ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

domenica 13 novembre 2016

“Il marchio della bestia o il numero del suo nome”.

IL "MARCHIO DELLA BESTIA"

    Il "Marchio della bestia" fa passi da gigante. “Entro due anni tutti avranno il microchip sottocutaneo”, queste sono le parole di Matteo Renzi. Sarà come se si andasse a farsi vaccinare, tutti dovranno farsi impiantare il microchip 
di Cinzia Palmacci  




In occasione del Salone dei Pagamenti in svolgimento Milano, è stato presentato il primo braccialetto per i pagamenti elettronici: ilWristband Fly Buy  contiene i dati di una carta prepagata sviluppata in collaborazione con Mastercard. Il braccialetto è protetto con lo stesso livello di sicurezza utilizzato per le normali carte di pagamento e il chip contactless permette di pagare nei POS abilitati. Nei negozi sarà quindi possibile effettuare i pagamenti semplicemente avvicinando il braccialetto al lettore. Inoltre, utilizzando i dati della carta forniti insieme al braccialetto sarà possibile effettuare i pagamenti per acquisti online. All'interno di questo nuovo formato "mini" è integrata un'antenna MiniTag, progettata per essere inserita in dispositivi indossabili (braccialetti o portachiavi) e abilitata a replicare tutte le funzionalità di una carta contactless EMV.
I primi cento Wristband Fly Buy sono stati distribuiti in queste settimane ai dipendenti delle banche del Gruppo BPER, che avranno la possibilità di testarli prima della proposta ai clienti prevista per l’inizio del 2017. Da quel momento i possessori del braccialetto potranno andare in palestra, in piscina o a fare jogging, lasciando a casa il portafoglio ma avendo sempre a portata di mano una disponibilità economica su cui contare. Con questa tecnologia innovativa e pienamente collaudata il Gruppo BPER intende sia estendere il proprio portafoglio prodotti sia aumentare il valore e il tasso di utilizzo della modalità contactless (tap and go). In Danimarca il braccialetto è una realtà già da qualche anno. Questo bracciale contiene un microchip che dialoga con lo smartphone di chi lo indossa. Basta avere un conto bancario collegato e il gioco è fatto. Il primo test è stato superato a pieni voti allo Smukfest di Skandeborg: circa 15mila danesi lo hanno preferito a carte di credito e contanti. In Italia la Legge di Stabilità 2016, per incentivare i pagamenti digitali, ha introdotto il diritto ai pagamenti con carta di credito senza carta di identità, concedendo agli utenti di rifiutarsi di mostrare il documento associato alla carta o al bancomat. Per consuetudine, e anche per ragioni di sicurezza, i commercianti che permettono i pagamenti con il POS, sono soliti richiedere il documento di identità al cliente, che, dal 2016, potrà rifiutarsi di mostrarlo e pretendere di pagare lo stesso senza l'ausilio dei contanti. Si tratta di una facilitazione ulteriore in previsione della programmata eliminazione totale del contante. “Entro due anni tutti avranno il microchip sottocutaneo”, queste sono le parole di Matteo Renzi, pronunciate un anno fa dopo l’approvazione del disegno di legge su base americana per l’impianto del microchip sottocutaneo a tutti gli Italiani. Prima gli USA, poi la Svezia, l’Italia è la terza ad aderire al microchip sottocutaneo, secondo Renzi, dal 2017 si avrà tempo un anno per regolarizzare il resto della popolazione, e come se si andasse a farsi vaccinare, tutti dovranno farsi impiantare il microchip. Le sanzioni in caso qualcuno dovesse essere trovato sprovvisto di chip nel 2018 saranno veramente pesanti, si va da una multa di 3mila euro a 6 mesi di carcere. Quindi  l'obbligatorietà è implicita.
Questi impianti sottocutanei vengono oggi presentati come allettanti per comodità e sicurezza, ma attenzione, perché se tutto questo semberà renderci la vita quotidiana più facile, in realtà l'inganno diabolico nasconde un'insidia ben più pericolosa. I tempi ultimi che stiamo vivendo ci presentano inganni spirituali che solo il discernimento può svelare.

QUESTI SONO I TEMPI DELL'ANTICRISTO

Apocalisse 13:16-17
“Inoltre faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e servi, fosse posto un marchio sulla loro mano destra o sulla loro fronte, e che nessuno potesse comperare o vendere, se non chi aveva il marchio o il nome della bestia o il numero del suo nome”.
Un marchio= Un riconoscimento e un segno di approvazione e di appartenenza al sistema globale imposto dall’Anticristo; uno strumento capace di controllare in ogni momento la situazione e la posizione delle persone. Che nessuno potesse comperare o vendere = Il controllo finanziario su ogni singola persona e sul commercio mondiale. Il marchio 666 della Bibbia, è rappresentato dal Codice a Barre che è collegato con il Codice Fiscale aziendale. Questo è probabilmente uno dei versetti più citati della Bibbia, e forse uno dei meno capiti, e attorno al quale circolano molte leggende. Esso descrive un'azione specifica che accadrà in un momento specifico. Almeno questo è chiaro. Per quanto riguarda il tempo e l'azione di per se, lo stiamo già vedendo con l'evoluzione sempre più sofisticata dei metodi di pagamento che fanno pensare che ormai ci siamo dentro. Ciò che il verso dice in sostanza è che ad un certo punto, qualcuno metterà in funzione un sistema di identificazione personalesenza il quale tutti quelli che non lo possederanno saranno esclusi da qualsiasi transazione commerciale: non potranno comprare cibo e altri articoli, non potranno vendere prodotti, qualsiasi cosa possa essere. Non ci vuole molto per capire che per tutto questo ci vorrà un sistema computerizzato: nessun'altro meccanismo potrà servire per metterlo in atto, almeno fino a questo momento. E proprio ora, per la prima volta nella storia dell'umanità, questo sistema non solo è possibile ma anche attuabile e inconscientemente proposto dai suoi proponenti. Certamente, un sistema così nuovo e rivoluzionario dovrebbe sembrare invitante e utile ai suoi utenti. Anche se le procedure e le tecnologie costituiranno l'aspetto esteriore del marchio, dobbiamo osservare principalmente ciò che risiede dietro questo progetto, cioè l'aspetto spirituale di questo evento. Quando questo marchio sarà "imposto" a tutta la popolazione mondiale, ci saranno diverse attitudini. E' chiaro che alcuni di quelli che prenderanno il marchio capiranno in qualche modo il significato delle loro azioni. Altri lo prenderanno perché, avendo rifiutato ripetutamente le verità contenute nelle profezie, non sapranno riconoscere la fossa in cui stanno cadendo; altri ancora, per paura di fame e persecuzioni. Comunque, quando arriverà il momento, la gente avrà solo due alternative: prendere il marchio o morireA quel punto, comunque, prendere il marchio sarà la scelta peggiore perché, anche se renderà possibile la vita momentanea sulla terra, escluderà dalla Vita Vera ed Eterna e ciò senza possibilità di tornare sui propri passi. Molteplici sono le occasioni che potrebbero fomentare l'utilizzo del marchio: un crollo finanziario globale, l'affermarsi di una nuova guerra mondiale o qualche altro evento globale che scuoterà le fondamenta dell'attuale mondo finanziario e commerciale. Tecnologicamente avanzata, la scienza del marchio è “già pronta”. Importanti scoperte scientifiche hanno spinto la tecnologia della sicurezza personale e del monitoraggio delle persone a livelli inconcepibili anche solo rispetto cinque anni fa, che hanno solo bisogno di una standardizzazione generale dei vari sistemi già in uso. Esistono tanti sistemi già in funzione che l'Anticristo avrà solo l'imbarazzo della scelta. Già dal 1999, è stata rilasciata una patente all'invenzione di un sistema che potrebbe benissimo essere il precursore del marchio: “Method for verifying human identity during electronic sale transactions”.United States Patent: 5,878,155 – Heeter, Mar. 2, 1999
Altre tecnologie già in uso sono:
Automatic fingerprint:Lettori automatici di impronte digitali. In circa 4mila località (aeroporti, banche, ospedali, ecc) viene già usato.
Cellmark diagnostic: Legge e riconosce i geni. In Inghilterra esiste già un sistema di schedatura del DNA.
Massstiff security system: Riconosce gli odori.
Hagen Cy-Com e Eyedentify: Riconosce e legge la mappa dei capillari della retina oculare.
Aea tecnology: Identifica la firma:
Face recognition system: Macchine che convertono un volto in una sequenza di bit, che viene poi memorizzata all'interno di computer.
Heli-tele surveillance: Telecamere in grado di tracciare il calore emesso da un corpo nel buio totale.
Passive millimeter wave imagining: Può scansionare le persone e "vedere" attraverso i vestiti.
Electronic monitoring: Braccialetti elettronici che segnalano gli spostamenti dell'individuo controllato, ed ora i braccialetti elettronici per effettuare pagamenti.
Comunque sia, lo sviluppo e l'impiego di microchip e impianti elettronici rientra nei programmi segreti inerenti le operazioni diMind Control da più di trent'anni condotti sull'uomo all'insaputa dell'opinione pubblica. La carta d'identità e il passaporto spariranno, lo stiamo verificando in Italia con la Legge di Stabilità 2016. La tecnologia sta facendo passi da gigante nel capo della sorveglianza e del controllo. Oltre cento compagnie europee già producono e vendono macchinari per il riconoscimento biometrico degli individui. Su WorldNetDaily.com di “qualche” anno fa (1999) si diceva quanto segue: “I ricercatori dicono che negli esseri umani si potranno impiantare congegni biometrici monitorati da satelliti governativi ed utilizzati da industrie privateInfatti alcuni ricercatori stanno cercando di portare la tecnologia nei settori pubblici e privati. Anche se non generalmente disponibile al pubblico, le prove di tali impianti durano ormai da un anno". Per esempio, il London Times ha riportato nell'ottobre del 1998: "… stelle cinematografiche e figli di miliardari sono fra le 45 persone, compresi molti inglesi, che si sono sottoposte all'impianto in laboratori privati". I critici, comunque, sono preoccupati dal successo che tali congegni stanno riscuotendo, poiché temono gli eventuali rischi. Si dice che molti governi, fra cui gli Stati Uniti, siano in grado di monitorare questi strumenti e, di conseguenza, “chi li possiede”. Anche se non si tratta di persone ricercate, o scomparse o pericolose. Anche se l'impianto di questi microchip avverrà solo sui volontari, si faranno delle pressioni di ogni genere per espanderlo il più possibile. Ramish una funzionaria impegnata nella difesa dei diritti umani, ha scritto un volantino dal titolo: "Abbastanza Tempo? Le conseguenze dell'Impianto dei Microchip negli esseri umani". Il sistema di identificazione nazionale via impianti microchip si potrà ottenere in due fasi, ha detto: "In un primo momento, l'impianto del microchip sarà volontario. Dopo aver familiarizzato con la procedura e dopo averne scoperto i benefici, l'impianto diventerà obbligatorio". In effetti, sui casi provati in Inghilterra, non sono state riscontrate conseguenze negative. La Ramish crede che il Congresso dovrebbe dar vita ad una "protezione legislativa per i diritti individuali" prima che questi congegni siano introdotti sul libero mercato. Un funzionario governativo, che vuole rimanere anonimo, ha detto che l'inevitabilità di tale impianto sta nella "capacità del governo di rendere impossibile una vita normale". Anche se l'impianto del chip potrebbe rimanere legalmente "volontario", probabilmente il governo spingerà attraverso degli eventi ben precisi a renderlo obbligatorio. "Dopo tutto, il governo non ha mai costretto nessuno a prendere la patente", ha detto un sostenitore degli impianti microchip. Ma si potrebbe controbattere che se il governo può costringerti a prendere le tue impronte digitali per un passaporto, perché non potrà allo stesso modo costringerti a farti impiantare un chip? Sono due cose diverse nel grado ma non nel genere. In Italia dovremmo richiedere lo stesso provvedimento per la tutela dei diritti individuali per chi non volesse ricorrere a questi diabolici marchingegni, e spingere per l'uscita dall'Unione Europea prima che sia troppo tardi. Le politiche economico-finanziarie dell'UE, infatti, stanno andando proprio nella direzione dell'eliminazione definitiva del contante per fare strada a queste tecnologie digitali. Ricordiamo: "Chiunque adora la bestia e la sua immagine e ne prende il MARCHIO sulla fronte o sulla mano, berrà il vino dell'ira di Dio versato puro... chi adora la bestia e la sua immagine e chiunque riceve il marchio del suo nome, non riposa nè giorno nè notte. Qui deve mostrarsi la costanza di quelli che appartengono al Signore, e mettono in pratica i comandamenti di Dio rimanendo fedeli a Yahushua". (Apocalisse 14:9-11). A buon intenditor...


Cinzia Palmacci 

IL "MARCHIO DELLA BESTIA" FA PASSI DA GIGANTE

di

Cinzia Palmacci

Nessun commento:

Posta un commento