ACTA APOSTATICAE SEDIS : come, cambiando un po' qua e un po' la, si può cambiare tutto...

lunedì 20 marzo 2017

Ubi minor?

“Spifferi parte XXII: ECCO IL MOTIVO per cui i 4 Cardinali hanno deciso di NON procedere con la correzione formale” di Fra Cristoforo
Abbiamo parlato abbondantemente dell’argomento dei 4 cardinali. Per chi fosse ignaro di cosa stiamo parlando, ecco i link gli articoli precedenti: (https://anonimidellacroce.wordpress.com/2017/03/15/spifferi-parte-xx-appello-ai-4-cardinali-dei-dubia-di-fra-cristoforo/;
Quello che vogliamo spiegare ai lettori, e che forse è stato da tanti frainteso, è che i nostri sono DEGLI APPELLI A QUESTI SANTI CARDINALI, AFFINCHE’ PUBBLICHINO COME PROMESSO, LA CORREZIONE FORMALE ALLA AMORIS LAETITIA.

Noi seguiamo con devozione questi santi cardinali che hanno messo la faccia per la Verità di Cristo. L’unica cosa che chiediamo è che diano seguito al loro intento di raddrizzare gli errori di OMISSIS; errori che stanno creando confusione e desolazione in tanti fedeli cattolici.
Premesso questo, aggiungo lo spiffero.
La mia fonte mi ha rivelato che colui che ha richiamato alla prudenza i 4 cardinali è stato Müller, il prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede. Infatti, nell’incontro che hanno avuto i 4, era presente anche lui. Il richiamo alla prudenza sulla pubblicazione della correzione è dovuto ad una frase che Müller avrebbe detto a suddetto incontro: “bisogna scegliere il male minore. Se si pubblica la correzione qua si rischia lo scisma”.
In effetti a mio avviso Müller non si sbaglia. Certo che si rischia lo scisma. E i 4 cardinali davanti ad una affermazione del genere hanno un attimino indietreggiato. Perché essere responsabili di uno scisma non è una cosa bellissima. E quindi ora capiamo le loro remore.
Però una cosa me la chiedo: è vero che provocare uno scisma sarebbe cosa grave. Ma anche lasciare le cose come stanno è grave. Perché ormai il veleno di AL di giorno in giorno si propaga sempre di più.
La AL è diventato lo zoccolo duro della neochiesa. Oggi non si fa altro che parlare di questo. Ogni pastorale diocesana, parrocchiale, si basa su Amoris Laetitia. E non c’è scampo. Il veleno è dilagato.
Ma non si pensa alla sorte di tante anime che vivono nel buio più totale?
Ovviamente i 4 cardinali hanno obbedito al Prefetto. Ma mi chiedo: si può lasciare il popolo di Dio così? Nell’incertezza? Nella confusione?
Con questo RINNOVIAMO L’AFFETTO, LA STIMA E SOPRATTUTTO LA FIDUCIA AI 4, ANZI, ORA AI 5 (Müller COMPRESO), MA CHIEDIAMO LUCE. AIUTO. IN UN BUIO CHE SEMBRA NON AVER FINE.

Fra Cristoforo

Post scriptum: IL MALE MINORE.
Concordo con le parole di Fra Cristoforo e aggiungo che dovremmo seriamente dedicare molta preghiera per questi uomini di Chiesa. E lo faccio con una piccola e modesta riflessione.
Vedo nei blog diversi dibattiti riguardanti le diverse e varie posizioni che si hanno nei confronti di questi argomenti. Anche noi facciamo parte di coloro i quali dibattono e denunciano ciò che non va nella Chiesa.
Facciamo tutti parte di un popolo che sta cercando la verità.
Alcuni, tra i tanti, banalizzano i dubia perchè sostengono che ancor prima ci sono crepe da decenni per colpa del Concilio Vaticano II. Non entriamo ora nel merito della questione.
Quello che voglio dire è: partiamo dal presente e dall’urgenza più immediata. Da qualcosa si deve PUR partire per combattere ciò che non è in sintonia con le Verità di Fede.
I 4 (o 5, o anche più sommati tutti gli altri) Cardinali rappresentano un punto di inizio su cui fondare una resistenza alle eresie propagate in modo così sfacciato da OMISSIS.
Sosteniamoli pertanto con la preghiera, perchè di questo hanno davvero molto bisogno.
Lungi da noi giudizi sommari e poco caritatevoli nei loro confronti: io stesso non vorrei trovarmi nei loro panni. Sulla loro schiena pesa una responsabilità gravissima. E non è semplice fare discernimento quando in ballo c’è uno scisma.
Faccio tuttavia mie le domande che ha posto Fra Cristoforo in chiusura.
In particolare una: QUAL E’ IL MALE MINORE?
di Finan Di Lindisfarne
“Spifferi parte XXII: ECCO IL MOTIVO per cui i 4 Cardinali hanno deciso di NON procedere con la correzione formale” di Fra Cristoforo
https://anonimidellacroce.wordpress.com/2017/03/20/spifferi-parte-xxii-ecco-il-motivo-per-cui-i-4-cardinali-hanno-deciso-di-non-procedere-con-la-correzione-formale-di-fra-cristoforo/

Il Riassunto del Lunedì. Pesciolini


di Francesco Filipazzi 

Presentato il libro a Roma. Il weekend ha visto andare in onda la presentazione di "Pensieri Controrivoluzionari" in quel di Roma. Un bel successo di pubblico. Anche questa volta abbiamo conosciuto i nostri lettori affezionati. Grazie a Toni Brandi e a Pro Vita per la partecipazione.

Dubia sugli anonimiSocci muove giustamente dei dubbi su alcune manifestazioni di dissenso alla linea papale, recentemente apparse sul web. In particolare ci soffermiamo su un riferimento ai "blog anonimi". Il riferimento è molto probabilmente ad "Anonimi della Croce" che si diletta nel pubblicare rumors piuttosto forti. Anche noi ci associamo alla perplessità.  Un sito nato da neanche 3 mesi, con centinaia di migliaia di visite, che condivide rumors sulle future mosse liturgiche, può passare inosservato ad una Curia attentissima? É possibile che questi sappiano di una riforma liturgica di cui neanche i cardinali sono informati? E il fantomatico Fra Cristoforo invece sì? L'operazione inizia a puzzare, insomma.

Avvenire le spara grosse. Ancora... A quanto pare il giornale dei vescovi ha perso il senso del ridicolo. Mentre l'andazzo sembra elargire misericordia e perdono a chicchessia, l'unico peccato rimasto grave per il clero d'alto bordo e i loro emissari rimane "il populismo". L'esultanza scomposta di Avvenire per la sconfitta di Wilders in Olanda (che poi sconfitta vera non è) rimarrà negli annali delle figure di palta, ormai quotidiane, di un foglio che si sostenta solo grazie ai contributi pubblici. Aridatece Dino Boffo!

La De Mari alla gogna. Silvana De Mari, la scrittrice fantasy più importante d'Italia, è ancora nell'occhio del ciclone per le sue dichiarazioni riguardo l'omosessualità. Sostanzialmente, mesi fa la dottoressa ha spiegato, con linguaggio piuttosto esplicito, quali problematiche sanitarie si portano dietro le pratiche omosessuali. Dichiarazione sostenute dal fatto che la stessa De Mari è un medico che spesso si occupa proprio di queste situazioni: ovviamente la dottoressa non poteva rimanere impunita ed è stata denunciata. Dalla gravità delle grane giudiziarie che colpiranno la De Mari capiremo il grado di libertà dell'Italia odierna.

Lo Spirito del Concilio. Uno dei teologi di riferimento del Concilio, Gregory Baum, prete spretato, responsabile tra l'altro della stesura di Nostra Aetate, uno dei testi più problematici, oltre che della resistenza ad Humanae Vitae, si è dichiarato gay a 93 anni. L'infingardo ha spiegato di praticare l'omosessualità sin da quando aveva 40 anni ma di non averlo detto, poiché voleva rimanere nella Chiesa a diffondere le sue dottrine velenose. Praticamente, Humanae Vitae non gli piaceva poiché lui stesso portava avanti una condotta immorale. Se questa è l'onestà con cui i documenti conciliari sono stati scritti, stiamo freschi. D'altronde anche l'altro maggiorente dei disastri conciliari e post conciliari, Karl Rahner, aveva una relazione (platonica?) con una donna, che lo chiamava pesciolino. Probabilmente non si riferiva al celebre acrostico utilizzato dai primi cristiani.
http://www.campariedemaistre.com/2017/03/il-riassunto-del-lunedi-pesciolini.html