ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

martedì 8 novembre 2016

Spero che il Signore non permetta che il Papa neghi ogni verità di fede

                             

L'altro giorno, ho visitato la grotta delle Tre Fontane, luogo dove la Madre di Dio apparve il 12 aprile 1947 a Bruno Cornacchiola. Mi permetto di consigliare coloro che ancora non l'avessero fatto, di visitare quel luogo e di leggere il libro di Saverio Gaeta, intitolato "Il Veggente".

In tempi di apostasia e di negazione della Verità, la "Vergine della Rivelazione" - così volle essere chiamata Maria nella prima apparizione - consegna a coloro che credono, la certezza della salvezza eterna, che passa attraverso il pentimento e l’amore verso di Lei, che è Mediatrice e Corredentrice dell’umanità.

Maria invita ad “aprire i cuori”.
Occorre riconoscere la realtà per quella che è. Senza sottrarsi al giudizio, che dev’essere “retto”, sulle situazioni e sui comportamenti, come ripetutamente invita a fare Gesù nel Vangelo.

E’ un gravissimo peccato di omissione non esercitare questo giudizio e lasciare che vengano diffuse eresie senza denunciarle.

L’Apocalisse di San Giovanni, che non è – come alcuni illustri prelati ritengono, un racconto allegorico o una favola per bambini – ma la profezia scritta dal discepolo che Gesù più amava, avverte i tiepidi che Dio li vomiterà dalla propria bocca.

Se gli uomini che costituiscono la Chiesa fondata dal Figlio di Dio, negano il castigo divino, che è conseguenza del peccato originale, significa che essi non solo non credono nel peccato originale, nell’Inferno, nel Purgatorio, ma non credono neanche nella Persona-Dogma, nel Dio che si è fatto Uomo per dare agli uomini la speranza di salvezza.

Dio è Misericordia, altrimenti non avrebbe inviato ad abitare in mezzo a noi, Suo Figlio, ma è anche Giustizia. Consola coloro che si pentono dei propri peccati e punisce coloro che perseverano nel male. Li avverte “piano, piano”, come dice il Libro della Sapienza.

Dio si sbarazza di noi, con indulgenza, dandoci tutta la Sua consolazione, quando non facciamo la Sua volontà. Ci dà innumerevoli e instancabili prove del Suo amore, ma quando noi continuiamo a rifiutarLo e a rifiutare lo straordinario dono di Suo Figlio, che Egli ci ha fatto, perchè dovremmo ancora vivere? Che senso avrebbe, nella logica di Dio, che è immensamente e infinitamente giusta, la nostra sopravvivenza terrena?

Se il capo della Chiesa Cattolica va a commemorare un eretico bestemmiatore come Martin Lutero e dice che i cattolici devono imparare da quell’eretico e un paese come l'Italia che con le sue leggi ha consentito in 38 anni lo sterminio di 6 milioni di vite umane, con la conseguente sua islamizzazione in brevissimo tempo e ora il matrimonio sodomitico, possiamo davvero credere che Dio, “piano piano”, non ci consoli, con amore paterno? Che cosa se ne dovrebbe fare di noi? Che cosa dovrebbe fare un padre dei suoi figli che lo odiano e lo disprezzano, mentre lui agisce nei loro confronti sempre e solo con amore?

Scriveva Bruno Cornacchiola il 21 settembre 1988: “Quello che ho sognato non si avveri mai, è troppo doloroso e spero che il Signore non permetta che il Papa neghi ogni verità di fede e si metta al posto di Dio. Quanto dolore ho provato nella notte, mi si paralizzavano le gambe e non potevo più muovermi, per quel dolore provato nel vedere la Chiesa ridotta a un ammasso di rovine”.

Si vuole partecipare ad un “ammasso di rovine” o gridare dai tetti la Verità? Se siamo figli di Dio, dobbiamo temere solo Dio, non gli uomini.

Danilo Quinto - 8 novembre 2016 - Roma (Italia)
https://gloria.tv/article/k2SWM9t3KtaW2fRmKjuGA1EEJ

Giuliano Caposio ci racconta l'apparizione della Madonna della Rivelazione a Roma

Giuliano Caposio, ospite di Gabriella Facondo nello spazio Azzurro di Nel cuore dei giorni, ci racconta l'apparizione della Madonna della Rivelazione a Roma, dove ora sorge il Santuario delle Tre Fontane.

https://www.youtube.com/watch?v=jqOTloBzshc

Le apparizioni di Fatima, a cura di don Alessandro Maria Minutella.

Catechesi sulle apparizioni di Fatima. Palazzo Adriano, 12.05.2015

https://www.youtube.com/watch?v=uiXuuMmv8B8

2 commenti:

  1. Deo Gratias for Donald Trump President ! Rendiamo grazie a Dio ed alla Sua SS.ma Madre, e Madre nostra, la Beata Sempre Vergine Maria (potenza del Santo Rosario !). Sicuramente sulla sua vittoria elettorale avranno inciso molto anche le preghiere e gli auspici del nostro beneamato Papa Francesco, suo grande estimatore ed ammiratore. Eh si, perché non è mica possibile pensare ad un papa che fa il tifo per una candidata come la Hillary, abortista sfegatata e guerrafondaia incorreggibile, sostenuta da tutti i grandi media asserviti alla massoneria internazionale e finanziata dai petrolieri arabi ( Arabia Saudita, Emirati arabi) ormai scopertamente sostenitori e foraggiatori dell’Isis ? Quindi non si può non pensare che, anche se solo in foro interno, Bergoglio abbia pregato e tifato per Donald Trump, altrimenti che papa avremmo ? filoabortista e guerrafondaio ? filocomunista e filomassonico ? allucinante il solo pensarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Orsù, Sig Catholicus, non eriga muri: costruisca ponti. In fondo, chi è Lei per giudicare Sua Simpatia, il "Papa" più cool dell'universo?!

      Elimina