ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

lunedì 12 febbraio 2018

Per “una nuova fioritura della nostra fede”.

Un aforisma di José Sánchez del Rio
Il 10 febbraio 1928 subiva il martirio per Cristo Re José Sánchez del Rio, Cristero di quattordici anni
http://www.scuolaecclesiamater.org/2018/02/un-aforisma-di-jose-sanchez-del-rio.html

ROSARIO SULLE COSTE. DOPO POLONIA E IRLANDA, SI PREGHERÀ ANCHE IN REGNO UNITO. IL 29 APRILE, DOPO 40 GIORNI DI PREPARAZIONE.


Dopo la Polonia e l’Irlanda, anche nel Regno Unito si sta preparando un grande “Rosario sulle Coste”, che dovrebbe avere luogo il 29 aprile, domenica; cinquanta anni fa il 27 aprile entrò in vigore in UK l’Abortion Act, la legge che legalizzava la soppressione dei nascituri.
Gli organizzatori sostengono che quella preghiera collettiva servirà a combattere “Le minacce attuali alla fede, alla dignità della persona umana e alla pace”, e sarà utile a incoraggiare “una nuova fioritura della nostra fede”.
Un sito Facebook è già attivo, per pubblicizzare l’evento si trova a questo link.
gli organizzatori intendo lanciare un sito web interattivo, con la mappa delle postazioni di preghiera lungo il perimetro dell’isola, il 1° marzo, festa di San David, il patrono del Galles. Poi il 19 marzo, san Giuseppe, cominceranno quaranta giorni di preparazione spirituale, che avranno termine il 27 aprile, il giorno in cui entrò in vigore l’Abortion Act.
Secondo quanto riferisce il Catholic Herald il vescovo John Keenan di Paisley è “più che felice” di appoggiare l’iniziativa. “Speriamo che tutti questi siti del rosario si uniranno insieme e formeranno un anello di grazia attorno alla nostra costa per la fede, la vita e la pace. Che Dio possa benedire questo evento importante e inizi la conversione e la riconciliazione per le nostre isole”.
Gli organizzatori sperano che nel Rosario siano coinvolte anche le isole che circondano il Regno Unito: Orkney, Shetland, Ebridi, l’Isola di Man, l’Isola di Wight e le Isole del Canale.
In Polonia il “Rosario ai confini” descritto in maniera diffamante dai mass media mainstream aveva visto centinaia di migliaia di cattolici pregare il rosario intorno ai confini del Paese, in quattromila luoghi diversi. L’occasione fu la celebrazione dei cento anni di Fatima, e le preghiere erano dirette a ottenere la protezione e pace per la patria, e per il mondo.


MARCO TOSATTI
http://www.marcotosatti.com/2018/02/12/rosario-sulle-coste-dopo-polonia-e-irlanda-si-preghera-anche-in-regno-unito-il-29-aprile-dopo-40-giorni-di-preparazione/

Preghiamo tutti insieme per la nostra Italia


Carissimi tutti,
il modesto, ma tenace coetus di San Simon Piccolo in Venezia con la collaborazione Fraterna della Parrocchia Romana, sono lieti di invitarvi a partecipare, comodamente da casa vostra, alla recita di un Santo Rosario congiunto, ovvero ad un Rosario recitato in diretta o se preferite in simultanea domenica 25 febbraio alle ore 19.00. Il nostro caro Padre Joseph, qualche minuto prima, impartirà su di noi una breve ma particolare e Paterna Benedizione.
Alleghiamo in formato pdf, per unificare la comune preghiera e per chi ne fosse sprovvisto, un libretto stampabile del Santo Rosario che sarà recitato in Latino (ma c’è anche la parte in italiano). Tale vi tornerà utile anche per un prossimo futuro.
Inoltre al termine del Santo Rosario chiuderemo con un Preghiera composta appositamente per questa occasione da mani esperte di un tempo passato, ma che risulta di una attualità a dir poco strabiliante.
Sollecitiamo, infine, unitamente alle intenzioni sopra citate, a pregare per la Santa Chiesa: Cattolica ed Apostolica Romana, affinché i Pastori possano salvaguardare sempre il Sacro Deposito della Fede ricordando sempre: Lex orandi, Lex Credendi.
Tradere et non tradire!
In Cordibus Sacratissimi Jesu et Mariae.
Antoni et frates Simonensis.

Il senso che ci spinge ad invocare la Santissima Vergine Maria in questo modo particolare è legato alle elezioni politiche che si terranno esattamente la domenica successiva al 25 febbraio, il 4 marzo 2018.
Ora, è sotto gli occhi di tutti la fallimentare situazione di governo della nostra povera Repubblica Italiana.
E’ innegabile che la situazione è drammatica su tutti i fronti e non è facile andare a votare o “per chi votare”:lo schieramento a sinistra è completamente fallimentare, quello a destra  non è certo frequentato da santi o immacolati, tuttavia, qualcosa di buono e sano sembra ancora offrire e per cui vale la pena di sperare, qualcosa che ha il coraggio di andare ancora contro corrente per salvaguardare  quei Sani valori Cristiani che ci interessano davvero.
E ci teniamo a sottolineare che per “destra o sinistra” a noi non interessano le tifoserie POLITICHE di “nostalgiche memorie“, ci interessano i programmi per l’oggi dell’Italia. In virtù di ciò noi siamo propensi a sostenere chi ama davvero il nostro Paese e gli Italiani, con programmi validi e che siano ancora rispettosi delle Leggi divine, con la Supplica affinché lo Spirito Santo faccia il resto. Insomma Amici, vale il detto: aiutati che il Ciel t’aiuta!
Del resto, ora che abbiamo questa possibilità e votare è un dovere morale e civile, cerchiamo almeno il male minore (che non esiste dottrinalmente parlando, ma in politica si può, in mancanza d’altro) mettendoci, naturalmente, nelle mani di Dio e ponendo l’Italia sotto il manto della Santissima Vergine Maria: Auxilium Christianorum! Nel Suo Cuore Immacolato, che ci salvi Lei!!
Consigliamo anche: