ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

venerdì 12 agosto 2016

Il loro maestro dove giace?*


Martin Lutero è stato un 'maestro della fede', dicono i vescovi tedeschi



In un nuovo rapporto vescovi tedeschi dicono che il 500 ° anniversario della Riforma deve coinvolgere pentimento su entrambi i lati

I vescovi cattolici della Germania hanno elogiato Martin Lutero come "testimonianza evangelica e maestro della fede" e ha chiesto legami più stretti con i protestanti.
In un rapporto 206 pagine, "La Riforma in prospettiva ecumenica", il Vescovo Gerhard Feige di Magdeburgo, presidente della commissione ecumenica episcopale tedesca, ha detto che la "storia della Riforma ha riscontrato un ricevimento mutevole nella Chiesa cattolica, dove i suoi eventi e protagonisti sono stati a lungo visti in una luce dispregiativo negativo ".
"Mentre le ferite fanno ancora sentire fino ai giorni nostri, è gratificante che la teologia cattolica è riuscita, nel frattempo, in modo sobrio riconsiderare gli avvenimenti del 16 ° secolo", ha detto nel rapporto, pubblicato questa settimana da parte della Germania Bonn-based conferenza episcopale.
Vescovo Feige ha detto che la "storia e le conseguenze" della Riforma sarebbero discussi durante il suo prossimo 500 ° anniversario, ma ha aggiunto che non vi era consenso sul fatto che precedenti condanne reciproche non sono validi.
"Memorie della Riforma e la successiva separazione della cristianità occidentale non sono esenti da dolore", ha detto il vescovo Feige. "Ma attraverso il dialogo ecumenico lungo, le differenze teologiche radicate nel periodo sono stati rivalutati - come è documentato nel lavoro presentato dalla nostra commissione ecumenica".
Martin Lazar, il portavoce della diocesi di Magdeburgo, ha detto al Catholic News Service il Mercoledì che la Riforma ancora provocato tensioni in Germania, in particolare "nelle famiglie religiosamente separati."
La relazione dei vescovi ha detto che "la Chiesa cattolica può riconoscere oggi quello che è stato importante nella Riforma - vale a dire, che la Sacra Scrittura è il centro e standard per tutta la vita cristiana.
"Connesso con ciò è intuizione fondamentale di Martin Lutero che l'auto-rivelazione di Dio in Gesù Cristo per la salvezza del popolo viene proclamata nel Vangelo - che Gesù Cristo è il centro della Scrittura e l'unico mediatore."
La Riforma è tradizionalmente datata dal ottobre 1517 pubblicazione di di Lutero 95 Tesi, mettendo in discussione la vendita delle indulgenze e le fondamenta del Vangelo di autorità papale.
Lutero fu scomunicato da Papa Leone X nel mese di gennaio 1521 e il bandito dal Sacro Romano Imperatore Carlo V.
I vescovi tedeschi descrivono Lutero come "apripista religiosa, testimonianza evangelica e maestro della fede", il cui "preoccupazione per il rinnovamento nel pentimento e alla conversione" non avevano ricevuto un "sentire adeguata" di Roma.
Hanno detto che il lavoro del riformatore ancora rappresentato una "sfida teologica e spirituale" e aveva "ecclesiale e implicazioni politiche per la comprensione della Chiesa e del Magistero."
Il rapporto afferma che una dichiarazione cattolico-luterana giunto nel 1980 per commemorare la Confessione di Augusta, che ha definito la nuova fede luterana, era stato determinante nel portare chiese più vicino, mentre un'altra dichiarazione ecumenica nel 1983, il 500 ° anniversario della nascita di Lutero, aveva iniziato un "impegno intensivo" con il lavoro del riformatore.
Uno storico 1999 Dichiarazione congiunta sulla dottrina della giustificazione è stata una "pietra miliare nel dialogo ecumenico", dice il rapporto, riconoscendo che le differenze rimanenti dovrebbero "non hanno più un effetto di chiesa-dividendo".
I vescovi rapporto include giugno 2015 lettere concilianti fra i vescovi tedeschi presidente della Conferenza, il cardinale Reinhard Marx, e Vescovo luterano Heinrich Strohm, presidente della Chiesa evangelica di Germania, delineando i piani per un 2017 pellegrinaggio ecumenico in Terra Santa e un servizio di Quaresima dedicato alle "memorie di guarigione."
In un'intervista con CNS, vice presidente della commissione ecumenica, vescovo Heinz Algermissen di Fulda, ha detto che i legami tra cattolici e luterani erano migliorate dopo il Concilio Vaticano II, ma che le chiese devono lavorare per "unità visibile, non solo riconciliata diversità".
"Questo significa non solo pregare insieme, ma la sfida di parlare con una sola voce come cristiani, quando siamo tutti sfidati dall'ateismo aggressivo e laicismo, oltre che da [radicalizzato] Islam. Altrimenti perderemo sempre più terreno ", ha detto.
"Nel commemorare la Riforma, non possiamo vederlo come un giubileo, ma dovrebbero anche ammettere il nostro senso di colpa per gli errori del passato e pentirsi su entrambi i lati per gli ultimi 500 anni", ha aggiunto.
I cattolici costituiscono il 29 per cento dei 82 milioni di abitanti della Germania, con la Chiesa evangelica di Germania rappresenta il 27 per cento, anche se tutte le denominazioni hanno affrontato l'appartenenza declino.
NB: traduzione automatica..!
*

Lutero all'inferno, secondo la visione della Beata Serafina Micheli


Pubblicato il 29 giu 2016
La Beata SERAFINA MICHELI E LA VISIONE DI LUTERO ALL'INFERNO -
Nel 1883 Suor Maria Serafina Micheli (1849-1911) che è stata beatificata a Faicchio in provincia di Benevento e diocesi di Cerreto Sannita il 28 maggio 2011, fondatrice dell’Istituto delle Suore degli Angeli, si trovava a passare per Eisleben, nella Sassonia, città natale di Lutero. Si festeggiava, in quel giorno, il quarto centenario della nascita del grande eretico (10 novembre 1483) che spaccò l’Europa e la Chiesa in due, perciò le strade erano affollate, i balconi imbandierati e là dentro una chiesa ebbe la visione di Lutero in inferno.

1 commento:

  1. Jade

    Lutero è morto suicida, lo trovò appeso al suo letto il suo servo. La sua vera storia è molto diversa da quella ufficiale, p.es. entrò in un monastero a chiedere rifugio, in quanto in due duelli, proibitissimi in quei tempi, aveva ucciso due
    studenti universitari, per cui era prevista la galera. Restò monaco per poco tempo, se mai lo fu, lasciò il convento e si sposò con una ex suora. Fu la causa della terribile guerra dei trent'anni e l'agiatezza nella quale visse la procurò sua moglie, che si rivelò un abilissima commerciante e amministratrice.
    L'unica cosa 'buona' che fece è quella di aver fatto tradurre la Bibbia rendendola accessibile a chi sapeva leggere.

    RispondiElimina