ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

venerdì 26 maggio 2017

“e questa consacrazione è stata accolta dal Cielo” ?

Quando ci sarà il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria? Ecco come rispose suor Lucia, veggente della Madonna. 

Nel bollettino ufficiale  della Postulazione per la beatificazione e quindi per la canonizzazione dei pastorelli di Fatima troviamo una interessantissima indicazione di suor Lucia, veggente di Fatima, sul trionfo del Cuore Immacolato di Maria profetizzato dalla Madonna a Fatima.

“Quando alcune decine di anni fa qualcuno chiese a suor Lucia quando si sarebbe convertita la Russia e se ci sarebbe voluto ancora molto tempo perché ciò accadesse, lei rispose: “la Russia si convertirà non appena ci saranno persone in numero sufficiente che traducano in pratica le richieste della Madonna”.

…il s. Padre Giovanni Paolo II, in unione con tutti i vescovi, consacrò il mondo al Cuore Immacolato di Maria, facendo riferimento in modo particolare alla Russia.

…quando tornammo da Roma con la statua della Madonna che si venera nella Cappellina delle Apparizioni, informammo suor Lucia (la veggente di Fatima) che ciò era avvenuto e le domandammo: “Il S. Padre avrà dato compimento alla richiesta della Madonna?” la sua risposta fu : “Sì, e questa consacrazione è stata accolta dal Cielo”. “Sorella come sapremo questo? Ci sarà qualche segno?” Lucia rispose:”Guardate all’est; dall’est viene la risposta” . La risposta è venuta. ….il muro di Berlino è caduto ….

Alla domanda “E quando avremo la pace? Quando trionferà il Cuore Immacolato di Maria in tutto il suo splendore?” Suor Lucia rispose “Quando ci saranno persone in numero sufficiente a dare risposta alle richieste della Madonna: recitate il Rosario tutti i giorni e fate sacrifici per la conversione dei peccatori.”

( da “I beati Francesco e Giacinta Marto. Il bollettino dei pastorelli”, ottobre - dicembre 2004 (anno 42) ultima pag. ; questo testo è una pubblicazione trimestrale della postulazione dei beati Giacinta e Francesco; si consulti a proposito di tale pubblicazione il sito www.pastorinhos.com). Facciamo notare che questo è il bolletino ufficiale della Postulazione di Francescoe e Giacinta Marto e che  la Postulazione di Francesco e Giacinta Marto è un’istituzione della Chiesa Cattolica che, sotto la direzione della Congregazione delle Cause dei Santi e del Vescovo della Diocesi di Leiria-Fatima, ha la missione di promuovere la causa di Canonizzazione dei Beati Francesco e Giacinta Marto. Pubblicato dal 1963, al tempo con il nome «Veggenti di Fatima», il bollettino, oggi intitolato «Beati Francesco e Giacinta Marto. Bollettino dei Pastorelli» è disponibile in 8 lingue  http://www.pastorinhos.com/it/notizie/il-bollettino-dei-pastorelli-raggiunge-piu-di-190-paesi/ )
Impegniamoci tutti perché questo Trionfo avvenga presto.
Don Tullio Rotondo .
Scritto da

http://apologetica-cattolica.net/attualita/quando-ci-sara-il-trionfo-del-cuore-immacolato-di-maria-ecco-come-rispose-suor-lucia-veggente-della-madonna.html

Falsi segreti e false ipotesi.

".....Basandosi su dati attendibili, è possibile scartare un'intera serie di falsi segreti che sono stati pubblicati consecutivamente per 25 anni. Nel mio lavoro li cito tutti e dimostro, per esempio, che il più famoso di essi, il "Segreto" messo in circolazione nel 1963 dalla rivista tedesca "Neues Europa" e che è stato continuamente ristampato su innumerevoli riviste, è un falso. In questo testo vi sono parecchi errori mostruosi che lo provano a sufficienza. Inoltre, benché ciò sia stato già detto, per essere semplici "estratti" del vero Segreto sono almeno quattro volte troppo lunghi per adattarsi al foglio di carta sul quale Lucia scrisse l'intero Terzo Segreto11.

Si possono scartare anche una gran quantità di false ipotesi. Certamente non si tratta di un semplice "invito alla preghiera e alla penitenza", come Padre Caprile osa proclamare!12 La Vergine Maria non avrebbe chiesto a Lucia di attendere il 1944 o il 1960 per divulgare un messaggio che avrebbe ripetuto parola per parola il Suo Messaggio pubblico del 13 ottobre 1917!* Non si tratta nemmeno di un soggetto che riguarda la felicità: il Terzo Segreto di Fatima non si accorda certamente con il punto di vista ottimistico di Papa Giovanni XXIII, che proclama che il Concilio sarebbe "una nuova pentecoste", "una nuova primavera per la Chiesa". Se si fosse trattato di questo, egli stesso o i suoi successori lo avrebbero rivelato. "Se fosse stato piacevole" disse giustamente il Cardinal Cerejeira, "ci sarebbe stato detto. Poiché non ci è stato detto riferito nulla, deve trattarsi di una cosa dolorosa". Sì, è ovviamente cosa grave e tragica.

Nemmeno può trattarsi dell'annuncio della fine del mondo, perché la profezia di Fatima termina con una promessa meravigliosa e incondizionata, che dovrebbe essere predicata continuamente in quanto fonte di incrollabile speranza: "Alla fine il Mio Cuore Immacolato trionferà, il Santo Padre Mi consacrerà la Russia, che verrà convertita, e al mondo verrà assicurato un periodo di pace".

Sarebbe questo l'annuncio di una Terza Guerra Mondiale? Di una guerra nucleare? Sarebbe ragionevole pensarlo, perché qui la profezia non farebbe altro che confermare le più lucide analisi politiche. Non avrebbe la Vergine Maria predetto questa orribile guerra futura che ci minaccia così tragicamente?

Insieme a Padre Alonso, io credo che questo senza dubbio non sia l'essenza del Terzo Segreto. E affermo questo per una solida ragione: vale a dire che questa predizione di castighi materiali, di nuove guerre e di persecuzioni contro la Chiesa costituiscono lo specifico contenuto del Secondo Segreto. Abbiamo riflettuto bene sulla terribile importanza di queste semplici parole: "I buoni soffriranno il martirio, il Santo Padre patirà molto, varie nazioni verranno annientate"? "La Beata Vergine ci ha detto", confidò Suor Lucia a Padre Fuentes, "che molte nazioni spariranno dalla faccia della terra, che la Russia sarà lo strumento del castigo scelto dal Cielo per punire il mondo intero (per i suoi crimini) se noi non otteniamo subito la conversione di quella povera nazione"13. Per questa ragione c'è da temere che la parola "annientate" debba essere interpretata nel suo senso più ovvio: annientate, totalmente distrutte. Improbabile nel 1917, oggi, nell'era nucleare, questa tragica minaccia non è ormai lontana da noi.

E' quindi chiaro: tutte le punizioni materiali che ancora ci minacciano, persino le più spaventose come la guerra nucleare, o l'espansione del comunismo sull'intero pianeta, sono già state predette da Nostra Signora nel Suo Secondo Segreto, e siamo a conoscenza anche dei mezzi soprannaturali per evitarle prima che sia troppo tardi14. Possiamo essere certi, secondo Padre Alonso, che nessuno di questi castighi materiali è ripetuto nella terza parte del Segreto. O almeno, aggiungerei, se qualche allusione a esso viene ripetuta (come è proprio possibile), questa non sarà il messaggio essenziale del Terzo Segreto. Effettivamente, poiché il Segreto è composto da tre parti collegate tra loro ma distinte e il periodo stabilito dal Cielo per rivelarle non coincide, si può essere certi che la terza parte del Segreto non ripeterà in uno spazio di poche righe lo stesso soggetto della seconda parte.

Indubbiamente il Terzo Segreto si riferisce principalmente a un castigo spirituale. Di gran lunga peggiore, ancora più spaventoso delle carestie, delle guerre e delle persecuzioni, perché riguarda le anime, la loro salvezza o la loro eterna dannazione. Il defunto Padre Alonso, nominato nel 1966 archivista ufficiale di Fatima dal Vescovo Venancio, ha dimostrato che ciò è quanto contiene il Terzo Segreto. Ne scrisse in uno dei volumi della sua grande opera critica in 24 tomi, che, purtroppo, gli fu proibito di pubblicare. Ma prima della sua morte, avvenuta il 12 dicembre 1981, egli potè farci conoscere le conclusioni cui era giunto attraverso vari pamphlet e numerosi articoli pubblicati su riviste teologiche.

La mia ricerca personale mi ha solo permesso di essere più specifico, di chiarire, di completare la sua tesi, che nuovi documenti portano a confermare.

Ecco il più importante: il 10 settembre 1984, il Vescovo Cosme do Amaral, attuale Vescovo di Leiria e Fatima, nell'Aula Magna dell'Università della Tecnica di Vienna, dichiarò nel corso di una serie di domande e risposte: "Il Terzo Segreto di Fatima non parla né di bombe atomiche né di testate nucleari, né di missili SS20. Il suo contenuto", ha aggiunto "riguarda solamente la nostra Fede. Identificare il Segreto con annunci catastrofici o con un olocausto nucleare vuol dire distorcere il significato del Messaggio. La perdita della Fede di un continente è cosa peggiore dell'annientamento di una nazione; ed è vero che, in Europa, la Fede è in continua diminuzione"15.

Per dieci anni, il Vescovo di Fatima osservò un silenzio assoluto sul contenuto del Terzo Segreto. Quando iniziò a parlare, risoluto a fare una dichiarazione pubblica, si può essere moralmente certi che non avrebbe detto nulla senza prima aver consultato Suor Lucia. Possiamo stabilire questo con esattezza perché, nel 1981, egli aveva già confutato alcuni falsi segreti affermando di avere già interrogato su di essi la veggente.

Ciò significa che la tesi di Padre Alonso è ora confermata pubblicamente dal Vescovo di Fatima: concerne la terribile crisi all'interno della Chiesa. Si tratta della perdita della Fede nella nostra era predetta dall'Immacolata Vergine, se le Sue richieste non fossero state sufficientemente esaudite, ed è questo il dramma di cui siamo stati testimoni fin dal 1960.

Avendo detto l'essenziale, mi limiterò a menzionare le principali fasi della mia prova riguardo il vero contenuto del Terzo Segreto....."

Note:

1. "The Third Secret" pp. 642-663 dell'edizione inglese.

12. "La Civiltà Cattolica", giugno 1960.

13. Questa dichiarazione fatta a Padre Fuentes, come sia io che Padre Alonso dimostriamo, è certamente autentica. Lo dimostro nel mio libro "The Third Secret", pp. 503-510, 549-554. La dichiarazione di Suor Lucia a Padre Fuentes nel dicembre del 1957, della quale io dimostro, in linea con Padre Alonso, l'incontestabile autenticità ("The Third Secret" pp. 503-510, 549-554) è una sintesi impressionante del Messaggio di Fatima. Pubblicato nel 1962 nelle "Lettere ai miei amici" e nuovamente nel 1974 in "La controriforma cattolica nel ventesimo secolo" (numero 87, edizione francese), questo testo merita di continuare a essere diffuso tempestivamente (per il testo, consultare "The Third Secret", pp. 504-508).

14. I principali strumenti soprannaturali attraverso i quali si raggiungerà la pace mondiale sono la Consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria eseguita dal Papa e da tutti i Vescovi del mondo, e le Comunioni di Riparazione il Primo Sabato (consultare l'Appendice), come richiesto da Nostra Signora il 10 dicembre 1925 e il 13 giugno 1929.

15. Il Vescovo poteva fare questa affermazione così grave perché è un dogma della Chiesa Cattolica che per essere salvato dalle fiamme eterne dell'inferno ogni Cattolico non deve perdere la Fede. Ovviamente l'annientamento fisico non è un male così grave come la perdita eterna delle anime nell'inferno. Ecco perché questa punizione proclamata nel Terzo Segreto è peggiore della guerra e della morte.

da fatima.org/it/thirdsecret/segreto04.asp

Siccardi, Fatima e la passione della Chiesa, SugarCo, 2012.


www.libertaepersona.org/…/fatima-non-una-…


Nessun commento:

Posta un commento