalla più bella e dalla più eccellente delle Catechiste, Maria Santissima.
Perchè di Catechismo si è trattato, alla fine, tutto l'incontro con Pedro. Dopo alcuni accenni preliminari sulla sua vita privata e sul come si sono svolti i fatti dalla prima Apparizione, il suo ottimo rapporto con il Vescovo del luogo e la sua stessa Parrocchia, Pedro ha semplicemente innescato una serie di riflessioni che - per chi ascoltava con serenità - convergevano tutte ad un esame della propria coscienza a riguardo del nostro rapporto con Dio, con i Sacramenti, con la Chiesa, in una parola "come testimonio, io, le promesse battesimali, la fede che dico di professare, i Sacramenti che ricevo, l'amore verso Gesù e Maria, e così via?"

Il tempo è trascorso senza che ce ne accorgessimo, tanta era la concentrazione ma anche l'ottima compagnia attorno a Pedro. La presenza di alcuni sacerdoti in talare, ha scaldato i cuori, ed ha commosso tutti quando Pedro ha raccontato un episodio che ha messo subito in chiaro che stavamo lì soprattutto per pregare, tutti insieme e per imparare.
Giunto a Rovereto Pedro era stato spettatore di una telefonata drammatica: una mamma piangeva la sorte del proprio figlio caduto in coma vegetale e chiedeva, supplicava preghiere e l'aiuto per una decisione da prendere.... staccare la presa che manteneva in vita il figlio. Pedro ha raccontato che appena ha compreso la drammaticità della situazione ma anche della richiesta, si è subito opposto alla seconda soluzione parlando chiaramente di eutanasia e di omicidio, e che tutto avremo dovuto fare con la Preghiera ma senza giungere a commettere un omicidio. Al termine della giornata gli era arrivata la notizia che la mamma di questo bambino aveva deciso di non staccare la macchina che tiene in vita il figlio, decidendo così di continuare a sperare....
Pedro ha così riepilogato, anche per tema, un poco tutti gli interventi di Nostra Signora di Anguera attraverso le migliaia di Apparizioni che si susseguono da ben ventinove anni. La sua lucidità e credibilità provengono dalla sua profonda umiltà nel trattare i fatti, senza alcun sensazionalismo, senza quel "vi stupiremo con effetti speciali...", umile e sottomesso al proprio vescovo, ai sacerdoti che lo seguono, ma soprattutto sottomesso al Catechismo della Chiesa Cattolica, sottomesso al Vangelo di Gesù Cristo, sottomesso all'amore del Cuore Immacolato di Maria.
Nessun effetto speciale, dunque, ma il silenzio dell'ascolto e della speranza, trecento persone in un composto silenzio interrotto, al termine, con la recita del Santo Rosario. Un Rosario bellissimo, pieno di calore, lo si avvertiva. Pedro ha poi avvertito di come non sempre ci sia per forza una apparizione in questi incontri, ma che potrebbe accadere, ed ha spiegato la dinamica del fatto e di cosa avviene, di cosa vede lui.
La reazione l'abbiamo vista perchè Nostra Signora di Anguera ha deciso di venirci a salutare. Un silenzio di venerazione è calato nell'aula piena, gremita, in ginocchio meditando ognuno nel proprio cuore i personali drammi, le speranze, le suppliche, le grazie da chiedere, qualche ringraziamento per i doni ricevuti.... Non volava una mosca e il volto di Pedro modificava il suo aspetto, sembrava di leggere il passo della Trasfigurazione, è il volto di chi "vede" qualcosa di veramente speciale e grande, ma non ne fa un vanto, piuttosto realizza il peso di una croce, il peso di una grave responsabilità in cambio di un pezzo di Cielo qui in terra.
Ciò che colpisce maggiormente - conoscendo Pedro - è la sua passione e il suo amore per la Chiesa Sposa di Cristo e per il Catechismo. Non c'è attrito alcuno nei Messaggi di Anguera fra la libertà dei figli di Dio e l'obbedienza che si deve alla Chiesa, al Papa e ai Vescovi, così come ai propri Sacerdoti. Solo di un aspetto Nostra Signora di Anguera si prende cura: che si obbedisca al "vero magistero della Chiesa". Allora è stato fatto notare a Pedro l'incidenza del termine "vero" e cosa volesse intendere la Vergine Santa. Pedro ha risposto che Nostra Signora è stata chiarissima, oggi c'è molta confusione dottrinale e spirituale perchè non si segue più il "vero magistero" della Chiesa che ritroviamo chiarissimo dentro al Catechismo e perciò, tutto ciò che ha il sapore di "NOVITA' " dottrinale, al Cielo non piace affatto ed è ritenuto falso.
Nostra Signora non fa dispute pro o contro un papa o un vescovo, al Cielo interessa che la Verità sia offerta a tutti chiarissimamente, fa discernimento tra ciò che è falsa dottrina e ciò che è vera dottrina. L'atteggiamento di Pedro è proprio quello descritto da San Luigi M. Grignion de Montfort nel suo Trattato della Vera Devozione a Maria. Questi "eletti" da Nostra Signora (vedi La Salette, Rue Du Bac per la Medaglia Miracolosa, vedi Lourdes, Fatima, Kibeko...) hanno avuto un compito preciso: salvaguardare la Dottrina della santa Chiesa Cattolica.
Chi affrontasse, invece, queste Apparizioni esclusivamente dal punto di vista sensazionalistico, sui tratti di una presunta "fine del mondo", sui pruriti di voler "sentire cose nuove", come ammonisce san Paolo, resterebbe deluso e perderebbe l'occasione di avere come Catechista, per eccellenza, niente meno che la Santissima Madre di Dio. Questo è il vero e più grande dono che Dio vuole farci e che san Montfort spiega benissimo nel suo Trattato. Infatti è stato chiarissimo Pedro nello spiegare l'efficacia e l'importanza della Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria. Una consacrazione richiesta da Maria stessa in molte Apparizioni riconosciute, e profetizzata dal Montfort.
Questo non significa che chi "non si consacra" non si salva! Non si devono dire cose che Nostra Signora non dice mediante interpretazioni arbitrarie e finalizzate a tortuose discussioni mariologiche, questo sarebbe ciò che vuole il demonio.... Maria OFFRE qualcosa che nessun altro potrebbe offrirci, è una opportunità, una occasione in più, una marcia in più, un dono in più e che naturalmente esige anche di più.
Leggere il Trattato del Montfort aiuta a comprendere questa importanza della Consacrazione, di questo "esercito" mariano voluto da Gesù Cristo e affidato a Sua Madre, delle grazie che i Consacrati onesti riceveranno, ma anche delle pene e delle croci che dovranno portare. Questo continua ad insegnare Nostra Signora ad Anguera attraverso i Suoi Appelli: Ella ci guida, ci insegna, ci accompagna, soffre con noi, soffre per noi, ma ci dona anche la forza, la resistenza, l'onestà della mente e del cuore puro, la fede, la gioia di essere parte integrante di questo esercito "non di privilegiati" ma privilegiato in quanto strumento dei progetti di Dio nel mondo.
Pedro non parla di Pedro! Non parla di se stesso, delle sue opinioni, di ciò che gli piacerebbe o meno. Pedro parla di Dio, fa Catechismo, parla di cosa vuole Nostra Signora, parla di conversione a Cristo, parla di confessione, parla di Sacramenti in stato di grazia. E Pedro non sta a discutere sulla profezia dei due Papi!
E' vero, Nostra Signora ha profetizzato la presenza di due Papi, ma non ha dato ulteriori spiegazioni e Pedro, molto umilmente, non si pone altre domande, non fa interviste alla Madre di Dio, non si attende risposte pruriginose, non attende lo scoop sensazionalistico. Pedro quando non comprende "tace, soffre e prega". Lo ha spiegato all'incontro che in questi casi lui non può inventare spiegazioni a certe profezie, lui prende atto di una situazione particolare che gli viene rivelata da Nostra Signora e come tale la riceve, la prende, l'accoglie e la custodisce nella Preghiera e nel mistero degli eventi che dovranno accadere. Ha imparato da Maria quel "custodire tutto nel suo cuore", come scrive san Luca nel Vangelo.
La presenza di Nostra Signora attraverso queste Apparizioni ha un solo scopo: portarci a Gesù, convertirci a Lui, serve a cambiarci la vita, a farci cambiare la rotta che dal peccato deve condurci alla santificazione. Ricordava Pedro, chiudendo l'incontro, che se lui stesso si accorgesse che il contenuto dei Messaggi di Nostra Signora non portasse a questo, o  conducesse chissà dove, o portasse fuori dalla Chiesa, o contro i Sacramenti, contro il Catechismo, sarebbe il primo ad abbandonarli e a dichiararli come falsi. Egli nell'attendere serenamente cosa dirà in futuro la Chiesa a riguardo, obbedisce al Catechismo, al Vangelo, lasciandosi istruire da Nostra Signora.
Come concludere, allora, questa cronaca? Siamo Cooperatori della Verità, e la Verità è una sola, è la Presenza, è un fatto reale e concreto, è Gesù Cristo il Dio-con-noi e la Sua Madre vuole portarci da Lui. Nostra Signora vuole tutti salvi perchè non è solo una questione di figliolanza, ma è un fatto che costò Sangue al Figlio. Nostra Signora viene per salvarci: chi sarà così stolto da rifiutare e rigettare questa Mano generosa e questo Cuore trepidante?
Non ci interessano le discussioni sui giudizi, ci interessano i fatti, le conversioni, la cattolicità, il morire da veri liberi Figli di Dio, morire da cattolici e veri cooperatori della Verità che è Gesù Cristo che morì sulla Croce per salvarci. E' per questo che vi invitiamo a seguire i Messaggi, gli Appelli di Nostra Signora di Anguera attraverso il sito ufficiale: vedi qui, e per il quale ringraziamo di cuore gli organizzatori italiani, Andrea e la sua squadra;  ed anche attraverso la pagina di facebook che curiamo attraverso i Messaggi trattati per tema, vedi qui.
si legga anche:

Nei Cuori di Gesù e Maria, confidiamo e ci rifugiamo. Ave Maria.


4 commenti:

  1. Un altro "furbetto della parrocchietta" che ha capito come aggirare la disoccupazione.....
    Ma fino a quando Dio avrà pazienza? - Cristina

    RispondiElimina
  2. Su Anguera non ci sono al momento pronunciamenti della chiesa , quindi meglio sospendere il giudizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Istintivamente non mi sembra una cosa vera, ma una specie di gospa meno eterodossa.
      Basti pensare all'enorme bufala del MSM (movimento sacerdotale mariano di d.Gobbi) con anni e anni di messaggi eucaristici apparentemente inappuntabili, poi finita nella pietosa e ridicol profezia del 1998 (=666x3).
      Ora mi sembra che anche qui si parli di una prossima profezia di 3 gg di buio o cose simili, mi sembra per il 26marzo...
      Chi accende la luce sopravviverà?

      Elimina
  3. A parte che non si è obbligati a credere neppure alle apparizioni "approvate", personalmente preferisco seguire i consigli di Gesù Cristo,cioè Dio:- Guardate che nessuno vi inganni; molti verranno nel mio nome dicendo: Io sono il Cristo,e trarranno molti in inganno. Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui,o: E' là, non ci credete. Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti. Ecco, io ve l'ho predetto-.(Vangelo di S. Matteo)
    Cristina

    RispondiElimina