ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

domenica 13 maggio 2018

Una sola Madre

13 maggio – Madonna di Fatima

Fatima1

Oggi è la ricorrenza della prima apparizione della S. Vergine ai pastorelli di Fatima, dove ha detto molte cose importanti che conosciamo tutti. Ma questa festa è laicamente oscurata da un’altra inventata di sana pianta qualche decennio fa, cioé quella della “mamma”, una festa senza senso perché tutte le mamme hanno il loro compleanno per essere festeggiate.

E’ una festa che, nata nel 1914 negli Stati Uniti per celebrare l’impegno civile delle donne nella società, insieme a quella del papà ha preso ormai connotazioni eminentemente materialistiche e commerciali e, per puro caso caso, entrambe sono stata piazzate proprio nei giorni in cui si festeggiano i genitori della Sacra Famiglia.
Molti cattolici, anche dai propri profili facebook, oggi si sperticano in auguri alle mamme con cuoricini, bacetti e fiori: un’idea ingenua e buona in sè, ma che è istigata da Mammona (il dio denaro), non certo da Dio.
Oggi dobbiamo festeggiare una sola Madre, quella di tutti noi, che non può essere offuscata da nessun interesse umano e che trionfa nei cuori di tutti i figli di Dio.
"Speciale" sul Segreto di Fatima



13


Esame e approfondimento metodico di uno dei più complessi e affascinanti misteri delle apparizioni mariane moderne: il Segreto di Fatima.La mia catechesi di ieri su Radio Buon Consiglio.


INTRODUZIONE TEMATICA

Le tre parti del segreto di Fatima hanno una struttura parallela (1). Secondo l’opinione di padre J. Alonso, il massimo conoscitore di Fatima, sono impostati nella stessa maniera, seguono uno schema somigliante: un castigo condizionato a un peccato.

Per quanto riguarda la prima parte il castigo è l’inferno. Il peccato che lo condiziona è soprattutto il peccato della carne, il peccato impuro, come ha rivelato la Madonna ai veggenti, soprattutto a Giacinta. «A me la Madonna me lo dice sempre: molti, molti si dannano», diceva suor Lucia a un monsignore che faceva fatica a credere che fossero tante le anime a perdersi.

Per quanto riguarda il castigo relativo alla seconda parte, esso è doppio: guerraComunismo, con in più le persecuzioni che questo avrebbe scatenato nel mondo. In sintesi la Madonna diceva: “Se riformate la vita cristiana secondo quello che vi dico, bene, altrimenti ci sarà la seconda Guerra mondiale e il Comunismo farà disastri nel mondo”. E così è successo, difatti, perché non si è fatto quanto Ella ha chiesto. La Madonna chiedeva la conversione, la penitenza, il Rosario, la consacrazione al suo Cuore Immacolato. Se si fosse fatto secondo queste richieste, si sarebbero sfuggiti i mali da Lei indicati. Una sola nazione ascoltò le richieste della Madonna: il Portogallo. E fu preservato sia dal Comunismo che dalla seconda Guerra mondiale.

E la terza parte? Qual è il peccato? Il testo del Segreto fu letto e studiato, dopo il 1960, da diverse Commissioni di esperti. Uno di questi fu il card. Palazzini, il quale riferì una volta a don Attilio Negrisolo:

«Quando l’abbiamo aperto e l’abbiamo letto [era dopo il 1960] abbiamo detto: no, non è possibile che avvenga quanto sta scritto», e non lo si è creduto. E il Cardinale proseguì: «Il Segreto riguarda la confusione nella Chiesa».

Qual è dunque il peccato relativo al terzo segreto? Al peccato del primo e del secondo segreto si è dunque aggiunto «il peccato dei preti, dei frati e delle suore: il popolo sconvolto dai consacrati  testimonia don Attilio –, il multiforme peccato dei sacerdoti e dei consacrati».

Ecco di cosa tratta il terzo segreto. Il card. Palazzini rivelò proprio la convergenza tra quello che avveniva nella Chiesa, la crisi della Fede e della Morale e il segreto: «Il terzo segreto parla della confusione tremenda all’interno della Chiesa Cattolica», conclude don Attilio.

Note
:
1) Le righe che seguono sono la sintesi di una parte di un’ottima catechesi del sacerdote don Attilio Negrisolo, sacerdote padovano e figlio spirituale di san Pio da Pietrelcina, autorevole per santità di vita e dottrina, dal titolo: Fatima oggi, che si può ascoltare all’indirizzo web: www.parrocchiasanmichele.eu/…/124-d-attilio-n… comandamenti.html.