ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

venerdì 24 marzo 2017

Controriforma contro il nuovo paganesimo

“Miracolo della Russia” Genera il panico nelle élite americane ed europee

Una relazione del ( Ministero delle Finanze )  avverte il Consiglio di Sicurezza ( SC ) di aspettarsi “ una rapida punizione ” dall’Occidente dopo l’ultimo “ Miracolo della Russia ”  pagherà l’intero e ultimo debito dovuto dalla ex Unione Sovietica entro 45 giorni -questo ha gettato l’intera struttura d’elite di  europei, americani e occidentali nel “ panico totale ” ora che i loro cittadini scoprono cosa è stata capace di raggiungere la Federazione con politiche monetarie nazionaliste .
Secondo questo rapporto, il “ Miracolo della Russia ” è un termine usato per descrivere le politiche monetarie nazionaliste di ispirazione cristiana promulgate nella Federazione dopo il giogo crudele gettato sul popolo russo dal “ demoniaco anti-Cristo e la globalizzazione  ” a seguito del crollo catastrofico dell’economia nel 2008-2009 -e che molti in Occidente predissero che avrebbe portato alla completa distruzione dell’economia russa .
Come le “ leggi occidentali si scontrano con la natura morale dell’uomo ”,  ilPresidente Putin ha stigmatizzato l’eresia della nuova religione globalista  che ha colpito  l’Occidente e  ha dichiarato criticando il relativismo occidentale che “le politiche perseguite chemettono sullo stesso piano le famiglia numerose  e l’associazione tra omossessuali, la fede in Dio e le credenze di Satana … questo è  percorso di degrado “ e fa intendere che “Mosca oggi è la città divina e il posto di comando della controriforma contro il nuovo paganesimo”  – Mentre a quasi allo stesso tempo, il presidente Barack Obama ha dichiarato  sull’America:“Non siamo più una nazione cristiana ”.
Infatti, il Presidente Putin ha molto successo ,  e ha usato la morale cristiana per creare il “ Miracolo della Russia ”,   in America dicono che la Federazione è la somma dei peggiori timori  delle élite della sinistra liberale: “ Coalizione cristiana con armi nucleari ”.
Per quanto sorprendente il “ Miracolo della Russia ” ha riproposto l’economia della Federazione e portato lontano dalle rovine della globalizzazione,  ed ha  evidenziato che la Russia ora ha un debito pubblico di soli 150,5 miliardi $ che equivale a un mero $ 1.029 per ogni cittadino -che per avere idea della differenza prendiamo a paragone con gli  Stati Uniti il cui debito è $ 20 TRILIONI , pari a uno scioccante $ 879.989 per ogni cittadino , e il debito della dell’Unione Europea $ 13.5 TRILLION , e che equivale a un altrettanto sconvolgente $ 26.519 per ogni cittadino .
Con l’ Unione Europea di fronte a un disastro a causa del suo tasso di crollo delle nascite , e gli Stati Uniti dichiarano che l’anno scorso il tasso di natalità è ormai un’emergenza nazionale , il “ Miracolo della Russia ” ha trionfalmente portato la Federazione ad avere il più alto tasso di natalità di tutta l’Europa -e i cui cittadini sono produttivi e morali potranno beneficiare di un futuro nella Federazioni  con ben $ 75,7 TRILIONI di ricchezze, in risorse naturale,  è la più grande del mondo .
Stati Uniti e Unione Europea, entrambe temono che i loro cittadini conoscano il “ Miracolo della Russia ”, che la morale cristiana  è alla base dìessa e lo ha reso possibile, gli esperti del MoF in questo rapporto, hanno rilanciato quello che viene chiamato “ il colpo di stato più eclatante della storia ” contro l’Ucraina perinstallare un potere neoinazista al governo con al loro conoscenza la Federazione non avrebbe altra scelta che rispondere adeguatamente, come l’ultima volta in cui la Russia ha affrontato un regime nazista (seconda guerra mondiale) oltre 26,6 milioni dei suoi cittadini sono stati uccisi .
Piuttosto che prendere  tutta l’Ucraina, tuttavia, continua il  rapporto, le forze militari della Federazione di fronte a questo “ colpo di stato palese ” ha ridotto al minimo la loro azione con il solo scopo di proteggere il popolo russo dalla minacciato direttamente di sterminio dal regime dei neonazisti -al potere, nel mese di novembre 2014, l’Occidente si vendica imponendo le sanzioni economiche alla Russia.
Utilizzando il “ Miracolo della Russia ” le politiche economiche intraprese in contrapposizione alle sanzioni occidentali, dice il report, dalla Federazione è  in grado di assegnare $ 76 miliardi di dollari per il suo approvvigionamento alimentare nazionale , e attraverso altre misure ha ulteriormente migliorato la sicurezza economica a lungo termine, infatti, e anche l’agenzia di rating americana Standard & Poor è stata costretta a malincuore, il 17 marzo, a rivedere l’outlook della Russia su positivo e stabile e ha affermato il rating sovrano della Federazione e, allo stesso modo, oggi, rivedono la loro visione su 13 società russe, su positivo .
Il “ Miracolo della Russia ” è un successo inarrestabile e abbatte i miti della globalizzazione a favore di misure di risparmio nazionaliste sostenuta dalla morale cristiana, continua il rapporto, le forze d’elite in Occidente hanno risposto con il lancio di campagne  al vetriolo sulla “ isteria russa ”  che il mondo moderno abbia mai visto, e comprende il Regno Unito,il tabloid The Mirror la confezionato una “ falsa notizia ” questa settimana sulla tradizionale festa russa “ Maslenitsa ” (celebrata la settimana prima della Quaresima) dove mettevano in guardia i loro cittadini di essere in procinto d’essere uccisi .

La Falsa Notizia sull’isteria dei russi riportata dal Mirror

I partecipanti alla festa Maslenitsa (NON tifosi di calcio) che celebrano l’antico rito cristiano del bene contro il male
Peggio ancora, questa relazione rileva, che le notizie quotidiane
appaiono in tutti gli Stati Uniti e l’Unione Europea come gravi pericoli collegati agli – “ oligarchi ” del Cremlino- che è il termine usato per descrivere i 97 miliardari  russi- Mentre allo stesso tempo non comunicano ai propri cittadini degli oltre 992 “ oligarchi miliardari” nelle loro nazioni – inoltre si potrebbe logicamente pensare che i cittadini occidentali hanno il diritto di sapere che  l’Unione Europea è già stata dichiarata un ‘ “ oligarchia ” (governo dei pochi) così come  gli Stati Uniti, nel 2014, uno studio condotto dalla Princeton University il Prof Martin Gilens e Northwestern University Prof Benjamin Gravely hanno dichiarato che l’America non era più una democrazia, ma una “ oligarchia ” di cui beneficiano solo le élite .
Pochissimi popoli in Occidente riconoscono il “ Miracolo della Russia ” e come ha distrutto i mali della nuova religione globale, spiega il rapporto, è il Presidente americano Donald Trump che, come il Presidente Putin prima di lui, conosce il vero valore di una nazione che torna alle sue radici morali cristiane per raggiungere la sicurezza, ma l’economia  dello “ Stato profondo ” la cui elite di sinistra liberale del Partito Democratico hanno aderito ai loro ex nemici Neo-con del Partito Repubblicano per distruggerlo, e che alcuni espertisuggeriscono che hanno bisogno di “ farmaci anti-psicotici ” prima che esplodano le loro teste.
Di fronte a una simile follia di queste élite occidentale che cerca disperatamente di nascondere il “ Miracolo della Russia ” dall’essere conosciuto dai loro cittadini, e il timore che il presidente Trump stia per implementare politiche economiche di ispirazione cristiana simili per gli Stati Uniti, per questo, hanno cominciato ad attaccare il nuovo leader degli Stati Uniti sostenendo falsamente che stia lavorando per la Russia, e in risposta, questa settimana al Congresso degli Stati Uniti vi è una audizione su questo tema, il portavoce del CremlinoDmitry Peskov potrebbe affermare solamente : “ I partecipanti all’audizione sono apparentemente confusi dalla situazione. Stanno cercando di trovare conferma dei propri assunti da qualche parte, ma non riescono a  trovare alcuna prova … e vi girano attorno tutte le volte “.
E mentre nemici dello “stato profondo” del presidente Trump continuano a girare a vuoto cercando di trovare la prova di qualcosa che non esiste, continua il rapporto, i loro alleati di sinistra delle “ fake news ” con i media di propaganda mainstream continuano a nascondere al popolo americano che le affermazioni di Trump che l’ex presidente Obama lo ha “ intercettato” sono vere al 100%,  tutte le chiamate telefoniche negli Stati Uniti vengono registrate e memorizzate -e che il mondo intero ha saputo nel 2013 quando i file  top secret americani sono stati resi pubblici da Edward Snowden .
Per quanto riguarda il Presidente Trump sarà in grado di duplicare il “ Miracolo della Russia ” e ripristinare gli Stati Uniti con la sua passata grandezza, come ha fatto il Presidente Putin per la Russia? Dalla relazione emerge, che attualmente non è  ancora noto, ma questi fanatici demoniaci religiosi del globalismo  devono essere sconfitti una volta per tutte, e può essere fatto solo da “ Fare di Nuovo grande l’America ”, e poi il resto del mondo seguirà.
Miracolo della Russia” Genera il panico nelle élite americane ed europee 
Pubblicato il
 

Primo incontro Putin-Le Pen: ecco l’asse che può demolire l’Unione Europea

Primo incontro Putin-Le Pen: ecco l’asse che può demolire l’Unione Europea
 di Eugenio Cipolla

Il giorno dopo le ennesime tensioni diplomatiche con Kiev, causate dall’omicidio dell’ex deputato russo del Partito Comunista Voronenko, oggi a Mosca i riflettori erano puntati su un incontro molto importante, uno di quelli capaci di cambiare le sorti dell’Europa intera: quello tra Vladimir Putin e Marine Le Pen. Il presidente russo ha accolto al Cremlino la candidata alle presidenziali francesi e leader del Front National di buon grado, nonostante l’incontro non fosse in agenda (Marine Le Pen doveva nel programma ufficiale doveva incontrare solo una delegazione della Duma), nella convinzione che un asse Parigi-Mosca, in caso di una vittoria della Le Pen, difficile ma non improbabile, possa aprire nuovi spiragli di dialogo tra la Russia e l’Unione Europea. «Per noi le relazioni con la Francia sono estremamente importanti», ha affermato il presidente russo, rassicurando che da parte di Mosca «non c’è nessuna intenzione di influenzare gli eventi» della vita politica francese.

«Noi – ha precisato Putin – cerchiamo di mantenere relazioni di pari livello sia con i rappresentanti dell’attuale governo sia con esponenti dell’opposizione». Il leader del Cremlino ha definito «interessante lo scambio di opinioni con Marine Le Pen su come sviluppare le nostre relazioni bilaterali e sulla situazione che sta emergendo in Europa». Un incontro, quello tra i due, ritenuto da molti non causale, proprio all’indomani dell’indebolimento di Francois Fillon, altro candidato con il quale il Cremlino avrebbe potuto instaurare un dialogo mirato al superamento delle sanzioni alla Russia e delle tensioni degli ultimi anni dovuti alla crisi ucraina, nonché sulla lotta al terrorismo.

Ed è proprio quest’ultimo tema a muovere Marine Le Pen. La Francia lepenista guarda alla Russia «come un paese realmente impegnato nella lotta al terrorismo internazionale. La cooperazione fra Parigi e Mosca dovrebbe concentrarsi sulle attività d'intelligence, al fine di contrastare ogni minaccia terroristica.
Penso che sarebbe utile uno scambio fra i servizi d'intelligence tra i nostri paesi».

Per la Le Pen, che incontrato anche il presidente della Duma, «abbiamo profondi legami culturali ed economici con la Federazione Russa. Questo incontro è particolarmente importante quando una grave minaccia terroristica incombe su tutti. Noi ci relazioniamo con quei paesi che rappresentano veri combattenti contro il terrorismo: solo insieme si può superare questo flagello. La Russia continua a lottare contro il terrorismo in Siria, la Francia ha partecipato alla operazione in Ciad, abbiamo lottato contro il terrorismo in Mali. Era l'unico modo per sconfiggere il terrorismo. Purtroppo, è necessario ricorrere ad una presenza militare».

La leader del Front National ha anche acceso un faro sulla tratta di essere umani che sta interessando il nostro paese nel mediterraneo. «C’è bisogno di combattere anche coloro che organizzano la tratta di essere umani», ha affermato, «perché in questo modo si sta finanziando il terrorismo internazionale».

Il vertice Putin-Le Pen ha ovviamente scatenato le dietrologie di molti giornalisti e politici occidentali. Nel corso di un meeting con la stampa, il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha chiarito i termini e i temi dell’incontro tra i due, precisando che non si è discusso di possibili finanziamenti russi al Front National. «Lo stesso presidente ha detto che la Russia è pronta a mantenere i contatti con i rappresentanti di tutte le forze politiche e con i rappresentanti dell’opposizione. E’ prassi normale e la Russia non ha intenzione di interferire negli affari interni di altri paesi». Quello tra Putin e La Pen era il primo incontro in assoluto e  Bruxelles è scattato subito l’allarme rosso. Un possibile futuro asse Mosca-Parigi potrebbe mettere in difficoltà la tenuta dell’intera Unione Europea, perché, soprattutto a detta di molti analisti russi, minerebbe le fondamenta della leadership di Angela Merkel.