ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

venerdì 20 giugno 2014

Bergoglio “benedetto”



Nella fotografia, scattata il 16 giugno 2014, sono rappresentati Jorge Mario Bergoglio, che si dichiara vescovo di Roma, e Justin Welby, il quale pretende essere arcivescovo di Canterbury, ed è primate della comunione anglicana.

Con la Bolla “Apostolicae curae” del 18 settembre 1896, Papa Leone XIII – confermando le sentenze dei suoi predecessori – ha solennemente dichiarato che le ordinazioni anglicane sono assolutamente invalide.
Ne segue che Justin Welby non solo è – in quanto anglicano – eretico e scismatico notorio, ma non è – in alcun modo – validamente ordinato: non è sacerdote e non è vescovo.

Eppure, nella fotografia che tutti possono vedere, Justin Welby benedice – come solo un sacerdote o un vescovo possono fare – Jorge Mario Bergoglio, che ha chiesto detta benedizione e la accetta facendo il segno della croce.

Jorge Mario Bergoglio non ha dichiarato esplicitamente che non crede nella bolla di Leone XIII sull’invalidità delle ordinazioni anglicane. Ma nello stesso tempo, con i suoi gesti e il suo modo di agire, ha manifestato esteriormente tale convinzione.

Egli non è nuovo a questi gesti simbolici (quando celebra, ad esempio, non si inginocchia alla consacrazione) coi quali esprime – è lecito supporlo – ciò che pensa e ciò che desidera che gli altri pensino.

Per di più, se è vera – com’è vera – la parola della Sacra Scrittura (“Ora, senza contraddizione, è l’inferiore che è benedetto dal superiore”, Ebrei 7, 7) Bergoglio vuol far credere – coi fatti – che il Successore di Pietro è non solo eguale ma persino inferiore ad un vescovo, abbassando ed umiliando ancora una volta non la sua persona, ma la funzione che – agli occhi del mondo ma non certo di Dio – egli dovrebbe rappresentare.

Un ennesimo scandalo – nel senso letterale del termine – di fronte al quale, come cattolici che vogliono conservare la Fede, non possiamo tacere.

Il Centro Studi Giuseppe Federici



Pubblicato dal Centro Studi Federici

http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV840_Federici_Bergoglio_benedetto.html

Nessun commento:

Posta un commento