ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

venerdì 29 aprile 2016

Tre meno meno



Lo “spiritocentrismo” di papa Bergoglio


La Rivelazione è completa; quando la Chiesa, nel corso dei secoli, proclama dei dogmi oppure delle dottrine definite, non si arrende alla novità dello Spirito, ma non fa altro dichiarare esplicitamente — assistita dalla Spirito Santo — ciò che prima era detto implicitamente. Nessuna “novità”, dunque, ma semplicemente l’annuncio solenne di alcuni punti dell’immutabile dottrina di sempre.
Del resto, per quanto riguarda quelle “novità” che papa Francesco vorrebbe imporre nella Chiesa riguardo la morale coniugale e sacramentale, lo Spirito Santo ha già detto tre volte no. La prima durante il concistoro straordinario del 2014, le altre due durante i sinodi sulla famiglia del 2014 e del 2015. In quelle tre occasioni il Vescovo di Roma non è stato messo in minoranza da ottusi tradizionalisti, spietati rigoristi, ma da altrettanti vescovi “moderni”, affascinati dal “nuovo corso post-conciliare” quanto lui. Questa è la prova che la maggioranza dei cardinali (che, tra l’altro, lo avevano eletto solo un anno prima) e dei padri sinodali non hanno fatto prevalere le loro opinioni su come dovrebbe essere la Chiesa, ma sono stati docili alla voce dello Spirito Santo Paraclito.
Noi cattolici, dal primo (il papa) all’ultimo (chi scrive), dobbiamo lasciarsi guidare dallo Spirito Santo, altrimenti non c’è santificazione, ma non dobbiamo scambiarlo con i nostri desideri, né con i nostri capricci.
PUBLISHED ON 2016-04-29
https://lecronachedibabele.wordpress.com/2016/04/29/lo-spiritocentrismo-di-papa-bergoglio/
Tv2000
“Sto lavorando a un film sul cardinal Martini che sentiva il disagio di una Chiesa non al passo coi tempi, indietro di 200 anni, se non di 400, diceva lui. Una Chiesa bisognosa di una messa a punto. Perché le istituzioni religiose sono troppo spesso più indietro dei fedeli”. Lo ha detto il regista Ermanno Olmi a Soul, il programma-intervista di Tv2000 condotto da Monica Mondo in onda sabato 30 aprile e domenica 1 maggio alle 12.15 e alle 20.30, ripercorrendo alcuni episodi della sua vita privata e professionale.“Martini - ha osservato Olmi - negli ultimi istanti della sua vita, bella sua ultima benedizione ai collaboratori, ha avuto il coraggio di esprimere il dubbio”.
“La mia malattia? – ha proseguito Olmi - E’ pesante, tante volte mi tocca contare i mali che mi sono capitati, uno ad uno ma questa mia parte di sofferenza mi fa capire quale sia la sofferenza di quell’altro che ha problemi ben più gravi dei miei. Prendersela con Dio? No”.
Figlio di un ferroviere e di una contadina Ermanno Olmi non ha mai scordato le origini e nella lunga intervista a Tv2000 ha ricordato così il padre: “Quando mio padre è morto avevo 13 anni. Era un sano socialista come lo erano i ferrovieri di quel tempo che rappresentavano il progresso con giustizia. Io lo ricordo nei due anni che rimase senza lavoro perché non aveva mai voluto iscriversi al partito fascista. Allora quando si andava a cercare lavoro ti chiedevano la tessera del partito. E mio padre è stato due anni senza lavorare, tanto che ricordo mia madre che gli diceva ‘ma ti rendi conto, che per una tua idea’. Non era una sua idea bizzarra, era un ideale di dignità”.
“Non ho mai incontrato Papa Woytila – ha aggiunto Olmi - Quando ho diretto il Giubileo per esempio stavo dentro un pullman della televisione. Ho incontrato, non da Papa, Roncalli. Poi Montini. E il nostro Papa pianista dimissionario, Benedetto. Lui era felice quando suonava, anzi, è felice tutt’ora”.
http://ilsismografo.blogspot.it/2016/04/italia-cinema-olmi-tv2000-lavoro-film.html#more
Archbishop in Germany says 'mosques are equal to Churches' 
Christian Daily 
(Lorraine Caballero) The Catholic Archbishop of Cologne, Germany has slammed an anti-Islam party that claims Islam is not compatible with the country's constitution. The right-wing party Alternative für Deutschland (AfD) had earlier pressed a ban on minarets and burqas. In the wake of the party's claim the Islam is not compatible with the German constitution, Archbishop Rainer Woelki posted a video online saying mosques are equal to churches, Christian Today relays. (...)

Nessun commento:

Posta un commento